Le pesche dolci

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 27 gen 2015, 17:28

Ho scoperto questo dolcino durante la SAgra del dolce tenutasi nel mio rione anni edd anni fa. All'epoca non riuscii ad avere la ricetta dalla signora che le fece, perche' non sapemmo mai chi le fece!!! Anni dopo la mia amica Angela mi disse che erano tipiche della cittadina dove viveva Arola (in provincia di Vico Equense, terra di Elisabetta!!) e finalmente misi le mani sulla ricetta. Poi col tempo, prima nel forum della cucina italiana, poi sul blog di eleonora trovai delle altre varianti (ho anche scoperto che esistono quelle in pasta brioches). Le ho provate tutte e tre. Preferisco quelle della mia amica Angela, ma richiedono pazienza e tempo.


PESCHE FINTE


IMG_4842.JPG



VARIANTE 1: Ricetta di Angela


Per questa ricetta, bisognerebbe modellare la pasta frolla per la forma della mezza pesca su un mezzo guscio di noce leggermente imburrato. Se intendete seguire questo procedimento, siate certi di avere almeno una sessantina di mezzi gusci di noci, che vi permetteranno di fare 30 peschine.

Per la pasta frolla:

600 gr farina
2 uova
1/2 bicchiere di latte
1 bustina lievito per dolci
300 gr zucchero
100 gr burro

Altri ingredienti:


1 litro di crema pasticcera abbastanza soda
qualche cucchiaio di panna montata da mescolare alla crema
amarene quarantine e o ciliege fabbri da inserire all’interno del guscio (o del cioccolato fondente) per emulare il nocciolo della pesca
cioccolato a pezzetti per emulare il picciolo (io uso chiodi di garofano; oppure pezzetto di stecca di cannella))
zucchero semolato q.b.
alchermes ed essenza di alchermes ( o colorante rosa per accentuare il colore rosa) q.b.



Preparate la frolla, fatela riposare; poi stendetela in uno strato d i1/2 cm e fare dei tondini con il bordo di una tazzina. Ricoprire il guscio di noce imburrato (dal lato convesso) ed infornare a 180 C per 5-6 minuti; giusto il tempo necessario che si cuociano ma senza colorire troppo.
Staccare delicatamente i gusci e riempirli con la crema. Mettere una ciliegina sulla crema (solo su meta’ dei gusci preparati) e far combaciare i gusci a due a due, formando la pesca.
Spennellare le pesche con il liquore e passarle nello zucchero semolato. Aggiungere il picciolo di cioccolato e mettere nei pirottini.

IMG_4849.JPG




VARIANTE 2: Ricetta di Eleonora S. del blog Deliciously


Ho deciso di provare questa ricetta dopo averne visto i risultati dul blog – ormai purtroppo chiuso – di Eleonora, che aveva creato una serie di fruttini (fragole, banane, limoni e pesche appunto) con la stessa ricetta. Ed, infatti, ispirata da lei, ho fatto i limoni e le pesche. Questa ricetta e’ certamente piu’ veloce di quella precedente. Il ripieno che propone e’ la crema mousseline, ovvero crema pasticciera e panna montata. Io ho seguito la mia ricetta per il ripieno. Mentre per i limoni, invece dell’alchermes, ho usato bagna al limoncello (limoncello + sciroppo di zucchero) con aggiunta di colorante alimentare giallo. Nessun accenno alla ciliegina all’interno o al picciolo esterno.



Per il guscio:
600 gr Farina
15 gr lievito in polvere
200 gr zucchero semolato
160 gr burro
4 uova
scorza di 1 limone
1/2 baccello di vaniglia (1 cucchiaino di estratto)
pizzico di sale




VARIANTE 3: Ricetta di Sergio Salomoni


Questa e’ la ricetta piu’ semplice e veloce tra tutte da eseguire. Pero’, ancora una volta, non ho usato la nutella come ripieno, ma ho usato la ricetta tradizionale della crema come da Variante 1.

500 gr di farina
200 gr di zucchero
2 uova
vanillina se piace
100 gr di burro fuso
1/2 bicchiere di latte
1 bustina di lievito
scorza di limone
liquore Alchermes q.b.,

nutella (una volta era crema)

Mescolare la farina con lo zucchero il lievito la vanillina e la scorza di limone, aggiungere poi alle uova il burro, il latte e mescolare alle polveri. L'impasto deve risultare duro. Fare delle piccole palline che vanno velocemente passate in forno caldo a 180/200 per circa 10 minuti. Bagnarle con l'alchermes, mettere la nutella tra due palline e passarle rapidamente nello zucchero. Sono da preparare almeno 4/5 ore prima e sono una squisitezza.
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Le pesche dolci

Messaggioda anavlis » 27 gen 2015, 20:52

:clap: :clap: :clap: stupende e particolari : Groupwave :
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10420
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Le pesche dolci

Messaggioda Rossella » 28 gen 2015, 6:36

Ho letto con interesse le tre varianti che hai messo, la prima quella della tua amica mi sembra di capire che è quella che ti ha più soddisfatta, ma avere a disposizione una sessantina di mezzi gusci di noci non è cosi semplice! : Sad :
Grazie bellissime realizzazioni ^fleurs^
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 28 gen 2015, 9:06

Rossella ha scritto:Ho letto con interesse le tre varianti che hai messo, la prima quella della tua amica mi sembra di capire che è quella che ti ha più soddisfatta, ma avere a disposizione una sessantina di mezzi gusci di noci non è cosi semplice! : Sad :
Grazie bellissime realizzazioni ^fleurs^


In realta' sono state inconsciamente pubblicate nell'ordine di quanto mi siano piaciute. Coi gusci vengono leggermente piu' vuote; quelle di Francesca il guscio ha una bella friabilita'; quelle di Sergio sono le piu' prtiche e bisogna svuotarle appena fatte se le si vuol fare ripiene o, lui mette semplicemente la Nutella tra i due gusci.
La preferenza per la prima ricetta e' anche una questione affettiva e, dal momento che ho l'albero di noci in giardino, non ho mai avuto problemi a reperire i gusci!!! Di solito chiedevo a mio padre di aprirmi le noci cotte al forno a meta' senza rompere il guscio e lui e' bravo proprio perche' ha molta pazienza!
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Le pesche dolci

Messaggioda anavlis » 28 gen 2015, 9:14

imercola ha scritto: Coi gusci vengono leggermente piu' vuote


Visionando il filmato postato da Rossella, notavo la tecnica usata dal pasticciere per creare la conchetta che sarà riempita con la crema. Prima di infornare schiaccia la pallina con la mano piatta e quando le sforna buca con un coltello il sotto e le poggia con la parte rotonda sotto. Vedo che si sgonfia creando la fossa!
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10420
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 28 gen 2015, 9:36

anavlis ha scritto:
imercola ha scritto: Coi gusci vengono leggermente piu' vuote


Visionando il filmato postato da Rossella, notavo la tecnica usata dal pasticciere per creare la conchetta che sarà riempita con la crema. Prima di infornare schiaccia la pallina con la mano piatta e quando le sforna buca con un coltello il sotto e le poggia con la parte rotonda sotto. Vedo che si sgonfia creando la fossa!


Si ma questo lo puoi fare con la pasta brioche delle pesche di prato!!! Altro post... altra ricetta!
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Le pesche dolci

Messaggioda anavlis » 28 gen 2015, 10:50

imercola ha scritto:
anavlis ha scritto:
imercola ha scritto: Coi gusci vengono leggermente piu' vuote


Visionando il filmato postato da Rossella, notavo la tecnica usata dal pasticciere per creare la conchetta che sarà riempita con la crema. Prima di infornare schiaccia la pallina con la mano piatta e quando le sforna buca con un coltello il sotto e le poggia con la parte rotonda sotto. Vedo che si sgonfia creando la fossa!


Si ma questo lo puoi fare con la pasta brioche delle pesche di prato!!! Altro post... altra ricetta!


che sbadata!!!! :oops: grazie Imma per il chiarimento *smk* considera che ho un'età :lol: :lol: :lol:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10420
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 28 gen 2015, 11:51

anavlis ha scritto:
imercola ha scritto:
anavlis ha scritto:
imercola ha scritto: Coi gusci vengono leggermente piu' vuote


Visionando il filmato postato da Rossella, notavo la tecnica usata dal pasticciere per creare la conchetta che sarà riempita con la crema. Prima di infornare schiaccia la pallina con la mano piatta e quando le sforna buca con un coltello il sotto e le poggia con la parte rotonda sotto. Vedo che si sgonfia creando la fossa!


Si ma questo lo puoi fare con la pasta brioche delle pesche di prato!!! Altro post... altra ricetta!


che sbadata!!!! :oops: grazie Imma per il chiarimento *smk* considera che ho un'età :lol: :lol: :lol:


Ma qua le eta' se sei una signorina!!!!^fleurs^
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 28 gen 2015, 16:55

Alla VAriante 2 bisogna fare una corrata errige

invece di 600 gr di lievito, ci vogliono 600 gr farina
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Le pesche dolci

Messaggioda Clara » 28 gen 2015, 19:23

Bellissime Imma veramente perfette, grazie :clap:

Mettiamo anche il link alle Pesche di Prato
con impasto diverso :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6374
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Le pesche dolci

Messaggioda imercola » 28 gen 2015, 21:48

Clara ha scritto:Bellissime Imma veramente perfette, grazie :clap:

Mettiamo anche il link alle Pesche di Prato
con impasto diverso :D


Grazie Clara! *smk*
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee