Minne di virgini

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Re: Minne di virgini

Messaggioda Gaudia » 3 feb 2010, 14:56

Anch'io lo congelo ma poi di nascosto ( a me stessa :lol: ) me lo mangio e senza moderazione! Per giunta non vado nemmeno in palestra!
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Minne di virgini

Messaggioda lauradis » 7 feb 2010, 21:42

Questi dolci devono essere davvero buoni. Solo una precisazione sulle Minnuzze di S.Aita...non è pasta frolla ne ripiena di mandorle...sono delle cupolette a forma di seno piccole o medie che sono in pratica delle cassate di ricotta piccole. Quindi sono uno strato di pan di spagna umbevuto, ripieno di ricotta e la cupoletta interamente ricoperta di marzapane verde e poi sopra una glassa bianca (appunto quella della cassata) e poi la ciliegina sopra.
COmunque bella la storia di queste minne di virgini ;-))
lauradis
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 26 mag 2008, 8:41
Località: Catania

Re: Minne di virgini

Messaggioda fabioblu » 8 feb 2010, 12:05

Però la storia è interessante anche se io non sono un amante del dolce anzi non è tra i miei pensieri!!!
Comunque complimenti!!
Avatar utente
fabioblu
 
Messaggi: 65
Iscritto il: 19 gen 2010, 10:36
Località: Provincia di Brindisi

Re: Minne di virgini

Messaggioda Juanas » 19 ago 2011, 8:17

Visto che manca la foto, metto quella di un semifreeddo mangiato in ristorante!!!


Immagine

Immagine
nonna ivana

la curiosità è il colore della mente

http://cucinariodinonnaivana.blogspot.com/
Avatar utente
Juanas
 
Messaggi: 518
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:59
Località: tre province BO-FE-MO

Precedente

Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee