Ecco i miei cavatelli

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Ecco i miei cavatelli

Messaggioda ziaFania » 2 ott 2010, 6:00

Non so dove metterli i miei cavatelli, avrebbero dovuto essere orecchiette ma non avevo tempo.
Immagine
Immagine
Immagine
Avatar utente
ziaFania
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 14 ago 2010, 17:18
Località: San Diego

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda Luciana_D » 2 ott 2010, 7:56

Bellissimi i tuoi cavatelli Stefania .Sforano il video :clap: :clap:

Li ho divisi dal post delle uova per una questione di ordine ma non solo : appena ci aggiungerai la procedura sposteremo il 3D nell'area idonea ossia in padella :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda Clara » 2 ott 2010, 8:37

Bellissimi Stefania i tuoi cavatelli :D

Aspetto anch'io ricetta e procedura :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6369
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda iaiax » 2 ott 2010, 17:38

Proprio belli. Ho giusto dei broccoletti da raccogliere.
Claudia
Avatar utente
iaiax
 
Messaggi: 291
Iscritto il: 22 nov 2009, 23:16

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda ziaFania » 3 ott 2010, 6:36

Ho preparato la pasta con acqua, semola rimacinata e poco sale. L'ho lasciata riposare e ne ho fatto dei cavatelli (i formati hanno nomi diversi a seconda della zona a quanto vedo), non avevo tempo per le orecchiette

Immagine.
Ho cotto un chilo di cime di rape (da pulire) in abbondante acqua salata e bollente e le ho prelevate con la schiumarola. Nel frattempo ho dorato un paio di spicchi d'aglio in una grande padella con dell'olio d'oliva, ho tolto l'aglio e ho aggiunto un filetto d'acciuga, lasciandolo sciogliere. Nel frattempo avro` cotto la pasta e l'avro scolata. L'aggiungo all'olio insieme alle cime di rape e faccio insaporire tutto. In quest'occasione avevo dimenticato i miei peperoncini cruschi, si friggono e si tolgono come l'aglio. E` tutto questione di tempismo o imparate i piccoli trucchi. Io non sono tempista quindi friggo l'aglio e il peperoncino un poco prima. Al momento giusto lo riporto alla giusta temperatura, che non sia troppo alta o vi scoppiera` in faccia. Il peperoncino si serve a parte sbriciolato nel piatto
Avatar utente
ziaFania
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 14 ago 2010, 17:18
Località: San Diego

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda Luciana_D » 3 ott 2010, 7:01

Grazie Stefania ...... sei bravissima.Le orecchiette sembrano finte :D
Il lessare la pasta assieme alle cime e' altra scuola o e' piu' corretta la tua procedura?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda ziaFania » 3 ott 2010, 7:11

Non le lesso insieme perche` non riuscirei a controllare la cottura delle rape. La cosa importante e` usare la stessa acqua perche` il sapore delle rape si trasferisca un poco sulla pasta. Quell'acqua e` cosi` buona che la uso come tisana, specialmente se fa freddo. Mi piace avere le foglie ancora intere e non disfatte, ma alla fine e` questione di gusto o di tradizione familiare. La mia mamma, pero`, la faceva ancora diversa. Dopo aver fritto olio aglio, acciuga e peperoncino, aveva pronta e mescolata alla verdura la pasta. Su di quella versava l'olio bollente. Preferisco il mio metodo.
Avatar utente
ziaFania
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 14 ago 2010, 17:18
Località: San Diego

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda anavlis » 3 ott 2010, 7:57

Ottima ;-)) sia la pasta (personalmente la preferisco senza uova) che il condimento!
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda angelobruno » 5 ott 2010, 18:16

Adoro la pasta fresca,specie quella con farina di grano duro. Niente uova neppure nell'impasto dei ravioli,è già da un po' che va così. Eppure non ho nulla contro le uova,solo che senza riesco a sentire meglio il sapore della pasta fresca. :)
Anche se da me è ancora presto per le cime di rapa,e forse fa ancora troppo caldo.
Direi anzi che oggi mi sento un pò "sciroccata" :(



lisa
Lisa

"Io tento una vita: ognuno si scalza e vacilla in ricerca:"
Salvatore Quasimodo
Avatar utente
angelobruno
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 7 set 2010, 17:31

Re: Ecco i miei cavatelli

Messaggioda ziaFania » 5 ott 2010, 19:54

Lo scirocco e` davvero insopportabile, hai ragione. Io qui vivo in zona semidesertica mitigata assai dalla presenza dell'oceano. Che acqua fredda, ragazzi! Non ho piu` fatto il bagno in "mare".
Avatar utente
ziaFania
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 14 ago 2010, 17:18
Località: San Diego


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee