° Dolce Patricia

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

° Dolce Patricia

Messaggioda Jolanda » 9 ago 2008, 19:30

Questa è la mia torta preferita: è una ricetta inglese di una mia conoscente adattata però ai nostri gusti.
La ricetta originale prevede molta molta gelatina (gelatina che noi non abbiamo)

Immagine

Per il rotolo di Pan di Spagna : io vi metto la mia ricetta, ma potete usare qualunque ricetta per rotoli di PdS
  • 3 tuorli d'uovo
  • 6 C di acqua bollente
  • 150 g di zucchero
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • 3 chiare d'uovo
  • 100g di farina bianca
  • 50 g di frumina
  • 1 c di lievito in polvere
Sbattete i tuorli con lo zucchero e l'acqua bollente fino ad ottenere una massa spumosa.
Montare a neve gli albumi.
Metteteli sopra i tuorli.
Settacciate le farine e il lievito e incorporate dolcemente la farina con le uova sbattute.
Foderate una teglia con la carta oleata .
Distribuite l'impasto in modo che risulti dello spesore di 1 cm. livellando.
Cuocere dai 15-20 minuti a 200° 220 C

Per la gelatina:

1 bustina di gelatina per crostate all frutta di colore chiaro: seguite le istruzioni e lasciate raffreddare un pochino prima di versarla sulla frutta.

Per la crema pasticcera:
  • 3 tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 2 C di farina
  • 250 g di latte
  • vaniglia
Sbattere i tuorli con lo zucchero aggiugere la farina e il latte
Frustare bene e cuocere a fuoco basso molto lentamente e mescolando sempre stando attenti che non faccia grumi o che non attacchi sul fondo.
Cuocere fino a quando risulterà una crema.
Lasciare raffreddare un pochino prima di versare sulla frutta coperta di gelatina.

Per la panna:

  • 500 g di panna fresca
  • 4-5 C di zucchero
  • vaniglia
Montare bene la panna con lo zucchero e la vaniglia

Ho usato questa frutta: mettete la frutta più saporita e cmq quella di stagione che preferite.
  • fragoline di bosco
  • 1 banana
  • ananas fresco
  • 1 kiwi
  • lamponi
  • fragole normali
  • pesche saturnine
  • albicocche
  • prugne rosse
  • per la gurnizione :more e ribes rossi
Procedimento per la composizione :
Per costruire il dolce usate un piatto da portata grande e largo
Adagiate il rotolo di Pds sul piatto di portata (per adattarlo al piatto si può anche rompere)
Bagnare con la bagna
Copritelo bene con la frutta mista tagliata e zuccherata ( mettete più frutta possibile)
Coprite la frutta con la gelatina intiepidita
Mettete sopra la crema pasticcera
Coprite con la panna montata e guarnite con more e ribes ( oppure frutta a vostro piacimento)

Immagine
Avatar utente
Jolanda
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 9 ago 2008, 12:37

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Rossella » 9 ago 2008, 20:25

ma quanto è bella questa torta!!! :-P o :p:

Distribuite l'impasto in modo che risulti dello spesore di 1 cm. livellando.
Cuocere dai 15-20 minuti a 200° 220 C

potresti indicare la misura della teglia che hai utilizzato?

6 C di acqua bollente
2 C di farina

Per c, intendi cucchiai?
grazie!!!
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Donna » 10 ago 2008, 11:17

Jolanda attenta alla Ross!
benvenuta nel club di chi scrive le ricette con pochi dettagli! :evil:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3323
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Jolanda » 10 ago 2008, 11:37

Il piatto di portata mio è di 32 cm di diametro.

La torta la costruisco su un piatto di portata, in quanto copro i lati con la panna e se ci fosse un orlo ti rimarebbero scoperti.

C= cucchiaio
c= cucchiaino


:) spero di essermi spiegata, infatti qui andrebbe un passo-passo
Avatar utente
Jolanda
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 9 ago 2008, 12:37

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Clara » 10 ago 2008, 13:54

Bellissima torta Jolanda, estiva e appetitosa . Ah come ne mangerei una fetta ora! D:Do
Grazie :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6380
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Frabattista » 10 ago 2008, 13:56

Jolanda è molto bello questo dolce! e penso che sia buonissimo lasciato ben raffreddare in frigo: oggi una porzione fresca me la sbaferei proprio volentieri!!!
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 957
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Frabattista » 10 ago 2008, 13:57

in contemporanea vedo ora che io e clara abbiamo le stesse "gastrolibidini"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
:-))
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 957
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Clara » 10 ago 2008, 14:02

E già Stefania, in questo preciso momento, finito di pranzare da poco, una bella fetta pronta , fresca, GIA' FATTA soprattutto ! :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6380
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Dolce Patricia

Messaggioda elisabetta » 10 ago 2008, 16:48

Molto goloso e freschissimo questo dolce, grazie per la ricetta!
Avatar utente
elisabetta
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: 26 nov 2006, 17:02
Località: vico equense

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Riccardo Frola » 12 ago 2008, 16:23

Ma che bella interpretazione!!! Complimenti :wink:

La conosco...e il risultato con tanta gelatina...è orrendo. non amo le gelatine fatte con colla di pesce...si possono dare effetti gelatinati non usando colla di pesce...

a veder gli ingredienti è molto equilibrata e bella la presentazione...


ancora complimenti e un bacione
....alcuni Chef trasformano un gusto in un piatto.....
......altri Chef trasformano un piatto in un gusto.......
(R.Frola)
Avatar utente
Riccardo Frola
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 29 mag 2008, 16:44
Località: Genova Ovest Sampierdarena

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Rossella » 12 ago 2008, 18:24

Riccardo Frola ha scritto:Ma che bella interpretazione!!! Complimenti :wink:

La conosco...e il risultato con tanta gelatina...è orrendo. non amo le gelatine fatte con colla di pesce...si possono dare effetti gelatinati non usando colla di pesce...

a veder gli ingredienti è molto equilibrata e bella la presentazione...


ancora complimenti e un bacione

c'è ne parleresti Riccardo? ^sch^
grazie *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Riccardo Frola » 16 ago 2008, 17:08

La ricetta che conosco io, prevede l'uso di pasta biscotto, come tanti dolci inglesi, che noi chiamiamo pan di spagna...ma ha delle modifiche.
la pasta biscotto è più leggera e gonfia meno del pan di spagna ...che in tempi di storia, gli inglesi hanno conosciuto dopo, perchè il pan di spagna nasce da un errore di un cuoco, che ora non ricordo di preciso.
la versione originale prevede un alto uso di gelatina (solitamente usano animale )....

ma che altro devo dirti?? fammi domande e io ti rispondo)

:saluto:
....alcuni Chef trasformano un gusto in un piatto.....
......altri Chef trasformano un piatto in un gusto.......
(R.Frola)
Avatar utente
Riccardo Frola
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 29 mag 2008, 16:44
Località: Genova Ovest Sampierdarena

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Jolanda » 17 ago 2008, 11:55

Sì Riccardo, quella ricetta doveva avere almeno tre dita di gelatina, ma per fortuna interpretando male è uscito un dolce conforme ai nostri gusti.
Il nome del dolce è inventato: Patricia si chiamava la persona che ho conosciuto e che a voce mi diede la ricetta ; il nome del dolce originale non lo saprei.
Avatar utente
Jolanda
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 9 ago 2008, 12:37

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Riccardo Frola » 17 ago 2008, 14:45

ora cerco nel mio quaderno di viaggio e ti dico...dovrei avere la ricetta originale con il nome.
Immaginavo che era inventato....ma quando ho visto il risultato , gli ingredienti, ho capito che era quello.....


:saluto: ;-))
....alcuni Chef trasformano un gusto in un piatto.....
......altri Chef trasformano un piatto in un gusto.......
(R.Frola)
Avatar utente
Riccardo Frola
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 29 mag 2008, 16:44
Località: Genova Ovest Sampierdarena

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Frabattista » 21 ago 2008, 11:25

ta tànnn!!!!
l'ho fatta ieri per il compleanno di mio marito!!!!!!! <hay <hay :=:!
e proprio devo ringraziare Jolanda! :D
.. tanto entusiasmo perchè è risultata buona, fresca e ... ci sono riuscita!!! ...(è riuscita anche a me che sono proprio poco versata per la "pasticceria"....)

ho apportato 3 modifiche che segnalo:

Per la crema pasticcera:
3 tuorli
100 g di zucchero
2 C di farina
250 g di latte
vaniglia


io invece ho preparato poco meno di un litro di crema perchè i ragazzi ne volevano a parte alcuni bicchierini con queste dosi:
9 dl latte
1 uovo + 2 rossi
la buccia di 1 limone non trattato a pezzi così da poterla levare alla fine
70 gr frumina
125 gr zucchero (circa 5 cucchiai)


Per la gelatina:
1 bustina di gelatina per crostate all frutta di colore chiaro: seguite le istruzioni e lasciate raffreddare un pochino prima di versarla sulla frutta.


Io ho versato sulla frutta una gelatina che ho preparato così:
350 gr di salsa di frutti di bosco ( ho preso 1 busta di frutti di bosco surgelati, li ho cotti con un po' di zucchero e setacciati ben bene) in cui ho sciolto 4 foglietti di colla di pesce
questa salsa gelatinata l'ho messa quando incominciava a diventare meno scorrevole


Procedimento per la composizione :
Per costruire il dolce usate un piatto da portata grande e largo
Adagiate il rotolo di Pds sul piatto di portata (per adattarlo al piatto si può anche rompere)
Bagnare con la bagna
Copritelo bene con la frutta mista tagliata e zuccherata ( mettete più frutta possibile)
Coprite la frutta con la gelatina intiepidita
Mettete sopra la crema pasticcera
Coprite con la panna montata e guarnite con more e ribes ( oppure frutta a vostro piacimento)


Infine la pasta biscotto l'ho stesa su una tortiera da crostata in pirex di circa 24 cm e mi è venuta un po' più alta così l'ho tagliata in 2 dischi e li ho farciti con frutta gelatina crema.
Per la bagna ho usato il succo della macedonia senza liquore.
Se si prepara 24 ore prima, ricoprendola però all'ultimo con la panna, è ancora più buona!!!

ImmagineImmagine

ImmagineImmagine

ImmagineImmagine

ImmagineImmagine

ecco queste sono le fasi che ho "affrontato"!!! :D
( mi dispiace solo che le foto non siano un gran chè, ma andavo molto di fretta e invece per fotografare sono di una lentezza esasperante!!!)
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 957
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Re: Dolce Patricia

Messaggioda Jolanda » 21 ago 2008, 14:58

:clap: :=:! è stupenda Stefania!! sono contentissima che sia piaciuta ai tuoi commensali e grazie per la ricetta della gelatina , la proverò senz'altro *smk*

sono d'accordo con te , preparala il giorno prima da il massimo, in quanto i sapori si armonizzano a vicenda :wink:
Avatar utente
Jolanda
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 9 ago 2008, 12:37


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee