Bonet o bunet

Ricette di pasticceria

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, anavlis

Bonet del signor Costantino

Messaggioda Dida » 1 dic 2006, 15:42

Bonet del signor Costantino
Ingredienti:
1 lt. di latte
350 gr. di zucchero semolato
6 uova intere freschissime 2 cucchiaiate di cacao amaro è 6 grossi amaretti (quelli doppi) sbriciolati una cucchiaiata di Rum o Marsala secco.

Mettere gr. 50 di zucchero nello stampo da crème caramel che si userò  e farlo caramellare stendendolo poi sul fondo e sulle pareti.
In una pentola dal fondo spesso far bollire il latte, levarlo dal fuoco e lasciarlo raffreddare. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e quando sono ben montate aggiungere il cacao, il Rum e gli amaretti sbriciolati. Amalgamare il tutto al latte freddo, mettere la pentola in un bagnomaria freddo e rimettere il tutto sul fuoco, coprendo la pentola. Cuocere a fuoco medio per circa un'ora e mezza o sino a quando il dolce si è rappreso. Passarlo poi in frigorifero sino al momento di servire.
Si può cuocere anche in forno, sempre partendo da un bagnomaria freddo.

Il signor Costantino (piemontese di Torre Pellice) era il gestore della Pensione Valdese di Borgio Verezzi circa 50 anni fa, luogo dove io ho passato le mie meravigliose estati dai 6 ai 14 anni. Questo bonet ci veniva dato come dolce una volta la settimana ed era attesissimo da tutti, bambini ed adulti.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

BONET, postre piamontese

Messaggioda Mar-Arg » 18 apr 2007, 14:18

BONET

4 HUEVOS
400 CC de leche
300grs. de bizcochos amarettis
100grs. de cacao amargo
125 grs. de azúcar
1 taza de café concentrado
1 copa de licor amaretto

Triturar los bizcochos amarettis, mezclarlos con el cacao y el azúcar y mojar con el licor y el café.
Batir los apenas los huevos, agregar la leche y junta con el resto de los ingredientes.
Verter sobre una flanera o budinera acaramelada y cocinar a baño de María, en horno a temperatura moderada durante aprox. 40'. Servir con salsa de chocolate o crema fresca batida.

Immagine


Immagine
Ultima modifica di Mar-Arg il 21 apr 2007, 12:51, modificato 6 volte in totale.
Avatar utente
Mar-Arg
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 mar 2007, 14:52

Messaggioda pikkolin@ » 19 apr 2007, 10:00

Questa ricetta capita a "cecio": ho proprio un pò di amaretti da riciclare. Scusa, ma se ho capito bene, non ci sono grassi tipo burro o olio?
pikkolin@
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 9 gen 2007, 14:40
Località: Roma

Messaggioda Mar-Arg » 19 apr 2007, 14:04

pikkolin@ ha scritto:Questa ricetta capita a "cecio": ho proprio un pò di amaretti da riciclare. Scusa, ma se ho capito bene, non ci sono grassi tipo burro o olio?


questa riceta non visogna grassi.

BONET

4 uova
400 CC di late
300grs. di amaretti frulati
100grs. de cacao amaro
125 grs. di zuchero
1 taza de café concentrado
1 bicchieri di licore Amaretto
Avatar utente
Mar-Arg
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 mar 2007, 14:52

Messaggioda Clara » 20 apr 2007, 11:16

Brava Mar, anche il bonet piemontese!

Se sostituisci una parte del latte con della panna da cucina viene ancora più buono (es. 300 gr latte 100 gr. panna).
Bella l'idea di farlo nello stampo a rosa, :D non ci avevo proprio pensato, io lo faccio o negli stampini monodose o nello stampo rettangolare.
Provo subito lo stampo a rosa, che presenta anche molto bene!
Dimmi, hai avuto qualche difficoltà a sformarlo?
Grazie , ciao, un beso *smk*

P.s. Bellissimo il pupetto! :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7098
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Messaggioda Mar-Arg » 20 apr 2007, 12:16

Clara ha scritto:...
Dimmi, hai avuto qualche difficoltà a sformarlo?...




Clara, el bonet es un postre que me encanta y tu sugerencia de reemplazar una parte de leche por crema, seguramente lo hará mejor aún. Creo que el único secretito de este fantástico postre, es usar un buen café, buenos amaretis y por supuesto AMARETTO DI SARONO.
Nessun problema para retirarlo del molde de silicona.
Avatar utente
Mar-Arg
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 mar 2007, 14:52

Messaggioda Clara » 20 apr 2007, 14:11

Mar-Arg ha scritto:


Creo que el único secretito de este fantástico postre, es usar un buen café, buenos amaretis y por supuesto AMARETTO DI SARONO.
[/color]


Grazie Mar :)
Nella ricetta originale il caffè non c'è e il liquore amaretto può benissimo essere sostituito con rhum. Si può anche aggiungere scorza di limone grattugiata.
E' comunque un dolce che si presta alle personali interpretazioni, ed è sempre buono :D :-P<^
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7098
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

° Bunet o bonet (Tr)

Messaggioda stroliga » 9 set 2007, 13:45

BUNET
Tipico dolce piemontese,
da una ricetta tratta da "memorie di cose prima che scenda il buio" quaderni di cultura alpina, Priuli e Verlucca editori.
http://www.priulieverlucca.it/Libri/6/25/Libro6-25.asp


Semplice e veloce da fare anche all'ultimo momento con materie prime che sicuramente si hanno sempre in casa:
Dosi:
gr. 150 di zucchero
gr. 20 di cacao amaro
cc 400 di latte
cc 50 rhum
3 uova
gr 50 di amaretti, che io sostituisco pero' con biscotti secchi
zucchero per il caramello

Preparazione:
rivestire di zucchero caramellato uno stampo da plumcake;
setacciare zucchero e cacao, aggiungere le uova, il latte ed il rhum, frustando lentamente senza fare schiuma;
aggiungere gli amaretti (o biscotti) sbriciolati non troppo finemente.

Io lo faccio cuocere a bagnomaria invece che in forno sul fornello, immergendolo in acqua calda (senza che tocchi il fondo della pentola) ma non bollente, coperto con una stagnola a cui ho fatto un buco per far fuoriuscire il vapore.
E' cotto quando la lama di un coltello fuoriesce asciutta.
Quando è freddo si rovescia su un piatto e si può servire con abbinamenti a piacere.
L'ultima volta l'ho abbinato a marmellata di pesche (produzione di quest'anno) ed una foglia di menta.

Immagine
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Messaggioda Clara » 9 set 2007, 14:23

E' un classico, semplice e veloce.
Anch'io lo faccio così :D :D
Per renderlo più cremoso, sostituisco parte della quantità  del latte con pari quantità di panna.
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7098
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Messaggioda julia » 9 set 2007, 15:43

:D Che bello !!!
Mi puoi dire quanto tempo (più o meno) deve cuocere ?
Se lo metto a cuocere a bagno marino pero' nel forno , cosa ne pensi ? quanto tempo e quale temperatura ??
Grazie della tua risposta, il tuo "cake" mi piace molto ...
:bye:
JULIA
Avatar utente
julia
 
Messaggi: 86
Iscritto il: 22 apr 2007, 19:53
Località: Francia

Messaggioda stroliga » 9 set 2007, 16:27

julia ha scritto::D Che bello !!!
Mi puoi dire quanto tempo (più o meno) deve cuocere ?
Se lo metto a cuocere a bagno marino pero' nel forno , cosa ne pensi ? quanto tempo e quale temperatura ??
Grazie della tua risposta, il tuo "cake" mi piace molto ...
:bye:


Circa 30 minuti a bagnomaria sul fornello, in forno non saprei, non l'ho mai fatto.
^baby^
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Messaggioda Dida » 9 set 2007, 17:07

In forno a 180° circa un'ora a bagnomaria.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda Irmavet » 12 set 2007, 7:43

La ricetta della mia famiglia è un po' diversa.

Si sbattono bene con una frusta a mano 6 uova fresche con 6 cucchiai di zucchero. Si aggiunge quindi mezzo litro di latte e circa un etto di amaretti sbriciolati.
Si versa in uno stampo da bonet dove si è precedentemente fatto caramellare un po' di zucchero. Si cuoce così com'è -no bagnomaria- in forno a 180è°C per 45 minuti.
Il latte a piacere può essere aromatizzato con vaniglia o scorza di limone o con del liquore.
Se si preferisce, si può aggiungere il cacao, ma mia nonna lo faceva sempre senza.

ciao :)
Irma
Avatar utente
Irmavet
 
Messaggi: 76
Iscritto il: 7 mag 2007, 12:31
Località: Mondovì

Messaggioda julia » 13 set 2007, 10:58

:lol: :lol: Sandra ! si vede che conosci bene il forum!!!!! :lol: :lol:
Mi puoi dire a che cosa corrisponde la misura : 400 CC di latte ??? Grazie
:D
JULIA
Avatar utente
julia
 
Messaggi: 86
Iscritto il: 22 apr 2007, 19:53
Località: Francia

Messaggioda Sandra » 13 set 2007, 13:22

julia ha scritto::lol: :lol: Sandra ! si vede che conosci bene il forum!!!!! :lol: :lol:
Mi puoi dire a che cosa corrisponde la misura : 400 CC di latte ??? Grazie
:D


A forza di scrivere :lol: :lol: :lol: Poi leggo anche :lol: :lol: Ogni tanto ricordo :lol: :lol:


400 cc sono 400 ml, va meglio? :)

Sandra
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Messaggioda Pratolina » 19 set 2007, 19:42

Stroliga, sai aiutarmi in un problema?
Avendo un forno molto grande e che consuma tantissimo, vorrei ogni volta cuocere il Bonet a bagno maria ma sul gas......sai perche' ogni volta mi rimane tanto molle all'interno, praticamente rimane mezzo crudo anche dopo piu' di 1 ora di cottura?

grazie
Stefania
Pratolina
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 28 feb 2007, 1:32

Messaggioda stroliga » 21 set 2007, 8:43

Pratolina ha scritto:Stroliga, sai aiutarmi in un problema?
Avendo un forno molto grande e che consuma tantissimo, vorrei ogni volta cuocere il Bonet a bagno maria ma sul gas......sai perche' ogni volta mi rimane tanto molle all'interno, praticamente rimane mezzo crudo anche dopo piu' di 1 ora di cottura?

grazie


Scusami ma leggo solo adesso la tua domanda :oops:
a me non è mai capitato di dover protrarre così a lungo la cottura, nemmeno col crème caramel che porto a cottura allo stesso modo.
Primo: controlla che le proporzioni uova e latte siano corrette; poi io metto lo stampo col bunet in una pentola con acqua già  abbastanza calda, e copro con un foglio di alluminio (forato in mezzo per far fuoriuscire il vapore) sufficiente però a trattenere il calore, come in un forno.
Bisogna tenere l'acqua sotto il bollore, ma non a fuoco troppo basso (il tuo errore potrebbe essere questo ?).
Ti faccio vedere il metodo di cottura con due foto relative al crème caramel:


Immagine Immagine

Spero di esserti stata utile, fammi sapere i tuoi risultati :P
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Messaggioda cilantro » 21 set 2007, 14:06

Ciao ragazze :D ho un paio di domande per Stroliga e Irmavet.
Allora per Stroliga non ho capito bene cosa intendi quando dici che cuoci il brunet a bagno maria senza che lo stampo tocchi il fondo.
Scusa ma come fa lo stampo contenente il Brunet a non toccare col fondo lo stampo che contiene l'acqua :|?

Per Irmavet lo stampo da bonet e' un regolare stampo da budino o uno stampo particolare?

Una dmanda per entrambe, ma l'interno del brunet deve essere morbido cremoso o un po'asciutto tipo migliaccio?

Grazie per le risposte.
Cilantro
cilantro
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 8 apr 2007, 16:12
Località: Napoli

Messaggioda stroliga » 21 set 2007, 14:32

cilantro ha scritto:Ciao ragazze :D ho un paio di domande per Stroliga e Irmavet.
Allora per Stroliga non ho capito bene cosa intendi quando dici che cuoci il brunet a bagno maria senza che lo stampo tocchi il fondo.
Scusa ma come fa lo stampo contenente il Brunet a non toccare col fondo lo stampo che contiene l'acqua :|?

Per Irmavet lo stampo da bonet e' un regolare stampo da budino o uno stampo particolare?

Una dmanda per entrambe, ma l'interno del brunet deve essere morbido cremoso o un po'asciutto tipo migliaccio?

Grazie per le risposte.



Lo alzo di un dito dal fondo semplicemente con un aggeggino triangolare tubolare di allumino con tre piedini..........non so se mi sono spiegata :shock: , oppure metto degli spargi fiamma(si chiamano così?) sotto alla pentola per avere la fiamma distribuita più uniformemente.
Il bunet all'interno è budinoso, solo un po' più "bagnato" rispetto al crème caramel.
Io utilizzo uno stampo da plum cake.
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Messaggioda cilantro » 21 set 2007, 14:37

Bell'idea stroliga quella dello spargifiamma.
Mi sa che la adotto per il prossimo flan.
Grazie mille :P :D .
Cilantro
cilantro
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 8 apr 2007, 16:12
Località: Napoli

Prossimo

Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee