Pagina 1 di 1

Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 13:07
da maria rita
Ci sta venendo un po' la fissa delle farine migliori per fare il pane perché quelle di supermercato le troviamo un po' sciape.
Di qui l'esigenza di comprarle direttamente dai mulini. Pensavo ai molini del ponte, se non sbaglio di Castelvetrano, per farine di grano duro e del mulino Quaglia per le farine di grano tenero.
Qualcuno di voi le ha usate? Quali eventualmente mi consigliate?

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 13:46
da anavlis
Conosco le farine del molino del Ponte e puoi contattare il proprietario, Filippo Drago, persona carinissima e disponibile. Ricordi bene, si trova a Castelvetrano : Thumbup :
Le loro farine sono ottime ed hanno anche quelle molite a pietra. Peraltro hai la possibilità di scegliere tra le varietà del frumento, io uso molto: la tumminia -russello -duilio.

Tua figlia li ha preparati i panini?

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 16:01
da Dida
Vicino a te c'è il Molino Rossetto, a Pontelongo: http://www.molinorossetto.com/.

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 19:49
da maria rita
Silvana, non li ha ancora fatti perché nei giorni feriali é in ufficio fino a tardi e il fine settimana va al mare, evidentemente fra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare. Mi sa che stanno aspettando il mio rientro a casa :?
Le diverse varietà di farina delMulino Dal ponte con che criterio le hai scelte e a che scopo usi un tipo di farina oppure un altro?
Dida, sono già stata diverse volte al negozio dei mulini Rossetto e ne ho sempre usato la farina Manitoba, avevo comprato un paio di settimane prima di ammalarmi anche farine con W300 e W400, con l' idea di farci la treccia dolce per la colazione e il panettone a Natale. Ovviamente sono riposte in cucina e non le ho ancora provate.
Invece alcune farine dei Mulini quaglia mi sembra selezionino alcune varietà di grano da cui poi producono le farine con criteri che non pensano solo alla forza ma anche all' uso che se ne fa per la produzione di pane oppure pizza o paste frolle ecc. Per questo mi sembravano piú adatte, almeno nella presentazione che fanno dei loro prodotti, a migliorare la qualità in sapore del pane che facciamo. Migliorare sotto quest'aspetto la qualità del pane che facciamo comincia a diventare una sfida con noi stessi.

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 21:04
da Etta
Io uso la panettone del mulino Quaglia,la trovo super

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 9 lug 2012, 23:15
da miao
Ultimamente sto utilizzando questo tipo di farinesolina e questasaragollache mischio con una farina bianca del panificio,ci faccio il pane si Susy e lo trovo a dir anche da mia suocera buono :D

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 10 lug 2012, 8:08
da anavlis
maria rita ha scritto:fra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare


E' proprio il caso di dirlo :lol: :lol: :lol: :lol:

Ti metto il sito MOLINO DEL PONTE anche se forse l'ho già messo :|?

e questo video Filippo Drago chiamalo (trovi il numero dai contatti) e parla con lui, è davvero una persona deliziosa! non ti parlerà di "forza" di una farina ma di qualità del grano. Nelle sue farine non ci sono aggiunte di enzimi.

Peraltro sono tutti frumenti autoctoni, mentre in quelle della grande distribuzione non sai che frumenti usano e da dove vengono.

La tumminia la uso aggiunta alla semola di grano duro per fare il pane.

Per fare la pasta uso una semola di grano duro (Duilio o Russello) e impasto con solo acqua e pochissimo olio (solo quando faccio i "maccarruna" per farla scivolare meglio dalla "ddisa" rametto stagionato che serve a fare il buco). Non servono infatti le uova, essendo già una farina naturalmente proteica e non raffinata.

Ho dato un pò di tumminia a Gaudia e mi ha detto che ha conferito al pane un profumo ed un sapore...dimenticato.

Se vuoi te ne spedisco un poco così la provi. Mi farebbe davvero piacere :D *smk*

Re: Mulini e farine

MessaggioInviato: 10 lug 2012, 13:55
da maria rita
Ti ringrazio ma ho piena fiducia nelle tue scelte e in quel che dici. Appena torno a casa telefono e la ordino. Anche mio marito adesso fa il pane e se non sono in grado io lo farà lui. Quando andavo a casa dei suoceri al mare la " commare" di mia suocera faceva il pane in casa, prodotto da loro era un grano antico di cui da generazioni mettevano da parte quanto necessario per la semina, il resto portavano al mulino per far macinare. Non dimenticheró mai il sapore, il profumo ed il colore di quel pane. Quando partivamo ce ne dava un po'. Allora non sapevo fare il pane ma facevo i fileja con il giunco raccolto preso le mura greche di Vibo Valentia. Mi sa che sono proprio identici ai maccarruna che fai tu. Noi li condiamo con i fagioli cannellini, acqua di cottura , origano selvatico e un bel giro di olio crudo, oppure sugo di pomodoro profumato con una bella costina di maiale ed alloro. :-P o :p:
Grazie per le dritte.