Pagina 1 di 1

...e vai col cioccolato fondente ...

MessaggioInviato: 9 giu 2008, 7:31
da stroliga
Riporto la notizia tal quale, per sedare eventuali sensi di colpa..... :P

"Cioccolato toccasana dopo trapianto cuore
Roma, 6 giu. (Adnkronos Salute) - Un'altra buona notizia per gli amanti del cioccolato. Il cibo degli Dei per eccellenza, infatti, migliora significativamente la funzionalità vascolare e riduce l'aggregazione piastrinica e lo stress ossidativo plasmatico dopo un trapianto di cuore. Lo rivela uno studio italosvizzero presentato durante il X Congresso nazionale dell'Associazione nazionale specialisti scienza alimentazione (Ansisa) dal titolo 'Cibo del futuro, futuro del cibo', in corso a Vicenza."Alla luce delle recenti evidenze sperimentali - commenta Mauro Serafini, tra gli autori del lavoro e responsabile del Laboratorio di ricerca sugli antiossidanti dell'Inran - il cioccolato si propone come un alimento potenzialmente in grado di esercitare un effetto protettivo nell'uomo attraverso una serie di meccanismi non ancora perfettamente delineati che coinvolgono la prevenzione dello stress ossidativo e il miglioramento delle funzionalità vascolari". "E' importante però sottolineare – aggiunge Roberto Ostuzzi, presidente Ansisa e medico responsabile del centro disturbi alimentari della Casa di cura Villa Margherita, ad Arcugnano - che, malgrado il suo alto contenuto in antiossidanti biodisponibili, il cioccolato non può e non deve essere considerato un'alternativa al consumo di frutta e verdura, alimenti ricchi in vitamine, fibra e fitocomposti, che devono essere presenti in quantità elevate nella dieta data la loro azione centrale nella prevenzione cardiovascolare". I semi di cacao sono caratterizzati da un elevato contenuto in molecole bioattive come catechine, procianidine e antocianine che rendono il cioccolato uno degli alimenti con maggiori potenzialità antiossidanti della dieta. "Il consumo di cioccolato fondente - spiega Serafini - è stato di frequente associato a un effetto protettivo nei confronti della funzionalità cardiovascolare ed endoteliale. Studi nell'uomo hanno rilevato un azione del cioccolato nella riduzione della pressione sanguigna e dell’aggregazione piastrinica, un miglioramento della funzione endoteliale attraverso un'aumentata vasodilatazione arteriosa e un effetto stimolante la produzione di ossido nitrico, una diminuzione dei livelli di mediatori infiammatori, un aumento dei livelli di Hdl colesterolo e una riduzione della risposta insulinica". Il cioccolato fondente, è inoltre in grado di inibire l'ossidazione delle Ldl, primo passaggio verso l'insorgere dell'aterosclerosi e potenziare le difese antiossidanti endogene. "

Re: ...e vai col cioccolato fondente ...

MessaggioInviato: 9 giu 2008, 9:05
da Sandra
Non avevo dubbi!! :lol: :lol: :lol: :lol: Grazie Licia!!
Gia' il mio medico curante al quale avevo chiesto se la voglia di cioccolato che mi becca la sera prima di andare a letto e mi porta a consumarne a volte quasi mezza tavoletta, potesse essere pericolosa :D , mi aveva risposto che se l'organismo la chiede , significa che ne ha bisogno!! :D
Ora mi conforti anche con una ricerca scientifica , perfetto!! :D

Re: ...e vai col cioccolato fondente ...

MessaggioInviato: 9 giu 2008, 14:06
da Clara
E questa è una bella notizia :D per una come me, che trae il massimo piacere da un pezzo di fondente al 99% :lol: :lol: :lol:

Re: ...e vai col cioccolato fondente ...

MessaggioInviato: 9 giu 2008, 14:19
da stroliga
Clara ha scritto:E questa è una bella notizia :D per una come me, che trae il massimo piacere da un pezzo di fondente al 99% :lol: :lol: :lol:

aanch'io....anch'io :lol:

Re: ...e vai col cioccolato fondente ...

MessaggioInviato: 9 giu 2008, 18:37
da Rossella
cioccolato-dipendente Presente, :P mò chi mi ferma più :lol: :lol: :lol:
visto che faccio bene a mangiarne cosi tanto...losapevolosapevolosapevo ;-)) ^danz^<>