Pagina 1 di 1

Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 9:16
da Stefania
Ciao, ho una piccola cosa da chiedervi. Vorrei sapere il nome di un dolce siciliano che ho mangiato quando ero si e no quindicenne. Lo regalarono a mio padre degli amici siciliani, che ora non saprei più come ritrovare. Il dolce aveva la forma del corallo, cioè tanti bastoncici piuttosto consistenti cotti, credo al forno (i miei ricordi non sono molto vivi purtroppo) e ricoperti con, una parte, con glassa di zucchero alla vaniglia o al limone, e l'altra con glassa di cioccolato. Per mangiarlo si rompevano i pessi di questo corallo dolce e si mangiavana come dei bastoncini dolci. Sapete per caso di che dolce si tratta. Sono anni che cerco di recuperarlo , ma non sapendo quasi nulla mi è un pò difficile fare delle ricerche.
Grazie
Stefania

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 10:24
da anavlis
Ricordi la zona di provenienza? bianco e nero, sembrerebbe la pignolata messinese (si prepara solo a Messina) ma sono pezzetti, non bastoncini. Essendo consistente, magari la tagliavano in lunghezza e tu ricordi dei bastoncini. Al momento non penso ad altro :|?

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 10:33
da Gaudia
Sono d'accordo con Silvana, deve trattarsi della pignolata messinese, con la glassa bianca al limone e quella nera al cioccolato :saluto:

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 11:41
da Danidanidani
Gaudia ha scritto:Sono d'accordo con Silvana, deve trattarsi della pignolata messinese, con la glassa bianca al limone e quella nera al cioccolato :saluto:


confermo...pignolata messinese e ti metto una immagine

Immagine

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 15:26
da Stefania
Come provenienza sono indecisa tra Catania e Messina, l'aspetto è simile ma era meno compatta, insomma con meno glassa che cementava, i pezzetti davano l'impressione di essere stati spremuti con una siringa e poi cotti,ma so che non era possibile vista la loro consistenza compatta.
Della Pignolata mi dareste la ricetta? E' cotta al forno?
Grazie

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 10 mag 2010, 16:30
da anavlis
Stefania ha scritto:Della Pignolata mi dareste la ricetta? E' cotta al forno?
Grazie

Cara Stefania, ti riporto la ricetta che ho nel mio libro, ma non l’ho mai realizzata. Magari interverranno ancora Daniela, Gaudia, Rossella che forse ti potranno dire di più :D :saluto:

Ingredienti:

Impasto:
500 gr farina
8 tuorli
un goccio di rhum
pizzico di sale
burro per ungere la leccarda

glassa al limone:
3 albumi
350 zucchero a velo
2 limoni – succo
pochissimo vermut

glassa cioccolato:
300gr zucchero
150 gr cacao amaro
Acqua (poca)

Lavorare farina, tuorli e rhum – fare riposare una mezza ora e assottigliare la paste - ricavare dei grissini – tagliare a rocchi lunghi 2 cm – Adagiarli sulla leccarda imburrata e cuocere in forno a 200° fino a doratura leggera. Fare raffreddare completamente.

Amalgamare gli albumi montati a neve soda con lo zucchero, il succo dei 2 limoni e il vermut-
In una casseruola, posta su fuoco basso, sciogliere lo zucchero con pochissima acqua. Appena sciroppa aggiungere il cacao e mescolare.
Su un piatto da portata disporre parte della pignolata passata nella glassa bianca, a formare una “pigna” si completa versando sopra la glassa rimasta. Stessa cosa da fare con l’altra metà di pignolata, che va passata nella glassa al cacao.

Mettere in frigo e fare rassodare.

Nella zona del messinese fanno pure le “dita degli Apostoli” una sorta di cannolo chiuso. L’ho mangiato a Palermo da SCIMONE, l’unica pasticceria che li prepara.
Ricordo una pasta frolla molto sottile con dentro una crema di ricotta e panna, ricoperti di glassa a metà bianca e scura. Ma non penso siano questi!

Re: Dolce siciliano bicolore a forma di corallo

MessaggioInviato: 12 mag 2010, 18:57
da Stefania
Grazie Silvana per la ricetta, la proverò di certo, così saprò se si tratta della Pignolata.