Pagina 3 di 4

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 18 mar 2018, 15:21
da Gaudia
Bravissima Annamaria! :clap: :clap:

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 18 mar 2018, 17:44
da anavlis
Brava Annamaria : Groupwave :

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 18 mar 2018, 21:18
da miao
grazie a tutte , *smk* alcune ieri sera le ho messe in frigo e fritte dopo pranzo sempre buonissime grazie alle siciliane *smk*

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 20 mar 2018, 8:39
da anavlis
foto recuperate che testimoniano le donne fenicie, che abitavano nel trapanese, prima e dopo l'alimentazione a "cassatelle" (museo di Motzia)

PRIMA

prima.JPG


DOPO

dopo.JPG


L'efebo non mangiava cassatelle ...guardate che linea!!!!

efebo_mozia.jpg
efebo_mozia.jpg (41.63 KiB) Osservato 183 volte

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 21 mar 2018, 13:01
da rosanna
:lol:

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 21 mar 2018, 14:41
da miao
interessante :result^ :roll:

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 27 mar 2018, 18:27
da Donna
Silvana, ieri sera un mio amico catanese mi ha regalato le cassatelke fatte dalla mamma.
Il ripieno era del tutto diverso. Solo mandorle e cioccolato. Niente ricotta
Conosci questa versione?

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 16 apr 2018, 8:36
da anavlis
Donna ha scritto:Silvana, ieri sera un mio amico catanese mi ha regalato le cassatelke fatte dalla mamma.
Il ripieno era del tutto diverso. Solo mandorle e cioccolato. Niente ricotta
Conosci questa versione?

scusa Donatella mi era sfuggita!

le cassatelle di ricotta sono originarie tipiche del trapanese. Con il termine cassatelle, buccellati, si intendono spesso prodotti decisamente diversi, da provincia a provincia.
Nel catanese chiamano pure cassatelle le minne di Sant'Agata...

con il ripieno di mandorle io faccio questi:
buccellatini-con-chino-mandorle-t13866.html?hilit=chino

ma li chiamo buccellati!

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 30 gen 2020, 18:37
da rosanna
Silvana vorrei farne un po’ e surgelare . Si fanno solo fritte o prevalentemente?

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 11:09
da anavlis
Fritte!

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 16:44
da rosanna
http://www.sicilianicreativiincucina.it
SICILIANI CREATIVI IN CUCINA - di Ada Parisi


CASSATELLE SICILIANE FRITTE :-P o :p:
ingredienti :
300 g di farina 00
30 millilitri di Marsala o vino dolce (un Passito di Pantelleria ad esempio)
30 grammi di strutto
50 grammi di zucchero semolato
2 uova intere
un pizzico di sale
300 grammi di ricotta di pecora
100 grammi di zucchero a velo
la scorza grattugiata di mezzo limone biologico o gocce di cioccolato
albume per sigillare le cassatelle, quanto basta
zucchero a velo per guarnire le cassatelle
olio di semi di arachide per friggere, quanto basta
PROCEDIMENTO

Per l’impasto delle cassatelle siciliane fritte: mettere sul piano di lavoro la farina, fare un buco al centro e aggiungere le uova. Sbattere con una forchetta le uova incorporando un po’ di farina e ottenendo una sorta di pastella, quindi aggiungere lo zucchero semolato, lo strutto e il sale fino. Iniziare ad impastare e, quando avrete ottenuto un impasto grossolano, aggiungere il Marsala. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgere il panetto in pellicola per alimenti e lasciare riposare in frigorifero per almeno un’ora. Se volete, potete anche preparare l’impasto con un giorno di anticipo, e conservarlo in frigorifero fino al momento dell’uso.
Per la farcia:
setacciare la ricotta in un setaccio a maglie fini. Aggiungere lo zucchero a velo e la scorza di limone e lavorare fino ad ottenere una crema liscia e compatta. Se volete, potete sostituire la scorza di limone con le gocce di cioccolato: quella con il cioccolato, in effetti, è la variante principale, ma io preferisco le cassatelle semplici con un bel profumo fresco di limone. Conservare la farcia di ricotta in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.
Composizione dei ravioli dolci di ricotta siciliani: stendere con un mattarello l’impasto delle cassatelle sul piano di lavoro ben infarinato. Vi consiglio di dividerlo in 3-4 pezzi perché avrete bisogno di spazio. Dovete stenderlo a uno spessore ci 3 millimetri circa.
FORMARE:
stendere l’impasto delle cassatelle fino ad uno spessore di 2 mm e ritagliare quadrati lunghi 10-12 cm
porre un cucchiiaio di farcia al centro e rinchiudere con l’altra meta’ . tagliare a forma di mezzaluna .
rifinire i bordi delle cassatelle con una rotella dentellata da pasticcere e bucherellare la superficie perche’ l’aria fuoriesca e non si aprano in cottura . friggere poco alla volta . spolverare di zucchero l velo
(oppure Utilizzando un coppapasta rotondo, ricavare dei dischi di 8-10 centimetri di diametro. Disporre su ogni disco, in posizione non centrale ma leggermente laterale, un po’ di farcia di ricotta, inumidire i bordi con l’albume leggermente sbattuto e ripiegare il disco su se stesso in modo da formare una mezzaluna. Premere bene sui bordi, facendo uscire l’aria in eccesso (altrimenti i ravioli potrebbero aprirsi in cottura) quindi sigillarli pressando con i rebbi di una forchetta. Infine, rifinire i bordi con una rotella dentata)

Friggere le cassatelle siciliane di ricotta in abbondante olio di semi di arachide, a una temperatura di 160 gradi, finché non saranno leggermente dorate da entrambe le parti e galleggeranno sulla superficie dell’olio. Lasciarle su carta assorbente qualche minuto in modo da fare perdere l’olio in eccesso. Quando saranno tiepidi, guarnire i ravioli dolci fritti di ricotta con lo zucchero a velo e servire immediatamente. In realtà, sono ottime anche fredde (io le preferisco) e ancora più buone il giorno dopo. Buon appetito!

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 17:56
da Clara
Bellissime e golosissime :-P o :p: fortunati i tuoi ospiti ^rodrigo^

Grazie Rosanna delle foto e del passo passo thank you

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 18:52
da miao
Perfette Rosanna :clap: le rifaro quando avro una buona ricotta : Thumbup :

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 20:06
da rosanna
Cerca quella di bufala , in Campania la troviamo ottima ; che sia freschissima, falla sgocciolare, aggiungi zucchero e così puoi anche surgelarla

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 20:38
da Patriziaf
:clap: grazie!

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 31 gen 2020, 22:10
da anavlis
Bravissima :clap: :clap: :clap:
La ricotta può essere tranquillamente con zucchero semolato, schiacciando e mescolando con una forchetta. Importante è prepararla la sera prima e riporre in frigo. L'indomani, scolare e rituale formazione di siero, e passare la crema due volte al setaccio. Verrà finissima! Poi aggiungere il cioccolato a pezzetti.

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 2 feb 2020, 11:24
da rosanna
Copio/incollo la ricetta di Antonella Audino, catanese www.dolcimerendeedintorni.it

Ingredienti
500 g di farina 0

250 g di latte fresco
140 g di acqua
70 g di zucchero
30 g di strutto
9 g di sale
1 bustina di lievito di birra con pasta madre Pan degli angeli o 10 g di lievito di birra
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Farcia
700 g di ricotta ovina setacciata ed asciutta
150 g di zucchero
q.b. di zucchero semolato per spolvero
ISTRUZIONI
Preparazione
Preparare un lievitino unendo in planetaria 250 g della farina , 250 cc di latte ed il lievito e far lievitare fino a che ci saranno in superficie delle bolle e sarà aumentato di volume. Ci vorranno circa 50 minuti
Aggiungere tutta la farina restante , l'acqua e lo zucchero ed incordare con la foglia . Quando l'impasto sarà incordato e liscio inserire il sale ed il burro a fiocchetti , in ultimo la vaniglia ed incordare a formare un panetto lucido, sodo ed elastico.
Raccogliere l'impasto, arrotondare in ciotola, coprire con pellicola e far lievitare al raddoppio ci vorranno circa due ore a 26°

Rinìbaltare l'impasto in spianatoia,,allargare con il matterello, non ci sarà bisogno di farina perchè l'impasto è morbido e cedevole e non appiccica. Coppare con un taglia pasta almeno di 12 cm, Porre al centro la ricotta chiudere e sigillare con i rebbi di una forchetta.

Dopo aver formato tutte le raviole friggere in friggitrice a 180° o in una pentola alta con abbondante olio d'arachidi a 170° .Cercate di mantenere stabile la temperatura dell'olio con un termometro da cucina e cambiare l'olio se si sporca.
Poggiare i dolci su carta assorbente ed ancora caldi rivoltarli snello zucchero semolato facendo ben aderire.
Farcia alla ricotta
Far scolare la ricotta per parecchie ore , setacciare ed aggiungere lo zucchero mescolando bene,Questa preparazione andrà fartta qualche ora prima per consentire che lo zucchero si sciolga del tutto nella ricotta,


Print Friendly, PDF & Email
Altre Ricette che

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 3 feb 2020, 0:10
da rosanna
vedo che nel catanese si fanno senza uova e con il latte. Da provare ..Nel frattempo di quelle che ho , una volta al giorno ne estraggo una dal freezer e friggo

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 3 feb 2020, 9:51
da anavlis
rosanna ha scritto:vedo che nel catanese si fanno senza uova e con il latte. Da provare ..Nel frattempo di quelle che ho , una volta al giorno ne estraggo una dal freezer e friggo


Ne ha parlato Rossella (pag.1) e rimanda anche alla ricetta catanese dei ravioli con crema di ricotta.

Re: Le cassatelle siciliane

MessaggioInviato: 10 feb 2020, 18:16
da rosanna
anche queste sono ottime : Thumbup : impasto veloce molto elastico - Si stende una meraviglia , come una sfoglia molto sottile
Ricetta di Antonella Aufino di Dolcimerendeedintorni.it


• Cassatelle di Antonella Audino
• farina 00 - 500 g
• zucchero semolato - 2 cucchiai da cucina rasi
• olio d'oliva - 1/2 bicchiere =80 ml
• acqua tiepida - circa 200 g
• passito di Pantelleria o Marsala- 2 cucchiai da cucina
• sale - 1 pizzichino
• buccia di limone grattugiata - 1/2 (facoltativa)

• Ripieno
• ricotta (ben scolata e asciutta) - 400 g
• cioccolato fondente - 100 g
• zucchero a velo - 150 g
• cannella
• olio di semi per friggere
• zucchero semolato
Impastare la farina con 2 cucchiai di zucchero, il Marsala, l’olio d’oliva ed un pizzico di sale, un pochino di buccia grattugiata di limone, aggiungere l’acqua necessaria fino ad ottenere un impasto morbido, ma consistente. il dito deve affondare lasciando l'impronta.
Ogni farina ha il suo grado di assorbimento e la quantità dell'acqua può variare di qualche grammo, conviene partire da 180 g ed eventualmente aggiungere goccia a goccia.
Coprire l'impasto e far riposare in una ciotola calda per 30 minuti circa.
Scolare per qualche ora la ricotta ovina , setacciare, mettere in una terrina e amalgamare lo zucchero rimasto, il cioccolato triturato con un coltello e un pizzico di cannella.
Preferibile evitare le gocce di cioccolata che si comprano ,non ci vuole nulla a sminuzzare un pò di cioccolata.
La cioccolata nella ricetta originale in realtà non è prevista, io oggi non l'ho inserita, però è generalmente gradita quindi regolatevi voi.
Stendere la pasta in una sfoglia sottile, molto sottile e ricavare dei dischi della misura desiderata utilizzando un coppa pasta.
Distribuire sopra il ripieno con un cucchiaino e ripiegare la pasta sulla farcia, formando delle mezze lune.
Friggere le cassatelle in olio di semi caldo, possibilmente di arachidi, ancor meglio in una friggitrice che rende la temperatura dell'olio stabile a 170° .
Sgocciolatele perfettamente su della carta assorbente e servire calde spolverizzate di zucchero semolato.