Pagina 1 di 1

Friggione ovvero intingolo di cipolle e pomodori (Tr)

MessaggioInviato: 17 set 2007, 11:29
da Typone
Una ricetta classica dell'Emilia-Romagna, addirittura depositata alla Camera di Commercio di Bologna dall'Accademia Italiana della Cucina, come segue:


CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO

E AGRICOLTURA DI BOLOGNA

Ufficio Comunicazione

Piazza Mercanzia, 4 - 40125 Bologna - tel. 051.60.93.427/454 - fax 051.60.93.475 - ufficio.stampa@bo.camcom.it

Bologna, 26 gennaio 2004

COMUNICATO STAMPA

DEPOSITATA ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA LA RICETTA DEL “FRIGGIONE”

L’Accademia italiana della Cucina – Delegazione “Bologna dei Bentivoglio” ha consegnato oggi al Presidente della Camera di Commercio di Bologna, Gian Carlo Sangalli, la ricetta del “Friggione”.

La ricetta, datata 1886, prevede come ingredienti: 4Kg di cipolle bianche, 300 gr. di pomodori pelati freschi, 1 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaino di sale grosso e 2 cucchiaini di strutto.

Questo il procedimento: “affettare molto finemente la cipolla e lasciarla almeno due ore a macerare con il sale e con lo zucchero. In un tegame rigorosamente di alluminio versare la cipolla con l’acqua che avrà fatto, lo strutto ed a fuoco lentissimo cuocere girando con un mestolo di legno fino a che avrà un color nocciola, facendo sì non si attacchi mai, ci vorranno due ore circa. Aggiungere alla cipolla i pomodori tagliati a pezzettini e seguitare a girare ancora per un ora un ora e mezzo onde terminare la cottura. Quando lo strutto farà delle bollicine rosate e la cipolla con il pomodoro sarà una crema, il Friggione sarà pronto.”

La ricetta del Friggione va oggi ad aggiungersi alle altre ricette tipiche depositate alla Camera di Commercio, presso la quale vengono raccolti gli “usi e le consuetudini” della provincia di Bologna, per una piena tutela delle radici storiche e culturali che racchiudono questi piatti della nostra tradizione.

Attualmente risultano depositate: la misura della tagliatella bolognese, le ricette del ripieno dei tortellini, del ragù, delle lasagne, del certosino e da oggi anche del friggione.


T.

MessaggioInviato: 17 set 2007, 12:56
da Sandra
Finalmente cosi' nessuno osera' passare delle ricette di peperonata chiamandole "Friggione"!!! :lol: :lol: Quindi ache il titolo é sbagliato Ty!!! :lol: :lol: Non verdure, solo cipolle e pomodori!!WWWWWWWW :lol: :lol: :lol:

Sandra

MessaggioInviato: 17 set 2007, 13:33
da luvi
:D mia nonna lo chiama "frizagl" ma è un misto di peperone cipolla pomodoro zucchina e melanzana....
mi sa che gli ingredienti dipendevano da quello che c'era nell'orto...:D

MessaggioInviato: 17 set 2007, 13:41
da Lamù
Anche per me il friggione è solo cipolla e pomodoro... più olio che ha sostituito lo strutto di una volta.
Per renderlo più ricco si usava aggiungere o un pezzetto di pancetta fresca, oppure un pezzo di prosciutto con tutto il suo grasso 8)

MessaggioInviato: 17 set 2007, 13:50
da Sandra
luvi ha scritto::D mia nonna lo chiama "frizagl" ma è un misto di peperone cipolla pomodoro zucchina e melanzana....
mi sa che gli ingredienti dipendevano da quello che c'era nell'orto...:D


Ecco appunto Luisa non é questo :lol: :lol: :lol:

Sandra

MessaggioInviato: 18 set 2007, 7:58
da Frabattista
quello di Luisa a casa mia si chiamava fricandò, ma del friggione e di come si fa non ne ho proprio mai sentito parlare dai miei o da alcuna cuoca ferrarese!!!!!
... comunque mia suocera prepara la salsa (ovvero la peperonata) solo nel tegame di alluminio e prima di mettere il peperone e successivamente il pomodoro, fa cuocere a fuoco dolce e a lungo la cipolla.

MessaggioInviato: 30 set 2007, 9:51
da michela
percui, se metto olio al posto dello strutto, va a farsi benedire il deposito e anche la cciaa?

ciao michela

MessaggioInviato: 30 set 2007, 22:22
da robertac
Il friggione, in dialetto frizàn, viene mangiato anche insieme agli avanzi del bollito.
Oppure quando è quasi a fine cottura si possono unire dei pezzi di salciccia che così si cuociono assieme e si insaporiscono a vicenda.