Pagina 1 di 1

° trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 11:35
da cinzia cipri'
Immagine

questa pasta potrebbe sembrare molto simile a quella da voi gustata nelle eolie: ho scoperto che ne esiste una versione simile, ma questa e' nata passeggiando per il mercato storico di palermo, annusando e chiacchierando con gli "abbanniatori", cioe' i venditori che "abbaniano" lungo la strada.
mi scuso per la foto non del tutto corrispondente alla versione finale.
Questa ricetta era stata provata qualche giorno prima della sua presentazione ufficiale e, inizialmente, l'avevo pensata cosi' come la vedete, ovvero con le olive nere. Poi, mia madre ha espresso il giudizio che, a suo parere, cosi' risultasse troppo forte come sapori.
A me piaceva di piu' la versione piu' "arraggiata", cioe' con le olive, ma se preferite un gusto piu' delicato, scegliete questa.

Ingredienti per 5 persone:
1 pesce capone da 1 kg circa (pesce azzurro dei mari del sud, conosciuto anche come lampuga)
mezzo kg di pomodorini di pachino
1 pugnetto di capperi di pantelleria dissalati
qualche ciuffo di finocchietto selvatico
50 g di pangrattato
il brodo di capone (quindi gli scarti + una carota + mezza costa di sedano + mezza cipolla)
1 peperoncino
sale delle saline di trapani
olio evo nocellara del belice
1 cucchiaio di cipolla rossa tritata
2 spicchi di aglio in camicia, leggermente schiacciati
1 bicchiere di vino bianco ansonica o viognier

Sfilettate il pesce e abbiate cura di tenere da parte la carne delle guance e la testa + la pancia (usate solo le parti grasse, insomma: il resto conservatelo per un'altra ricetta)
Preparate prima il brodo di pesce, riempendo una pentola da 3 litri di acqua, aggiungendo quindi gli ingredienti segnalati sopra per il brodo e lasciar cuocere finche' la lisca si spappoli come se fosse grissino (ci vorranno un paio di ore).

Preparate un ampio tegame. Riempite con un dito di olio e aggiungete prima l'aglio e poi la cipolla + il peperoncino: lasciate stufare a fiamma medio-bassa.
Aggiungete il capone a tocchetti e lasciate rosolare.
Sfumate col vino bianco alzando la fiamma.
Aggiungete i pomodorini, i capperi (e, se volete, le olive nere).
Versate un paio di mestoli di brodo di pesce.
Attendete una decina di minuti prima di aggiungere il finocchietto tritato e lasciate insaporire per bene.

Nel frattempo cuocete la pasta, scolatela ben al dente e aggiungetela al brodino ottenuto. Fate insaporire e provocate uno shoc termico aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio (va bene anche se lo preparate col brodo di pesce).

Fate abbrustolire il pangrattato con un filo d'olio e versatelo sulla pasta servita.

Nella foto qui sopra, non avevo aggiunto i cubetti di ghiaccio e si era formato un brodino di fondo (pochissimo ma non e' bello da vedersi): con l'accorgimento del ghiaccio invece, il brodino si restringera' e l'effetto finale sara' migliore.

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 16:57
da Rossella
ma guarda che bella ricetta semplice e "veloce, "dai sapori mediterranei :D
grazie Cinziè *smk*

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 19:20
da Luciana_D
Bellissima e invitante da morire.
Grazie Cinzia :D

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 19:51
da Alberto Baccani
Cara Cinzia ti inviterò a cena e ti farò la ribollita prima della fine di gennaio quando ancora il cavolo nero è ottimo ma tu.... mi devi fare questa pasta eccellente.
Mi hai fatto con nostalgia venire in mente gli spaghetti "mille sapori" che ho mangiato per anni a Panarea in una trattoria semisgarupata sul mare con un donnone ( la signora Pina, là sono tutte Pina) che aveva un pentolone di alluminio che incominciava a mettere sul fuoco alle 6 di mattina ( lo vedevo andando a pescare e passandoci davanti) aggiungendo man mano ogni tipo di prodotti pomodori capperi, olive, pesci, finocchietti, tonno, formaggio grana,basilico oltre a tutte le verdure, e tanta altra "roba" che cuoceva almeno fino a mezzogiorno ora i cui incominciavano a tornare i primi turisti-amici che si abbandonavano sulle sgangherate sedie sulla terrazza di fronte al mare e con delle belle bottiglie di Falanghina gelata ( procurate da noi... a nostro uso e consumo esclusivo..) si " ingorgavano " di questo ben di Dio salvo poi crollare a fare le pennica fino alle 16-17, ora in cui ci andava di nuovo in giro ma a caccia di ....fanciulle.
Epoca felice e dire felice è dir poco, si coglievano i fici direttamente dall'albero. pesavo come un fuscello e prendevo al volo motori fuoribordo Envirude da 80 CV oltre a tante altre cose belle che oggi mi inteneriscono il cuore ripensandoci..... :fiori: :saluto: ;-))

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 20:42
da Danidanidani
Ottimo piatto Cinzia,di quelli che piacciono a me...preferisco la versione più "arraggiata" :lol: :lol: !Non potendo trovare la lampuga dalle mie parti...hai qualche suggerimento? :saluto: :saluto: *smk*

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 20:44
da elisabetta
Splendida ricetta,grazie Cinzia!!
Ma qui i caponi non li ho mai visti,ma li sfiletti tu?

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 21:00
da cinzia cipri'
innanzitutto vi ringrazio, perche' questa ricetta, essendo totalmente mia, mi piace ancora di piu' e ci tengo molto.

Ed ora procedo a rispondere a una a una

@luciana: grazie lucy! spero di potertela preparare presto!

@alberto baccani: sarei molto onorata di averti a cena e anche di poter assaggiare la ribollita, piatto oltretutto che so potermi piacere molto, ma di cui disconosco il sapore. Spero di poterti far rivivere ancora una volta quelle emozioni... anche se il sole manca... il mio pescivendolo mi ha detto che cerchera' di recuperarmi le lampughe a richiesta! quindi si potrebbe fare.

@danidanidani, oggi ne ho parlato con Marcello Valentino, proprio perche' immaginavo che e' difficile da reperire e lui mi ha consigliato di usare le alici. Il capone infatti e' un pesce azzurro. Lo sgombro ha un sapore troppo deciso e non andrebbe bene in sostituzione, ma le alici sono piu' delicate. Invece che a cubetti, si userebbero i filetti. Devo provare e poi ti diro' se vanno davvero bene!

@elisabetta: come sostituzione, fai come ho detto per danidanidani. E poi si' li sfiletto io. Giovedi' 19 sono andata a Catania da Mimmo Alba: ho fatto uno stage con lui e mi ha insegnato a sfilettare i caponi proprio per fare i filetti di un'altra ricetta bellissima e semplicissima.

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 21:18
da Danidanidani
Grazie Cinzia....la lampuga io la conosco benissimo ed infatti quando scendo in Sicilia me la gusto in alternativa al mupo,anche se quest'ultimo non è pesce azzurro,ma con carni delicate e bianche...mangiato a novembre nel mio ultimo viaggio a Messina..... :saluto: :saluto: *smk* a me piacciono i pesci cucinati senza troppi fronzoli,se si ha la fortuna di trovarli freschi...anche solo a vapore e senza condimento:il limone? GUAI! *smk*

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 21:40
da cinzia cipri'
infatti tu amerai la ricetta che devo inserire...
quella con i filetti di capone ;)
pensa che i filetti si cucinano soltanto avvolti in carta stagnola con un filo di acqua in un tegame: 5 minuti massimo e sono pronti!
conservano tutto il loro sapore.... fantastici

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 28 dic 2008, 23:26
da Sandra
Caspita che voglia di pesce ,dopo tanta carne ,tortellini ,capone ecc....
Grazie Cinzia!! *smk*

Re: trenette ballaro'

MessaggioInviato: 30 dic 2008, 10:20
da ugo
cinzia cipri' ha scritto:
con l'accorgimento del ghiaccio invece, il brodino si restringera' e l'effetto finale sara' migliore.

Ormai ...dettagli d'alta scuola! :D
Chapeau.
Ugo