Pagina 4 di 6

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 19 set 2008, 19:27
da Luciana_D
Sandra ha scritto:
lucyweb ha scritto:
Sandra ha scritto:Lucy io le so talmente istintivamente che ti ho rimandato alla ricetta di Adriano

Qundi si fonda il club .Non insistere perche' la presidenza spetta a me :lol:

La segretaria di direzione o meglio l'assistente di direzione mi basta :lol: :lol:

Questa ve la devo dopo tutti gli assilli da parte mia .
Credo che pizza piu' orrenda della mia deve ancora essere stesa :lol:

Immagine
La lievitazione e' andata talmente oltre che stenderla e' stata un'impresa..... e le uniche bolle che ho visto sono quelle delle vostre.
Ritentero' :D

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 19 set 2008, 21:36
da Adriano
lucyweb ha scritto:Questi 0,4gr ??? sono espressi male o e' questa miseria (intesa come quantita') di lievito? E se si usa quello disidratato (come nel mio caso) ne basta un granello??


la quantità è questa (t. ambiente 23 - 25°), se usi il lievito secco, ti conviene sciogliere la stessa quantità in 525gr di acqua, per poi utilizzarne 210.

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 29 set 2008, 11:27
da cristiana
Bollicina, ti adoro!!!! *smk*
Io ADORO la pizza napoletana morbida, qui a Modena c'è una pizzeria che la fa e ci andavo 2-3 volte a settimana !!!
Poi secondo me hanno perso il famoso punto pasta o non so che, ma a volte è croccantina, anatema!!!!! Così ora ci vado solo 1 volta a settimana incrociando pure le dita,giovedì scorso era da URLOOOOOOOOOOOOOOOOOO.

Bando alle ciance e ti chiedo, se al momento non sono ancora fornita di fornetto Ferrari ( lo producono qui ) non mi ci metto nemmeno o posso sperare di ottenere un risultato decente anche col forno di casa che ha la funzione pizza ma arriva solo a 250 ° ?
Ovviamente prima di arrivare al punto pasta credo che ci metterò ANNI LUCE non so se dotata di una sensibilità tale per accorgermene....

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 8:47
da cristiana
Immagine

Provo a pubblicare la foto.....
Immagine

Uffa ma come si fa????? Io che ero così ORGOGLIONA del mio inizio.....
Immagine

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 10:15
da lugio78
Pizze stupende, impasto stupendo da provare sicuramente.
Solo una precisazione: per la pulizia del fornetto ho scoperto un metodo fantastico: il giorno dopo lo tengo acceso alla massima temperatura, con coperchio chiuso. La pietra torna bianca, i grassi che l'hanno sporcata scompaiono e non fa più fumo.
Provate :wink:

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 13:35
da cinzia cipri'
fantastiche cristiana! sei una maga!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 13:37
da Danidanidani
Cristianaaaa!che meraviglia...fai venire voglia anche a me che dovrei imparare ad impastare e pure comprare il fornetto ferrari! :ahaha: :ahaha: :ahaha: *smk* *smk*

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 13:48
da cristiana
Grazie mille a tutte quante dei complimenti,siete molto carine.
E grazie anche a te Rossella, appena hai un attimo mi spieghi come si fa??? Sono proprio imbambita!!!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 14:12
da cristiana
cristiana ha scritto:Provo a pubblicare la foto.....


Uffa ma come si fa????? Io che ero così ORGOGLIONA del mio inizio.....



Se Annamaria (bollicina) passasse di qua vorrei qualche consiglio perchè credo ci sia ancora molto da lavorare per arrivare "a dama".
Innanzitutto credo di avere bisogno di un corso accellerato sulla stesura della pizza,io penso di fare bene,ma in realtà nonostante il cornicione rimanga pronunciato (so che non dovrebbe) dopo la cottura c'è poca differenza di spessore perchè è alto il centro,non il cornicione.

Poi io usato la farina Spadoni 00 blu,vorrei sapere quale farina mi consiglia magari più adatta,la Caputo non riesco a trovarla.....Ma soprattutto dove lo trovo il W della farina? sul pacchetto non c'è scritto e nell'unica scritta stampigliata c'è un TMC e altri numeri che non capisco.

Poi ti pregherei anche di dirmi tutto quello che vedi di sbagliato,sono sicura ci sia qualcosa perchè il mio impasto non era affatto estensibile come quello che hai mostrato tu in foto,infatti mai e poi mai avrei sperato in un risultato così buono.

Infine vorrei aggiungere per te Dani ma anche le altre che io non sono ANCORA munita di fornetto Ferrari (sto raccogliendo i punti Conad e ce la farò,lo so!),per cui leggendo tutti i post sull'argomento l'ho cotta con il testo per la piadina in forno col grill.
Ho scaldato bene il testo sulla fiamma,vi appoggio il disco di pasta su un foglio di cartaforno (serve per trasportarle la pizza cruda e poi lo lascio),lacio un minutino scarso la padella sul fuoco finchè non vedo che la pasta inizia a gonfiare ,poi metto il testo sulla leccarda del forno,tolgo il manico di legno (nel mio testo si svita) e inforno la leccarda sull'ultimissimo ripiano del forno che ho già acceso da qualche minuto col grill al massimo.
E' venuta così bene che sto ridonsiderando l'acquisto del fornetto..... :|?


Posso pubblicare la ricetta e i link alle pagine di questo forum su CI ? Mi piacerebbe farla vedere anche di là..... Grassie!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 14:23
da Maria Francesca
....Infatti, mi complimento anch'io con te, ottima quella del testo, vorrei comprarlo visto ciò che sei riuscita a farne, mi spieghi meglio com'è??
E' tipo una padella di ghisa, potresti postare una foto???? *smk* Chissà se qui riesco a trovarlo???

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 14:30
da cristiana
Maria Francesca oggi non riesco per la foto. Domani e se mi insegnano come si fa la metto (ma si può essere più rinco???)!!!
O al massimo avrai il link e andrai a vederla. Comunque si è una padella pesante e spessa per cui credo priorio sia in ghisa.
Io da vera VOLPE l'ho preso di due misure la piccola e la grande,mi sa che devo prendere la media,ma non ci voleva un genio a capirlo da subito....
Comunque l'ho acquistata in occasione della fiera del patrono qui a Modena (il 31 gennaio,per cui devo attendere ancora poco...per l'acquisto FURBO) da un ambulante che vendeva solo questo prodotto chiamato appunto "testo romagnolo" , per cui in qualche fiera di città dovresti trovarlo.
Comunque credo dicesse Annamaria di usare il testo perchè scalda di più della refrattaria, Forse (supposisizione mia) la cosa impostante è avere un supporto caldo che possa andare in forno,magari una padella antiaderente senza manico,una padella per crepes....ma aspetterei il suo parere.

A domani per la foto. E grazie!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 20:57
da Stefano S.
Innanzitutto vi ringrazio per avermi un po' rincuorato: ho preso il fornetto con una offerta coop (medello express Napoli) ma non sono molto contento, finora.
Adriano, ho provato al tua ricetta della pizza al piatto, col cornicione, ma col fornetto mi è venuta un pezzo di mattone. Non so dove ho sbagliato, ma ti dico che sono stato estremamente fedele alla tua ricetta.
CRISTIANAAAAAAAAAAAAAAA, mannaggia a te!!!!!!!! Non sai, non sai e poi fai queste meraviglie!!! Che invidia |^.^|
Ma ti mando un caro saluto :fiori:

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 24 nov 2008, 20:58
da Stefano S.
Ah, dimenticavo: un grazie particolare a Sandra, per la pulizia della pietra. Sono più tranquillo. Grazie grazie!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 25 nov 2008, 8:58
da cristiana
Maria Francesca ha scritto:Ok, non sò a quale link ti riferisci!!!! :saluto:


Ciao Francesca mi riferisco al link della foto del testo che ho promesso di metterti,dato che sono capace di pubblicare solo quello!!!! :lol:
Le foto che vedi sono visibili grazie alla pazienza a alla manina fatata di Rossella che è accorsa in mio aiuto : Nurse : .
Ieri sera non sono riuscita a fartela perchè ho dimenticato la macchina fotografica in ufficio!!! Perdomani,arriverò presto.


Carissimo Stefano! che piacere ritrovarti! Come stai? Grazie mille dei complimenti ma ti dirò che secondo me è tutta fortuna del principiante : WohoW : .
Non so quasi se riprovarci per non rimanere delusa....ha ha ha!
Allora dirotto i punti del Conad su altro articolo e continuo ad andare col testo nel forno? A dire la verità è un po' macchinoso,ma il risultato è veramente buono per cui il gioco vale la candela.
Mi permetto di chiederti se l'hai cotta per molto,visto che ti è venuta dura. Bollicina ha scritto che la pasta non deve colorire ma quando inizia a puntinare è praticamente cotta,la pizza biscotta quando sta troppo nel forno,lei parla di max due miinuti di cottura per una pizza piccolina come le sue.
Dai riprova....non gettare il fornetto nel dimenticatoio!!
Ormai è ora dei tuoi cantucci,l'anno scorso li ho fatti da regalare a Natale ed hanno avuto un successo strepitoso!!!

Luciana,grazie davvero!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 25 nov 2008, 9:25
da Sandra
Stefano S. ha scritto:Ah, dimenticavo: un grazie particolare a Sandra, per la pulizia della pietra. Sono più tranquillo. Grazie grazie!


Stefano Sandra é una primitiva ma pratica :lol: :lol: :lol:

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 25 nov 2008, 9:41
da Stefano S.
Sì Cristiana, probabilmente ho cotto troppo, devo riprovare. Si tratta di prenderci la mano. Del resto, tutti quelli che hanno il fornetto ne sono soddisfatti.
Un caro saluto anche a te!

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 26 nov 2008, 9:03
da cristiana
Immagine

Maria Francesca provo in tutti i modi a pubblicarti la foto,se vengono solo dei link prova a cliccarci sopra dovresti visualizzare l'immagine comunque.
Questa è la foto del mio testo misura piccola.

Immagine

Immagine

Non ce la posso fare,sono irrecuperabile..... comunque svitando l'anella che vedi in fondo al manico, è possibile staccarlo dalla padella e può essere messa agevolemente in forno.

Re: pizzette col ferrari e ricetta pizza con il lievito di birra

MessaggioInviato: 26 nov 2008, 13:57
da Maria Francesca
Si, ok è una bella padella in ghisa!!! Ti ringrazio :fiori:

forno pizza G3 Ferrari: comincio a sperimentare

MessaggioInviato: 5 set 2009, 0:55
da giornalista.cuoco
Sono passati dieci minuti o poco più dall'una [quando ho iniziato a scrivere questo post; nel frattempo si è fatto più tardi; nota aggiunta poco prima dell'invio] e sono appena salito su dopo aver finito di preparare un impasto a regola d'arte : Chef :, con lievito di birra giusto perché voglio escludere totalmente che eventuali problemi siano imputabili al lievito madre (se andrà tutto bene la prossima volta sperimenterò lo stesso impasto con il mio adorato lievito madre liquido):

- 800 grammi di farina W ~230 setacciata (157 grammi di miscela "Fiore" per pizza Le farine magiche Lo Conte, che è una 00 addizionata di glutine e sale marino iodato, e il resto Grandi molini italiani 0 per pizza in confezione a marchio "Tre mulini", prodotta per Eurospin)
- sale (rigorosamente marino) 3% sulla farina e 5% sull'acqua (ne ho aggiunto 20 grammi ai 3-4 grammi già contenuti nella parte di miscela Fiore)
- 480 grammi di acqua fredda (6% sulla farina)
- 0.3 grammi di lievito di birra secco in polvere (del Lidl, quello nelle bustine arancioni), in corrispondenza di 0.9 grammi di fresco (1‰, cioè 0.1%, sulla farina)
- un cucchiaino scarso di malto d'orzo in pasta (facoltativo; a me serve per prevenire le infondate quanto prevedibili obiezioni di mia madre sulla cottura della pizza : Chessygrin :)

In realtà inizialmente avevo previsto una dose da 400 grammi di farina (per quattro pizze), poi ho dovuto portarla a 800 perché mi sono accorto che il cucchiaino che stavo usando per dosare la farina aveva un'incrostazione di caffè (mannaggia a mia madre : Andry : :twisted:) e dunque per evitare di correre il rischio di conservare farina sporca ho raddoppiato la dose :mrgreen:
Non tutti i mali vengono per nuocere; da fonti attendibili rilevo infatti che gli impasti più grandi maturano meglio e, inoltre, se proprio dovessero avanzare (ma non ne sono molto convinto dato che una pizza da 160 grammi a testa è obiettivamente insufficiente, considerato che quelle delle pizzerie napoletane sono perlomeno da 200), procederò alla loro congelazione secondo un'idea che mi è venuta traendo spunto da questa tecnica di precottura combinata con una cosa che mi ha detto mia madre che ha visto fare a una sua amica. Praticamente precuocerò i dischi vuoti per 1-2 minuti, attenderò che si raffreddino e li congelerò impilati uno sull'altro; al momento del consumo saranno conditi ancora congelati e messi sulla pietra preriscaldata così... per 3-4 minuti ancora. In questo modo non occorreranno neanche le palette e dunque se i miei familiari oseranno adoperare il Ferrari in mia assenza non corro il rischio che mi imbrattino tutta la pietra! :wink:

Ho fatto andare avanti la macchina del pane per pochi istanti con l'acqua e circa la metà della farina. Quando si è formata la crema (che pare avesse un po' di grumi in superficie, ma poi sono rapidamente spariti) ho aggiunto a cucchiaiate il resto della farina e poi mentre formava l'impasto il sale. Ho fatto andare avanti le pale in totale per 15-20 minuti; al termine dell'impasto il cestello era freddo e questo significa che l'impasto non si era scaldato (la Tre mulini era stata conservata a temperatura ambiente, ma la Fiore e soprattutto l'acqua erano di frigorifero).
L'umidità nell'aria si è fatta sentire: l'impasto, nonostante un'idratazione secondo me standard (per la pizza che ho fatto sinora, in teglia, sono abituato a idratazioni più elevate), non è venuto asciuttissimo (si staccava dalle pareti, ma con un po' di difficoltà), comunque non ho voluto aggiungere un cucchiaio di farina ma ho preferito lasciarlo così, pensando di asciugarlo al momento della stesura. Aveva assunto un color marroncino chiarissimo (diciamo avorio. Qualcuno dice «panna» o «crema», ma per me la panna è bianca e la crema è gialla, almeno quella pasticciera, dunque per evitare equivoci non uso queste sinonimie per indicare colori...) perché il malto conferisce la sua caratteristica colorazione già durante l'impasto (a dire il vero io ne percepivo anche, sebbene leggerissimamente, l'odore, ma il mio olfatto e il mio gusto sono noti per essere estremamente sensibili, quindi non ci fate caso). Normalmente l'impasto viene bianchissimo se la farina è 00, vagamente grigiastro (beige) se la farina è 0 (con lo zucchero, che io non preferisco usare, al limite si colora in cottura).

Ho preso una zuppiera in ceramica e l'ho lavata (con mia madre non si sa mai... Neanche a farlo apposta dopo averla lavata internamente mi sono accorto che sul bordo esterno c'era una piccola incrostazione di pesto... :twisted:), senza asciugarla prima ci ho buttato dentro un bel po' di farina debole (e infatti pur avendola agitata per farla sgocciolare ho avuto l'impressione che la farina avesse fatto un tuffo in una pozzanghera: poco male) e poi ho preso con le mani l'impasto dalla macchina del pane. L'ho adagiato nella zuppiera, ci ho attaccato sopra i pezzetti rimasti incastrati intorno alle pale che si erano strappati mentre lo tiravo (il che mi ha fatto percepire il livello di incordatura, secondo me buono. Ovviamente *non* ho recuperato le – fortunatamente poche – incrostazioni rimaste sulle pareti del cestello; mi raccomando con chiunque di non farlo perché possono compromettere il risultato finale), ho lisciato la superficie molto grossolanamente e ho tappato la zuppiera con un piatto. A questo punto tutto in frigo, in un ripiano basso (quello subito sopra il cassetto per le verdure).
Ho intenzione di riprendere il tutto domattina alle 8 e di stagliare, cioè fare i panielli, questa volta ben tondi e lisci, un paio d'ore più tardi. Penso che comincerò la cottura alle 20.

Any suggestions?


Argomento accorpato a similare come da regolamento

Re:

MessaggioInviato: 5 set 2009, 2:06
da giornalista.cuoco
Immagini cancellate dal quote come da regolamento

: WohoW :
Peccato che non c'è un'icona equivalente al seguente smiley: :-O
Mi inchino dinanzi a cotanta maestria. Bravissime davvero. Potreste essere le prime pizzaiole napoletane donne della storia:!:
Ora me ne vado a ^sleep^, ma mi avete fatto venir voglia di D:Do... Meno male (per la linea) che a quest'ora non saprei come procurarmi qualcosa di anche lontanamente simile ai vostri capolavori...
Complimenti!