Utenti vecchi e nuovi: Il piatto preferito in casa tua

Ricette

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Messaggioda carla » 1 mar 2007, 11:08

il mio piatto preferito? il manzo alla California. La mia mamma lo fa benissimo però anch'io riesco a riprodurlo bene.
California è un paesino in Brianza, niente a che vedere con la California al di la dell'oceano.
Si prende un bel pezzo di manzo o vitellone, quello con la venatura gommosa in mezzo, lo chiamano aletta oppure pernice, comunque carne adatta ad essere brasata e lo si infarina leggermente.
Si fa sciogliere del burro nella casseruola, ottime le casseruole pesanti, tipo LeCreuset, magari aggiungendo un goccino di olio per non far bruciare il burro, ma la ricetta tradizionale prevede solo burro, si mette mezza cipolla grossa a fette non troppo sottili, si fa appassire appena, si aggiunge la carne e si rosola bene. Poi si aggiunge un po' di vino bianco, si fa evaporare, un paio di cucchiai di aceto di vino, evaporare, mettere nella casseruola una bella cipolla intera steccata con 2 o 3 chiodi di garofano e del brodo bollente. Far cuocere a fuoco basso finchè la carne sia tenerissima, aggiungendo brodo bollente se si asciuga e sale a gusto. Se il brodo è ben saporito basta poco sale.
A fine cottura il sugo sarà bello denso e la cipolla intera sarà non dico disfatta, ma molto molto morbida.
Passare al setaccio questo fondo, cipolla compresa, togliendo però i chiodi garofano e aggiungere della panna fresca liquida. Far restringere e servire la carne a fette, irrorata di questo sugo. Noi l'abbiamo sempre accompagnata con purè di patate.
E' una ricetta tradizionale e quindi vecchissima, la panna fa parte della tradizione culinaria milanese, già al tempo che fu Stendhal chiamava i milanesi "panneroni".
Addirittura era usanza mangiare il pan de mein intinto in scodellozze di panna!
carla
carla
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 25 nov 2006, 18:43

Messaggioda gatta » 2 mar 2007, 13:47

Mi è venuta in mente un'altra cosa che mi piaceva tanto: le melanzane impanate e fritte. Mi ricordo ancora che le faceva mia nonna d'estate in campeggio.
Sì, la mia nonna era un tipo da campeggio, ma nella tenda c'era una cucina attrezzatissima, in campeggio ha fatto di tutto, anche i pisarei e fasò piacentini.
Dunque, dicevo che mi ricordo quelle delle vacanze di quando ero bambina, perchè erano melanzane più buone, eravamo in Romagna, quindi probabilmente erano raccolte da poco, tagliate a fette, impanate con l'uovo e il pangrattato come una cotoletta, fritte e mangiate subito.
Che meraviglia!!!! :D
Avatar utente
gatta
 
Messaggi: 166
Iscritto il: 22 dic 2006, 15:50
Località: Milano

Messaggioda Sandra » 3 mar 2007, 0:22

Sto facendo un giro d'Italia strepitoso, grazie !!Tante usanze a me del tutto ignote.
Per quello che riguarda casa nostra, io non sbaglio mai se faccio delle cotolette alla milanese od alla bolognese, quindi nulla di esotico o strano da raccontare!!Anche le polpette fatte con avanzi di bollito e prosciutto hanno un successo notevole.Nulla di francese quindi. :) :) :) Sandra
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9019
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Messaggioda rosanna » 7 mar 2007, 21:33

spaghetti alla puttanesca, pasta e patate con provola, gatto' di patate, frittata di pasta, parmigiana di melanzane. le ricette credo che siano note..o no ?
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 5130
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

ragù per pasta all'uovo

Messaggioda Frabattista » 7 mar 2007, 23:11

Se tra le ricette della mia famiglia come c'è per tradizione la pasta all'uovo, ci deve essere necessariamente il suo più classico accompagnamento cioè il raù di carne. Tradizionale è l'accostamento tagliatelle e ragù, ma a casa il ragù che preparo non è esattamente quello tradizionale: mia madre lo preparava in un modo, quello certificato a Bologna è un'altra cosa, mi suocera mi ha dato alcuni utili suggerimenti, il mio si è adattato ai gusti di tutti i miei familiari e poi di tanto in tanto modifico la ricetta. Ecco quindi il

Ragù per le tagliatelle

500 gr di carne di maiale (io trito per lo più polpa di spalla ben ripulita dagli scarti)
350 gr di passata di pomodoro
100 gr di trito degli ortaggi sedano carota e cipolla
100 gr di olio evo
Mezzo bicchiere di vino bianco
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di dado (non è più un dado) vegetale in polvere senza glutammato e grassi idrogenati aggiunti
Sale pepe


A freddo metto nella casseruola la carne, il sale il dado e le verdure tritate
Lentamente faccio rosolare fino al restringimento dei succhi.
Aggiungo il vino e continuo fino a che si asciuga.
Intanto è passata quasi 1 ora; se la carne è stagionata può trascorrere meno tempo.
Aggiungo il pomodoro, il concentrato e un bicchiere di acqua calda.
Trascorrono altre 2 ore, se necessario si aggiunge altra acqua.


Varianti: a volte aggiungo in partenza 50 gr di prosciutto crudo tritato (amiche e vicina di casa)
Altre volte a metà cottura un pugnetto piccolo di porcini secchi rinvenuti e tritati con un goccio della loro acqua filtrata. (suocera)
Ultima: pisellini verso fine cottura, (lo faceva mia madre ed io trovo che sia meglio con i 50 gr. di prosciutto tritato)

Nel ragù che faceva una volta mia madre metteva a volte la salsiccia, ma a me non piace.
Invece una variante che non riesco più a proporre è quella con le zampette spuntate, bollite e spellate e anche le creste di pollo
Ora non si trovano e si dovrebbero usare in un ragù che cuoce più di quanto io non faccia. Queste zampette e creste di pollo cotte sono buonissime, inoltre ricordo che davano una particolare consistenza al ragù rendendolo più legante.
Ultimo ingrediente che ho abbandonato nel ragù di casa sono i fegatini e durelli di pollo tritati. A me piacevano poco nel ragù, allora mia madre li tagliava grossolanamente per permettermi di scartarli.

Immagine Immagine Immagine Immagine

nell'ultima foto c'è una porzione di ragù finito e pronto per essere messo sigillato in freezer.
ciao a tutti :D :D :D
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 985
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Messaggioda rosanna » 8 mar 2007, 6:31

Spaghetti alla puttanesca

per 4 persone:
300 gr. di spaghetti (anche linguine)
5 cucchiai di olio ev
2 spicchi d'aglio
300 gr. di pomodorini
30 gr. di capperi sotto sale
40 gr. di olive nere
peperoncino
prezzemolo

Far dorare l'aglio nell'olio ed eliminarlo, aggiungere i capperi sciacquati rapidamente ed aggiungere i pomodorini privati dei semi ed il peperoncino. Far cuocere non più di 5 minuti. Prima di spegnere aggiungere le olive tagliate grossolanamente e abbondante prezzemolo.


Pasta e patate

300 gr. pasta mista o mezze maniche
400 gr. di patate
5 cucchiai olio ev
cipolla piccola 30/40 gr.
un gambo di sedano
30 gr. pancetta a cubetti
scorza di parmigiano
sale

Far rosolare la cipolla tagliata sottilmente aggiungere le patate tagliate a cubetti la pancetta ed un pezzetto di scorza di parmigiano, il sedano tagliuzzato, sale poi acqua da coprire il tutto. La pasta la cuocio da parte, c'è chi cuoce tutto insieme. Alla fine la consistenza deve essere molto morbida e prima di servire aggiungo provola tagliata a cubetti. Abbondante il parmigiano. Come tipo di pasta prediligo le mezze maniche.


Gattò di patate

Patate Kg. 1 Kg e mezzo
Uova n. 3 tuorli e 2 albumi
Burro gr. 80
Parmigiano gr. 100
Pecorino gr. 40
Latte ¼ l.
Salame gr. 70
Prosciutto cotto gr. 150
Fiordilatte (mozzarella) gr. 1500
Provola di bufala gr. 300
sale gr. 15
pepe q.b.
noce moscata q.b.
pangrattato q.b.

Cuocere a vapore le patate con la buccia e schiacciarle ancora calde per ridurle a puree. Aggiungere quindi il burro, i formaggi, i tuorli ed i salumi tagliuzzati (il salame a fette sottili poi spezzettato, il prosciutto cotto a cubettini). Regolare di sale, pepe e noce moscata e versare tanto latte caldo quanto ne assorbe il composto che alla fine deve essere molto morbido. La quantità  di latte dipende dalla qualità  delle patate. Montare bene gli albumi con un pizzico di sale ed aggiungerli delicatamente.
Ungere col burro lo stampo e spolverarlo di pangrattato. Mettere sul fondo metà  del composto ed alternare fiordilatte e provola tagliati sottilmente. Ricoprire con l'altra metà  spolverare col pangrattato ed infiocchettare di burro.
Infornare per 40 min. circa a 180°

Frittata di pasta

300 gr. di spaghetti
3 uova
parmigiano
burro una noce
100 gr. di prosciutto cotto
150 gr. di mozzarella/provola
sale e pepe


Cuocere gli spaghetti al dente, scolare la pasta ed aggiungere il burro, ed una volta raffreddata le uova ed il parmigiano, un pizzico di sale e pepe. Riscaldare olio nel tegame, versare metà  della pasta e su questa i latticini ed il prosciutto. Coprire con il resto della pasta e far cuocere a fiamma bassa. Aiutarsi con un coperchio per girare la frittata. A volte invece del prosciutto metto melanzane a funghetto e mozzarella.

Parmigiana di melanzane di Lydia

Quella tradizionale è fatta così:
Si tagliano le melanzane a fette (per lungo), si salano, si mettono in uno scolapasta con un piatto sopra.
Nel frattempo si prepara un bel sugo, io uso la passata, abbastanza denso, senza olio (le melanzane fritte ne rilasciano parecchio) e con molto basilico.
A questo punto si premono le melanzane e si friggono in abbondante olio ben caldo, facendole colorire appena, e si mettono su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso.
Si prende una pirofila, si mette un bel mestolo di sugo e si alternano strati di melanzane a parmigiano grattugiato, fiordilatte a pezzetti (è meno acquoso della mozzarella), basilico e sugo.
Si ultima con sugo, parmigiano e basilico e si inforna.


Questa è la ricetta di lydia, io metà  delle melanzane le griglio un'altra metà  le friggo, così viene più leggera ed il sugo lo faccio con poco olio.
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 5130
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Messaggioda Frabattista » 10 mar 2007, 7:45

:thud:

maremma beata!!!!.... nelle metropoli si trova veramente di tutto!!!!
ciao !!!! :D :D
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 985
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Messaggioda AMR » 14 mar 2007, 15:08

Spaghetti alla puttanesca fatti però con olive nere originali di Gaeta, carne alla pizzaiola con contorno di melanzane alla " picchipacchio" che se eseguite in abbondanza possono essere l'indomani mischiate alle penne rigate o meno con abbondante pecorino sardo o romano. Mentre invece il sugo della carne alla pizzaiola può fare da condimento a dei bei bucatini come nuovo primo. Insomma come diciamo noi: frienne e magnanne.
Alberto M.R.
L'unico modo per liberarsi di una tentazione é abbandonarsi ad essa.
Oscar Wilde
Avatar utente
AMR
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 4 gen 2007, 17:42

Ricette

Messaggioda AMR » 14 mar 2007, 18:56

Non pensavo che necessitasse la ricetta della carne alla pizzaiola. Da noi già la dizione é tutto: pizzaiola. Si definisce alla pizzaiola un sugo trattato con aglio ed origano,
Per le ricette io sono un po' negato , specialmente per la messa in" bella".
Comunque qualche cenno mi fa piacere darlo.
Carne alla pizzaiola: le fette di carne da ordinare devono essere tratte dalla locena.
Si fa rosolare in olio evo l'aglio rosso tagliato a pezzettoni. Quando biondo chiaro si fanno rosolare per trenta secondi per lato ( andare oltre si rischia di mangiate "suole di scarpa", le fette di carne che a vedersi son brutte , per le signore in dieta permannente e con il miccio al naso, ma sono indicate per la bisogna. Si tolgono man mano dopo ogni singola operazione. Finita la rosolatura della carne, si versa il contenuto in pelati di una scatola da 400gr ben puliti da pellicine e parti dure. I restanti pomodori pelati vanno schiacciati con la forchetta nel piattio fondo e versati nel soffritto di olio ed aglio e sugo della carne e fatti cuocere a fuoco vivace, avendo cura dopo un po' di versare anche l'altro siero e sangue che la carne avrà rilasciato nel piatto. Quando il sugo sarà ben ristretto versare la carne e l'origano profumato ( strofinato tra le palme delle mani) e rigirando portare a cottura nei pochi minuti necessari. Salare verso la fine della cottura dell carne al sugo.
I MACCHERONI CHE SI ADATTANO BENE A QUESTO TIPO DI SUGO sono i bucatini . Il formaggio , MIO preferito , é il parmiggiano reggiano.Quindi , come sempre, un secondo che é utile anche come primo. La carne come secondo , va servita tiepida e con sughetto per contorno..
Alberto M.R.
L'unico modo per liberarsi di una tentazione é abbandonarsi ad essa.
Oscar Wilde
Avatar utente
AMR
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 4 gen 2007, 17:42

Messaggioda Frabattista » 14 mar 2007, 22:10

AMR ha scritto
ll pollo é ancora uno sbarbatello che non ha diritto ad incontrare le gallinelle belle. belle dette anche pullanchelle


più che giusto!!! :oops: mi sono espressa in modo vago e sommario!....
però le zampette ce le hanno tutti polli, gallinelle, capponi, faraone...... :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 985
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Messaggioda fabrizio » 16 mar 2007, 14:10

Un consiglio a tutte le mamme: Cucinate la carne alla pizzaiola con la ricetta di Alberto ai vostri bambini. Una vera bonta'! E' uno di quei piatti che ci cucinava la mamma e di cui non rimaneva la minima prova. La scarpetta riguardava piatti e padella che rimanevano come non usati..
fabrizio
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 27 nov 2006, 14:35
Località: milano / napoli

Messaggioda AMR » 17 mar 2007, 18:38

fabrizio ha scritto:Un consiglio a tutte le mamme: Cucinate la carne alla pizzaiola con la ricetta di Alberto ai vostri bambini. Una vera bonta'! E' uno di quei piatti che ci cucinava la mamma e di cui non rimaneva la minima prova. La scarpetta riguardava piatti e padella che rimanevano come non usati..


Grazie FABRIZIO, si vede che hai della tua infanzia felici , "gradevoli" e succosi ricordi.
Hai ragione é anche il mio piatto preferito , ma occorre che il macellaio dia la carne giusta. Ho visto pizzaiole in cottura , in un passato di pomodoro , che durava 40 minuti!!!!
Alberto M.R.
L'unico modo per liberarsi di una tentazione é abbandonarsi ad essa.
Oscar Wilde
Avatar utente
AMR
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 4 gen 2007, 17:42

zucchine ripiene

Messaggioda Frabattista » 29 mar 2007, 11:06

Ecco una non ricetta , semplice ma piuttosto apprezzata in casa.
(per il figlio carnivoro devo togliere proprio le zucchine!!)

Serve per riutilizzare le carni avanzate: un po' di lesso e un pezzetto di arrosto e magari anche una piccola bistecca rimasta in fondo al freezer, l'interno dello zucchino, prezzemolo con poco aglio tritati, parmigiano, pangrattato, 1 uovo.

con questi ingredienti tritati farcisco le zucchine, per mio figlio formo delle polpettine che metto nel tegame insieme agli zucchini, non si accorge che c'è molta polpa vegetale nell'impasto!!!!

ieri ho preparato zucchini tondi mai usati prima: erano belli e freschi, molto spizzandrilli!!!!

Immagine

ciao a tutti!!!!
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 985
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Messaggioda Typone » 29 mar 2007, 11:23

Ebbrava la nostra furbetta!

:wink:

T.
Typone
 

Messaggioda Rossella » 29 mar 2007, 11:30

un classico a casa sopratutto per i miei figli che lo adorano, sono i fagiolini lessi, li condisco a caldo con aceto, senape, olio evo, cipollina fresca, insieme a patatine lesse a vapore
:D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda livia » 30 mar 2007, 8:22

la pasta al forno, il timballo di anelletti alla siciliana, la braciola di maiale, la calamarata

La pasta al forno è " leggera", rispetto alle altre pasta al forno che faccio, ma a noi piace moltissimo: tagliatelle fatte in casa, sugo di pomodoro fresco con tanto basilico, carne di maiale tritata e rosolata in padella, pisellini lessati, tanto formaggio ( io ne compro di latte misto, da un contadino cilentano) e mozzarella; mischio tutto e metto a dorare in forno.

Il timballo di anelletti l'ho imparato da un'amica, ed è sempre festa quando lo preparo.. in uno stampo a pareti alte metto del burro, lo spolvero con pangrattato alle spezie, e intanto cuocio la pasta; a parte, preparo un sugo con maiale macinato e piselli ( e pomodoro, ovviamente); mentre il sugo cuoce, trifolo dei funghi champignon, affetto del caciocavallo e del salame napoletano. Condisco la pasta con un uovo sbattuto e col sugo, evitando di prendere piselli e carne, poi formo il fondo della " scatola" , e le pareti; farcisco con piselli, carne, funghi, formaggio, salame e formaggio grattugiato, copro col resto della pasta e inforno fino a doratura.

La braciola di maiale è semplicissima: batto le fette di maiale, vi stendo 1 fetta di prosciutto crudo o di speck, unisco un trito di prezzemolo, aglio, peperoncino, formaggio grattugiato, pinoli e capperi; arrotolo e cuocio nel sugo.

la calamarata: cuocio la pasta formato calamari; taglio a rondelle dei calamari piccoli, li verso in padella con 2 scatole di pomodorini, aglio, pochissimo olio e lascio cuocere. A cottura ultimata, aggiungo del prezzemolo tritato e del pepe nero di mulinello, e salto la pasta nel sugo. E' un piatto buonissimo e leggero:-)
livia
 

Ciao a tutti

Messaggioda elazz » 30 mar 2007, 13:52

E' la prima volta che scrivo, l'ennesima che leggo e copio...
innanzitutto compliemnti a tutti!!!
Ho deciso di partecipare a questa discussione proprio perchè possono partecipare anche le pasticcione come me!!!

Il piatto che vorrei proporre è una semplice pasta con calamari e piselli...
si prendono x 4 persone, 2 bei calamari, si spelano e si puliscono con cura; si tagliano a pezzetti e si fanno rosolare in 2 cucchiai d'olio, solo per pochi minuti; si sfuma poi con 2 cucchiai non di più- di vino rosè o bianco. A crudo si aggiunge un pomodoro pelato tagliato a tocchetti o, in mancanza, un cucchiaino di concentrato diluito in un po' di acqua.
A parte si passano i piselli in padella con un po' di olio; nel frattempo si cucinano i paccheri in abbondante acqua salata.
A cottura ultimata, si scola la pasta nella padella con i calamari, si aggiungono i piselli e si spolvera con un po' di prezzemolo e un cucchiaino -ino-ino di pesto genovese.

Anche una punta di peperoncino non ci sta male..
Alternativa: carciofi invece dei piselli.
Spero vi piaccia... a presto!

Elazz
elazz
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 12 feb 2007, 17:20

Re: Ciao a tutti

Messaggioda Rossella » 30 mar 2007, 13:58

elazz ha scritto:E' la prima volta che scrivo, l'ennesima che leggo e copio...
innanzitutto compliemnti a tutti!!!
Ho deciso di partecipare a questa discussione proprio perchè possono partecipare anche le pasticcione come me!!!


Ciao ti dò il mio benvenuto qui, non mi sembra di avere letto la tua presentazione :D e stai tranquilla, chi più chi meno ci si diverte tutti insieme "pasticciando" , imparando cresciamo. :wink:
grazie per la ricetta.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda biarob » 3 apr 2007, 13:52

Per le sere d'inverno , fra i piatti preferiti a casa mia , sicuramente c'è la "pasta e fagioli"!

Preparo un soffritto con due cucchiai di olio evo , 50 g. di pancetta(a volte uso lo speck) tritata , uno spicchio di aglio e qualche ago di rosmarino tritati. Aggiungo circa 500 g. circa di fagioli borlotti precedentemente lessati ( alla peggio una scatola e mezza di borlotti ben scolati), la metà grossolanamente schiacciati, aggiungo circa l. 1, 5 di brodo vegetale , un pizzico di sale e proseguo la cottura per 20 minuti. A questo punto aggiungo la pasta ( ditalini o maltagliati) e continuo la cottura per il tempo indicato sulla confezione . Servita con una spolverata di pepe e un filo di olio evo.
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

Messaggioda bdionisi » 4 apr 2007, 8:58

uno dei miei piatti preferiti è la minestra con le patate
faccio soffriggere l'olio evo con un po' di cipolla, sedano e carota, aggiungo le patate, un po di concentrato di pomodoro e poca acqua, fintanto che si ammorbidiscono le patate, dopo aggiungo acqua, se ne ho a disposizione le croste di parmigiano, finiscono la cottura, aggiungo la pasta e a tavola oppure la classica amatriciana
Barbara
Avatar utente
bdionisi
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 3 apr 2007, 12:07
Località: Ciampino

PrecedenteProssimo

Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee