una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Tore76 » 18 ago 2013, 10:40

Scusate il post poco serio ma il cuore nella mollica mi ha galvanizzato :ahaha:

Immagine
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Clara » 18 ago 2013, 13:35

Che bello Salvatore quel buco a cuore :D
E' lo stesso pane della ricetta che hai postato QUI?
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Tore76 » 18 ago 2013, 15:10

Clara ha scritto:Che bello Salvatore quel buco a cuore :D
E' lo stesso pane della ricetta che hai postato QUI?


No questo è il classico Pain Rustique del libro di Hamelman.

50% poolish e farina Petra 1, con due giri di pieghe.

Al momento sto solo tentando di far venire la crosta croccante ma non mi riesce :( per il piacere dei miei bimbi che invece vivono di mollica ;)
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Sandra » 18 ago 2013, 16:37

Troppo bello!!!Per essere banali si potrebbe dire fatto con il cuore...l'ho detta!!! :lol: :lol:
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Clara » 18 ago 2013, 17:34

Quoto Sandra, è il cuore che ci hai messo tu nel farlo :D

Tore76 ha scritto:
Clara ha scritto:Che bello Salvatore quel buco a cuore :D
E' lo stesso pane della ricetta che hai postato QUI?


No questo è il classico Pain Rustique del libro di Hamelman.

50% poolish e farina Petra 1, con due giri di pieghe.

Al momento sto solo tentando di far venire la crosta croccante ma non mi riesce :( per il piacere dei miei bimbi che invece vivono di mollica ;)


Allora puoi riportare la ricetta anche qui per favore? Primo perchè la vogliamo sapere e poi così non dobbiamo spostare il post :D Grazie :wink:
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Luciana_D » 18 ago 2013, 20:21

Ma e' stupendo :=:! :=:! :=:!

e la ricetta? : orologio:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11829
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Tore76 » 18 ago 2013, 22:21

Ecco la ricetta, tratta direttamente dal libro "Bread a baker's book of techniques and recipes" di J.Hamelman

Il risultato in termini di alveolatura è simile alla ricetta che ho postato precedentemente, ma il profumo del pane è più intenso e la sua conservazione migliore.

Ricetta a con pre-fermentazione "Poolish"

Farina da me scelta Tipo 1
Idratazione totale 69%
Sale totale 2%
Lievito di birra fresco 1.5% (moltiplicare per 0.3 per i valori disidratati)

Grammature per una pagnotta:

400gr di farina
276gr di acqua
8gr di sale
1.8gr di lievito disidratato

Per il poolish (valori da sottrarre a quelli precedenti, se non avete farina tipo 1 usate la manitoba)

200gr di farina
200gr di acqua
0.2gr di lievito

Mescolare con la frusta e lasciare riposare per tutta la notte (l'impasto sarà quasi triplicato, pieno di bolle e lievemente depresso nel centro)

Al mattino successivo:
Aggiungere al poolish i 76gr di acqua rimanenti e i 200gr di farina. Fare assorbire il tutto e lasciare riposare per 30 minuti. Si tratta di una piccola autolisi che non viene influenzata dal poolish che da solo non basta ad alterare il volume dell'impasto in un così breve tempo ma che consentirà un'incordatura velocissima successivamente. A questo stadio l'impasto è molto grezzo.

Superato questo primo tempo aggiungere il lievito residuo (1.6gr), dare una piccola impastatina e mettere il sale. Lavorate fino ad avere un impasto morbido e liscio (sarà ancora un po appiccicoso ma deve staccarsi senza troppa fatica dalla boule).

Lasciate riposare 25 minuti.
Fare il primo folding.
Lasciare riposare 25 minuti.
Fare il secondo folding.
Lasciare riposare 25 minuti.

Attenzione, contrariamente alle classiche pieghe di rinforzo che si usa dare all'impasto, nella precedente fase lasciate la chiusura verso l'alto!
Trascorsi gli ultimi 25 minuti dalle ultime pieghe con molta delicatezza capovolgete l'impasto e depositatelo sulla placca da forno rivestita da carta da forno. Se ci riuscite, senza sgonfiare e senza fare pressione, rimboccate lievemente l'impasto dei bordi per levare i bordi imperfetti delle pieghe.
Non dovete in alcun caso dare una forma, come avviene in altre ricette.

Lasciate riposare ancora una ventina di minuti e infornate a 220° per 35 minuti. Ma la temperatura è indicativa e dipende dal forno.


Ecco la ricetta, non brevissima ma semplice. Con questo metodo ho provato la rimacinata di grano duro ma non è stato un gran successo... resta abbastanza compatto, devo studiarmi qualcosa... :saluto:
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore

Messaggioda Donna » 19 ago 2013, 10:05

Sfido chiunque a riproporre quel cuore! :clap:

Che tipo di farina usi? marca intendo.... il folding ripetuto a cosa serve? a me i pani ad alta idratazione mi si spatasciano un po´, ma a noi va bene..non vado in mostra :oops:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Clara » 19 ago 2013, 13:47

Grazie Salvatore, ho modificato il titolo del posto così è più chiaro.
Lo proverò prima possibile appena ritorno al nord :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6382
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Tore76 » 19 ago 2013, 17:40

Donna ha scritto:Sfido chiunque a riproporre quel cuore! :clap:

Che tipo di farina usi? marca intendo.... il folding ripetuto a cosa serve? a me i pani ad alta idratazione mi si spatasciano un po´, ma a noi va bene..non vado in mostra :oops:


Io mi sto trovando benissimo con la farina Petra 1. Non è economicissima però il pane è favoloso e regge bene le alte idratazioni.

Il folding serve a stringere la maglia glutinica. In questo caso rende l'impasto più sodo ogni volta, maneggiandolo con cura riesci ad avere una pagnotta che nel forno si svilupperà in altezza anziché rilassarsi a focaccia. Provare per credere, prima facevo lievitare e via in forno, ottenendo sempre delle simil-ciabatte. Con le pieghe a tre (se cerchi su youtube folding hamelman è spiegato benissimo) il pane diventa tutta un'altra storia.

Così appena infornato (guarda come è bassa)
Immagine
Così da cotto:
Immagine

Guarda questo video, verso i 4.50 min fa un folding. In questa ricetta durante i folding non devi capovolgere l'impasto e quando sposti l'impasto sulla teglia fai quel movimento che fa Hamelman per dare una forma tondeggiante ai bordi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ZnxiawZoL4A[/youtube]
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Sandra » 19 ago 2013, 21:20

Grazie!!!!
Mi hai fatto venire quasi voglia di rifare del pane :D Se poi mi viene anche un cuore stupendo!!!! :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda anavlis » 20 ago 2013, 6:53

Grazie : WohoW : mi piace molto il tuo pane :clap: :clap: perfetto anche nelle spiegazioni :wink:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Donna » 20 ago 2013, 14:54

sal,
ho letto attentamente ma non mi trovo quando dici:

Superato questo primo tempo aggiungere il lievito residuo (1.6gr)
cioe´? quale e´il mio lievito residuo?

Lo faro´appena torno dalla breve vacanza.
Grazie *smk*
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Tore76 » 20 ago 2013, 18:13

Il lievito nel poolish è di soli 0.2gr e quello che metti nell'impasto finale 1.6gr (totale ricetta 1.8gr)

Fammi sapere come ti sei trovata. Se poi hai dubbi posso provare a fare una descrizione più dettagliata, anche se sono nuovo nel ruolo... In genere sono io a chiedere :|?

:wink:
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Sandra » 20 ago 2013, 22:01

Il lievito nel poolish è di soli 0.2gr e quello che metti nell'impasto finale 1.6gr (totale ricetta 1.8gr)


Questo é chiaro, di lievito di birra fresco quindi ne mettero' in tutto 5,4 gr/400 gr di farina? Ovvero 0,6 nel poolish e 4,8 nell'impasto finale?
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8435
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Tore76 » 21 ago 2013, 9:08

Sandra ha scritto:
Il lievito nel poolish è di soli 0.2gr e quello che metti nell'impasto finale 1.6gr (totale ricetta 1.8gr)


Questo é chiaro, di lievito di birra fresco quindi ne mettero' in tutto 5,4 gr/400 gr di farina? Ovvero 0,6 nel poolish e 4,8 nell'impasto finale?


Sì perfetto.

Solo una piccola nota: se fa freddo, vedi in inverno, nulla toglie che si può mettere più lievito nel poolish. In questo caso bisogna comunque sottrarlo dalla quantità totale. Il poolish può essere fatto anche in versione accelerata (anche se perde efficacia nel conferire aroma e bisogna stare molto attenti) mettendo metà del lievito totale è lasciando fermentare solo due o tre ore.
Tore76
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 10 ago 2013, 13:20

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda misskelly » 21 ago 2013, 13:17

molto bene..spiegazione perfetta :clap: :clap: :clap:
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Rossella » 22 ago 2013, 7:07

Sandra ha scritto:Grazie!!!!
Mi hai fatto venire quasi voglia di rifare del pane :D Se poi mi viene anche un cuore stupendo!!!! :D

Considerando che il mio LM, l'ho lasciato morire miseramente dopo un'inverno di premure e coccole, potrei ricominciare a panificare...
Grazie, ricetta ben spiegata e dettagliata :clap:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Gaudia » 27 ago 2013, 18:58

Tore76 ha scritto: Con questo metodo ho provato la rimacinata di grano duro ma non è stato un gran successo... resta abbastanza compatto, devo studiarmi qualcosa... :saluto:


Con questi buconi hai fatto la felicità di Luciana :lol: :lol: :lol:
Io da buona siciliana amo il pane "compatto", fatto con la farina rimacinata di grano duro o con la farina di Castelvetrano; insomma il pane che ti si "inchiumma" nello stomaco proprio come il piombo :lol: .
Pensa che ho cominciato a fare il pane da quando sono arrivata a Roma dove invece trovo il casereccio che più buchi tiene e più è considerato buono :shock:
Lo proverò questo pane, mi piace; grazie Salvatore. Io di solito faccio la biga la sera prima ma proverò con il poolish.
Userò il ldb: mi confermi le dosi indicate? In realtà mi sembrano eccessive; io per 1 chilo di farina uso 4-5 grammi di lievito in tutto e 600/650 di acqua
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: una mollica col cuore/ pain rustique di Hamelman

Messaggioda Luciana_D » 27 ago 2013, 19:42

Gaudia ha scritto:
Tore76 ha scritto: Con questo metodo ho provato la rimacinata di grano duro ma non è stato un gran successo... resta abbastanza compatto, devo studiarmi qualcosa... :saluto:


Con questi buconi hai fatto la felicità di Luciana :lol: :lol: :lol:
Io da buona siciliana amo il pane "compatto", fatto con la farina rimacinata di grano duro o con la farina di Castelvetrano; insomma il pane che ti si "inchiumma" nello stomaco proprio come il piombo :lol: .
Pensa che ho cominciato a fare il pane da quando sono arrivata a Roma dove invece trovo il casereccio che più buchi tiene e più è considerato buono :shock:
Lo proverò questo pane, mi piace; grazie Salvatore. Io di solito faccio la biga la sera prima ma proverò con il poolish.
Userò il ldb: mi confermi le dosi indicate? In realtà mi sembrano eccessive; io per 1 chilo di farina uso 4-5 grammi di lievito in tutto e 600/650 di acqua

Ci puoi scommettere Gaudia :lol: :lol: :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11829
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee