Trinidad doubles

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Trinidad doubles

Messaggioda imercola » 19 gen 2015, 18:41

Un'altra ricetta "strana", questa volta dai Caraibi e precisamente da Trinidad and Tobago, gentilmente fattami conoscere dalla mia amica e vicina originaria di li'. E un tipico e diffusissimo street food (magari si potrebbe creare una forum a parte per finger food e street food?!?)

Doubles:

DSC00029-001.JPG


Ricetta presa da qui

Ingredienti per 18 ”double”

Bara (pasta esterna)

1 lb flour – 450 gr farina
1 tsp saffron powder (tumeric) – 1 cucchiaino di zafferano (io ho usato la curcuma)
1 tbsp. baking powder – 1 cucchiaio di lievito per dolci (senza vaniglia)
1 tsp yeast – 1 cucchiaino di lievito di birra essiccato in granuli
1/4 tsp. sugar – 1/4 cucchiaino di zucchero
1 tsp. salt – 1 cucchiaino di sale
2 cups water – 2 tazze di acqua
1 tbsp. oil – 1 cucchiaio di olio

oil for frying – olio per friggere

Mescolate farina, curcuma, i due lieviti, sale e zucchero in una ciotola. Aggiungete l’acqua e impastate fino ad ottenere un impasto compatto e liscio. formate una palla, lasciatela nella ciotola e versate il cucchiaio di olio su tutta la superficie. Coprite la ciotola con un tovagliolo e fate riposare per un’ora, o finche’ raddoppia in volume.

Ungete legermente una superficie/piatto/teglia che userete per appoggiare le palline di pasta e formate appunto delle palline di 5 cm di diametro.

Scaldate l’olio su fiamma medio-alta. Prendete una pallina e allungatela con le vostre mani (la consistenza non e’ come quella della pasta della pizza, ma piu’ fine), la pizzella deve essere piuttosto sottile. Se la pasta si attacca alle mani, abbiate l’accortenza di bagnarle con acqua o ungerle leggermente con olio. Friggete le pizzelle per pochi secondi per lato.

Nota: di solito gli street foood vendor , dopo che hanno fritto lla pasta, le mettono in un icebox vuoto (ovviamente senza ghiacccio) che usano come contenitore e che chiudono. questo non solo permette alle bare di rimanere calde, ma anche di rilasciare del vapore, il che le rende soffici, anche se appena fritte erano croccanti. Per poter ottenere lo stesso risultato, dopo che le ho tolte dalla padella, le ho messe in uno scolapasta (cos’'i’ l’olio scola via) e le ho coperte con un coperchio.



Channa (dahl di ceci)


Per la channa ho usato dei ceci in scatola (3 lattine), scolati e ben sciacquati. Ma volendo potrete usare ceci secchi, messi ammollo tutta la notte e poi cotti finche’ teneri.


3 can of chickpeas (channa) - 3 confezioni di ceci in scatola
2 tbsp. oil – 2 cucchiai di olio
1 tsp. curry – 1 cucchiaino di curry dolce
1 tsp. saffron (tumeric) – 1 cucchiaino di curcuma in polvere
1 tsp. geera (cumin)- 1 cucchiaino di cumino tostato
1 tsp. masala – 1 cucchiaino di masala in polvere
2 cloves garlic, chopped finely – 2 spicchi di aglio tritsti finissimi
1/2 onion, chopped finely – 1/2 cipolla, finemente tritata
5 leaves chadon beni ( cilantro), chopped finely – cilantro fresco
salt and pepper to taste – sale e pepe a piacere

Riscaldate l’olio in una padela dai bordi alti su fiamma media. Mescolate le spezie con 1/4 di tazza di acqua e versatele nella padella. cuocete per qualche secondo, poi aggiugnete aglio e cipolla e saute’ finche’ dorati e l’acqua e’ comletamente evaporata. Aggiungete i ceci, coprite con tanta acqua giusto per corpirli a filo e cuocete per 20 minuti. Poco prima di terminare la cottura, schiacciate a pure’ la meta’ dei ceci. comletate con cilantro fresco tritato, sale e pepe.



Chutney di cetriolo

ricetta presa da qui

1 cetriolo grande, con la buccia, senza semi
1 cucchiaio di shadow beni (sostituito da cilantro fresco), tritato
1 cucchiaio di erba cipollina (sostituito da cipolla rossa), tritata
1 scotch-bonnet pepper (peperoncino habanero), tritato
4 spicchi di aglio, tritati finissimi
2 cucchiaini di succo di lime
½ cucchiaino ognuno di- sale e pepe nero, o a gusto
¼ cucchiaino di zucchero muscovado

Tagliate 3/4 del cetriolo a dadini, grattuggiate il pezzo restante. Mescolate tutti gli ingredienti. Per quanto riguarda il peperoncino aggiungetelo graadualmente, finche’ raggiungete la piccantezza desiderata. Potete anche ometterlo e servire – come d’usanza- una salsa piccante a lato, da versare a piacere sui doubles.
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Trinidad doubles

Messaggioda Rossella » 20 gen 2015, 6:06

Scaldate l’olio su fiamma medio-alta. Prendete una pallina e allungatela con le vostre mani (la consistenza non e’ come quella della pasta della pizza, ma piu’ fine), la pizzella deve essere piuttosto sottile. Se la pasta si attacca alle mani, abbiate l’accortenza di bagnarle con acqua o ungerle leggermente con olio. Friggete le pizzelle per pochi secondi per lato.

Quando prepari queste pizzelle le prepari prima e poi friggi, o man mano che le formi le tuffi nell'olio caldo?
Grazie, gran bella ricetta! *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Trinidad doubles

Messaggioda imercola » 20 gen 2015, 8:10

Rossella ha scritto:
Scaldate l’olio su fiamma medio-alta. Prendete una pallina e allungatela con le vostre mani (la consistenza non e’ come quella della pasta della pizza, ma piu’ fine), la pizzella deve essere piuttosto sottile. Se la pasta si attacca alle mani, abbiate l’accortenza di bagnarle con acqua o ungerle leggermente con olio. Friggete le pizzelle per pochi secondi per lato.

Quando prepari queste pizzelle le prepari prima e poi friggi, o man mano che le formi le tuffi nell'olio caldo?
Grazie, gran bella ricetta! *smk*


Per il tipo di consstenza che hanno, molto appicciacos, le devi fare man mano. Se guardi il link ti fai un'idea delal pasta e di come maneggiarla!
Si dice che l'appetito vien mangiando, ma in realta' viene a star digiuni. (Toto')

Imma

Il mio blog: http://www.caffeinefor2.blogspot.com

Le mie foto: http://www.flickr.com/photos/8639796@N05/
Avatar utente
imercola
 
Messaggi: 935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:42
Località: Westhill, Scozia

Re: Trinidad doubles

Messaggioda cinzia cipri' » 4 nov 2016, 8:20

bellissima questa ricetta!
Penso di prepararle per stasera (ho messo i ceci ammollo ieri, ma non avevo ancora idea di come prepararli).
Mi chiedo se posso prepararle prima e poi servirle verso le 19:30 :|?
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Trinidad doubles

Messaggioda cinzia cipri' » 4 nov 2016, 23:26

2.jpg
ceci.jpg
la versione per l'aperitivo
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee