Trachanàs ovvero Xidòhondros...Quid est?

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Trachanàs ovvero Xidòhondros...Quid est?

Messaggioda Typone » 12 set 2007, 15:28

Questo è:

Immagine

Immagine

Ne sapete quanto prima, direte, e avrete ragione... :lol:

Il trachanàs o xydòhondros è una cosa turca e greca strana, ovvero molto particolare.
Si tratta di grano fresco bollito in un misto di latte di pecora e di capra, con o senza aggiunta di yogurt a seconda del grado di acidità che si desidera, che dopo la bollitura si lascia coperto per 24 ore ad assorbire il liquido, poi seccato al sole (o in forno se industriale) a polpettine informi (l'industria gli da forma più regolare). Si conserva per anni all'asciutto in un contenitore che chiude bene.
Come si usa:
prevalentemente nelle zuppe di carne, ma anche in quelle di verdure e brodi vari.
Negli stufati di carne e a volte nelle salse.
Non cercatelo nei ristoranti in Grecia, non lo serve nessuno perché ha un sapore abbastanza forte che gli stranieri per la maggior parte non gradiscono. In più non si mangia mai d'estate perché è molto calorico e riempitivo...Si tratta dunque di un piccolo "segreto" casalingo che i greci e i turchi si tengono per sé...Ma per noi i segreti non esistono ! :)

T.
Typone
 

Messaggioda Dida » 12 set 2007, 15:51

Interessante, ma come fa a conservarsi per tanto tempo? Basta l'asciugatura in forno?
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2201
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda Typone » 12 set 2007, 16:57

Dida ha scritto:Interessante, ma come fa a conservarsi per tanto tempo? Basta l'asciugatura in forno?

Si, Dida, come la pasta secca...Quand'è secco è proprio secco. Naturalmente non va esposto ad umidità...

T.
Typone
 


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee