TORTA MOKA

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

TORTA MOKA

Messaggioda Donna » 19 giu 2008, 20:08

Stasera stò diventando matta a ricercare qui la crema moka che feci quest'inverno...ed invece l'avevo messa su CI..PARDONNNNNNNN AMMINISTRATRICI :thud: :thud: :thud: :thud:
Siccome ormai non archivio più nulla in quanto ho qui il mio archivio personale (guai a voi se chiudete!!! :mazza: :mazza: )...chiedo il permesso di postare qui la tortina che feci....
TORTA MOKA
Realizzare il pan di spagna al caffe’:

6 uova medie
150 gr di zucchreo
150 gr di farina OO
Un cucchiano di lievito
2 cucchiai di caffe’ solubile amaro

Crema di burro al caffe’
2 uova intere
300g di burro
100g di zucchero a velo
6 cucchi di brandy
3 cucchiai di caffe’ solubile

Per la Bagna
Caffe’ d’orzo e Brandy,

Ho montato a bagno maria le uova con lo zucchero, e il caffe’ solubilizzato nel brandy fino ad ottenere una spuma abbastanza liquida.
Quindi ho fatto raffreddare.
Ho montato il burro ammorbidito e l’ho aggiunto allo zabaione.
E’ venuta una crema morbida e per niente stucchevole.
Per la farcitura ho fatto la classica chantilly alla francese montando solo panna con zucchero a velo a cui ho aggiunto del caffe’ in polvere.

mi salvo pure la foto che chissà dove è andata a finire....
Immagine

Sempre per archivio metto la risposta di giorgia....
Ciao Donatella ti metto la ricetta della mia torta Moka.
Torta moka.
Ingredienti per 10 persone:
375 gr. di zucchero al velo,
300 gr. di farina,
225 gr. di burro,
12 uova,
10 gr. di backing,
vanillina.

Procedimento:

1) Separate i rossi dai bianchi e montate i rossi con lo zucchero fino a che il composto non è raddoppiato di volume.
2) Unite la farina setacciata e i bianchi montati a neve ai rossi d'uovo.
3) Chiarificate il burro ed unitelo al composto.
4) Per ultimo unite il lievito.
5) Foderate una tortiera di media grandezza, versatevi il composto ed infornate a 180° per 20 minuti, poi a 160° per 10-15 minuti. 6) Lasciate freddare e tagliate la torta ricavandone tre strati uguali, bagnate con uno sciroppo profumato al caffè (2) e liquore a base di caffè.
7) Su ogni strato, spalmate abbondante crema moka e ricomponete la torta ricoprendola con altra crema moka in maniera decorativa..

Crema moka (o crema burro al caffè).
Ingredienti:
375 gr. di burro,
½ litro di crema inglese al caffè.

Procedimento:
1) Lavorate con una frusta il burro in un pulsonetto fino a renderlo morbido e spumoso.
2) Quando sarà raddoppiato di volume iniziate ad incorporare la crema inglese poco per volta, montando in continuazione e stando attenti a girare sempre dalla stessa parte.
La crema al burro deve essere mantenuta a temperatura ambiente.

Crema inglese Ingredienti:
1 litro di latte,
10 rossi d'uovo,
300 gr. di zucchero,
1 bustina di vanillina o la stecca di vaniglia.

Procedimento:
1) Unite i rossi con lo zucchero e la vanillina, montate finché non diventano spumosi e biancastri.
2) Fate scaldare il latte con la vaniglia se l'avete.
3) Stemperate le uova con poco latte intiepidito. Aggiungete il resto del latte e filtrate il tutto al cinese.
4) Fate cuocere a bagnomaria prestando attenzione a non far bollire l'acqua del bagnomaria.
5) Mescolate continuamente con una frusta o una spatola.
6) Si riconosce la cottura quando immergendo la spatola e soffiandovi leggermente sopra s'intravede la sagoma di una rosa.
7) Una volta cotta, togliete immediatamente dal fuoco e versatela in un altro recipiente freddo per fermarne la cottura.

Si serve fredda in accompagnamento ad altri dolci (torte, mousse). per fare la crema inglese al caffè aggiungrere 2 caffè e del liquore al caffè a piacere e volendo un po' di polvere di caffè.
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3318
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Rossella » 19 giu 2008, 21:38

Siccome ormai non archivio più nulla in quanto ho qui il mio archivio personale (guai a voi se chiudete!!! :mazza: :mazza: )...chiedo il permesso di postare qui la tortina che feci....
|:P

mai permesso fu più accordato :lol: :lol:
idem per l'archivio, ho tutto qui :wink:
non amo i dolci al caffè..questa volta passo ;-)) :saluto: *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: TORTA MOKA

Messaggioda cinzia cipri' » 29 set 2009, 16:42

up up up
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Flaviasole » 30 set 2009, 17:25

Ho assaggiato diverse volte questa torta, la fa,identica, la mamma di un mio amico.
Credimi, non smetterei di mangiarla, ma devo assolutamente evitare di pensare a tutto quel burro!!!!
Flaviasole
 
Messaggi: 54
Iscritto il: 16 lug 2007, 23:09
Località: Roma

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Donna » 13 giu 2017, 15:10

<^UP^> <^UP^>
mi serve per fare i quadrotti monoporzione per il prossimo catering
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3318
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Clara » 13 giu 2017, 18:38

Allora fai fotine per noi :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6370
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Donna » 14 giu 2017, 7:01

Clara ha scritto:Allora fai fotine per noi :D

Certo! ^fleurs^
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3318
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: TORTA MOKA

Messaggioda anavlis » 14 giu 2017, 7:55

Una bella foto!!! *smk*
purtroppo per me è impensabile prepararla : Sad :
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: TORTA MOKA

Messaggioda Donna » 6 lug 2017, 12:28

Aggiorno finalmente qui la ricetta usate per fare questi semifreddi diplomatici alla crema caffe´.
Immagine

1o GIORNO:
Innanzitutto ho preparato la base di pasta Genovese, stessa ricetta di Giorgia MAngiapepe
Ingredienti per 10 persone:
375 gr. di zucchero al velo,
300 gr. di farina,
225 gr. di burro,
12 uova,
10 gr. di backing,
vanillina.

Procedimento:

1) Separate i rossi dai bianchi e montate i rossi con lo zucchero fino a che il composto non è raddoppiato di volume.
2) Unite la farina setacciata e i bianchi montati a neve ai rossi d'uovo.
3) Chiarificate il burro ed unitelo al composto.
4) Per ultimo unite il lievito.
5) Foderate una tortiera di media grandezza, versatevi il composto ed infornate a 180° per 20 minuti, poi a 160° per 10-15 minuti.

2ndo giorno:
Crema moka al burro:
Crema di burro al caffe’
2 uova intere
300g di burro
100g di zucchero a velo
6 cucchi di brandy
3 cucchiai di caffe’ solubile

La crema inglese
1 litro di latte,
10 rossi d'uovo,
300 gr. di zucchero,
1 bustina di vanillina o la stecca di vaniglia.
7-8 gr di gelatina in fogli
Cuocere come per procedimento non superando gli 80 gradi. Aggiungere alla fine la gelatina re_ idratata e far raffreddare bene, aggiungere la la crema moka al burro e montare e amalgamare con una frusta a mano.
Mentar la crema inglese raffredda e si stabilizza un po´, , ho foderato una teglia a bordi alti prima con pellicola e poi con uno strato sottile di torta genovese. Ho bagnato con liquore al caffe´diluito e spennellato. Ho distribuito la crema inglese mischiata con crema moka al burro. Coperto con un´altro strato di pasta Genovese. Ricoperto con pellicola e lasciato in frigo a rapprendersi con un peso leggero (se notate che non e´in piano).
COPERTURA diplomatici
In un pentolino dal fondo spesso, unite 60 ml di caffè liquido con 80 gr di zucchero portando il tutto ad ebollizione. In un altro, battete con la frusta 80 grammi di tuorli d’uovo, aggiungete a filo il composto al caffe´e continuate a battere fino ad ottenere una crema.
Pesate 300 gr e preparate una panna semimontata. Cominciate pian piano ad aggiungere il 2 cucchiai di mascarpone fino a finirlo del tutto (250gr della sua confezione).
Spalmate la crema sui diplomatici , spolverate con polvere di caffe´solubile e fate rapprendere in frigo.
Una volta stabilizzato, potete tagliare I diplomatici delle dimensioni che piu´vi aggradano e decorando con un chicco di caffe´.
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3318
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: TORTA MOKA

Messaggioda rosanna » 6 lug 2017, 14:19

:-P o :p:
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4406
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AhrefsBot e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee