torta fritta di Parma

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

torta fritta di Parma

Messaggioda Gaudia » 15 gen 2018, 12:21

La mangiavamo nelle trattorie di Parma accompagnata dai loro salumi, quando mio marito lavorava lì.
Poi una signora parmigiana mi ha mandato la ricetta:

Farina 00 : gr 500
Strutto : gr 60
Lievito di birra : gr 40
Strutto o olio per friggere
Sale

PREPARAZIONE:

Versare la farina sulla spianatoia, unire un cucchiaino di sale, lo
strutto e il lievito di birra diluito in ¼ di litro di acqua tiepida
(oppure latte).
Lavorare bene gli ingredienti, avvolgere la pasta in un tovagliolo e
lasciarla lievitare – in un luogo tiepido – per almeno 1 ora.
Trascorso questo tempo, stendere la pasta con il mattarello (o la
macchina) facendo una sfoglia di circa 3 mm di altezza.
Tagliare la pasta in rombi della grandezza desiderata e friggerli nello
strutto o olio bollente.
Quando saranno dorati, scolarli e posarli su carta assorbente.
Sono buonissimi con salumi e/o formaggi e – il mattino seguente se
avanzano - nel caffelatte …
la feci allora e ricordo che ho diminuito il lievito ma di quanto :|?
DSCF2264.JPG
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda TeresaV » 15 gen 2018, 13:47

Grazieeee Gaudia *smk*
Avatar utente
TeresaV
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: 17 gen 2013, 6:44
Località: Bruxelles

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Clara » 15 gen 2018, 13:56

Ah ma è come un gnocco fritto! :D

Che buoni, grazie Gaudia :D
clara
***********
Non demordete mai dalle vostre idee. Se ne siete convinti mantenetele fino all'ultimo.
"Che le vostre risposte siano sì - no" e soprattutto non cercate di spiegare il sì e il no perchè ogni spiegazione è già un compromesso. Camilleri
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 7325
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda anavlis » 15 gen 2018, 14:01

belli! : Groupwave :
il lievito va ridotto e di parecchio :shock: è davvero eccessivo e andrebbe inserito prima del sale ed alla fine aggiungere lo strutto.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Gaudia » 15 gen 2018, 14:15

anavlis ha scritto:belli! : Groupwave :
il lievito va ridotto e di parecchio :shock: è davvero eccessivo e andrebbe inserito prima del sale ed alla fine aggiungere lo strutto.

Silvana hai ragione ed io mi sono regolata come dici tu per quello che riguarda il lievito e il sale però ho cercato la ricetta su un libro di ricette parmensi che mi aveva regalato la stessa persona e là viene riportata uguale uguale.
Per quello che riguarda lo strutto so che vado contro le regole ma io lo inserisco sempre all’inizio
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2661
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda miao » 15 gen 2018, 17:10

Bellissimi gaudia :clap:
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 4508
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Patriziaf » 15 gen 2018, 17:26

Il lievito dipende anche dalla quantità di tempo che abbiamo per aspettare la lievitazione .
Secondo i miei canoni per 500gr di farina 1 O 2 gr sono sufficienti impastando il giorno prima.
Lo stesso giorno ne possono bastare 5gr.
Che ne dite?
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 3362
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda anavlis » 15 gen 2018, 18:44

Patriziaf ha scritto:Il lievito dipende anche dalla quantità di tempo che abbiamo per aspettare la lievitazione .
Secondo i miei canoni per 500gr di farina 1 O 2 gr sono sufficienti impastando il giorno prima.
Lo stesso giorno ne possono bastare 5gr.
Che ne dite?

Perfetto! E se si prepara prima il lievitino ancora meglio. Io impasto gr 2 di ldb con acqua e farina in una tazza da latte e copro con la pellicola. Bastano anche 4 ore (lo lascio a temperatura ambiente tutta la notte e al mattino presto impasto) per avere il crescente e con quello fare l'impasto.

Purtroppo le ricette del dopo guerra hanno tutte un eccesso di ldb. Stessa cosa quando le nostre mamme scoprirono il lievito Bertolini, nelle ricette se ne trovano almeno 2 buste!
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda anavlis » 15 gen 2018, 18:50

Gaudia ha scritto:
anavlis ha scritto:belli! : Groupwave :
il lievito va ridotto e di parecchio :shock: è davvero eccessivo e andrebbe inserito prima del sale ed alla fine aggiungere lo strutto.

Silvana hai ragione ed io mi sono regolata come dici tu per quello che riguarda il lievito e il sale però ho cercato la ricetta su un libro di ricette parmensi che mi aveva regalato la stessa persona e là viene riportata uguale uguale.
Per quello che riguarda lo strutto so che vado contro le regole ma io lo inserisco sempre all’inizio


Gaudia, anch'io non capivo la regola dell'inserimento dei grassi alla fine, dopo l'incordatura. Adriano, ma ho letto anche altri interventi, spiega che inserirlo prima il grasso fa "scivolare" la maglia glutinica che non si serra bene come dovrebbe. La spiegazione mi é sembrata logica e quindi accetto il consiglio degli esperti e procedo secondo questi canoni.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda TeresaV » 16 gen 2018, 13:59

Signore care,
è vero che oggi (fortunatamente per la salute e per il gusto) si usa sempre meno ldb e che i grassi andrebbero aggiunti alla fine per le ragioni esposte da Silvana ma suggerirei anche di “contestualizzare” un po’ il discorso: qui stiamo parlando di “torta fritta”, “gnocco fritto”o “crescentine” che dir si voglia.
Lo avete mai mangiato?
Non c’e’ alcuna mollica all’interno, nessuna alveolatura, quindi probabilmente non ha molto senso porsi il problema di dover ben serrare la maglia glutinica.
È uno di quei classici impasti casalinghi che in Emilia si fanno il pomeriggio per la sera per accompagnare i loro tipici salumi ed i formaggi, non è una pizza da mettere in frigo il giorno prima. E vada pure per il lievitino, se si hanno tempo e voglia a disposizione, ma come Patrizia stessa diceva, la quantità di ldb dipende solo dal tempo che abbiamo a disposizione e sotto i 40gr di ldb ci sono tante grammature ragionevoli tra cui scegliere senza per questo dover impastare il giorno prima anche una cosa così semplice come lo gnocco fritto.
Avatar utente
TeresaV
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: 17 gen 2013, 6:44
Località: Bruxelles

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Donna » 16 gen 2018, 20:54

Bbbono lo gnocco fritto!
:=:!
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3683
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Sandra » 25 gen 2018, 14:20

Buone le crescentine : Chessygrin :
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8503
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda Dida » 26 gen 2018, 10:22

Mia suocera, modenese, lo faceva solo con bicarbonato, niente lievito. E mio marito lo fa ancora cosi'.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2935
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda anavlis » 26 gen 2018, 11:08

Dida ha scritto:Mia suocera, modenese, lo faceva solo con bicarbonato, niente lievito. E mio marito lo fa ancora cosi'.


Dida, metti la ricetta! grazie *smk*
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: torta fritta di Parma

Messaggioda cinzia cipri' » 13 lug 2018, 10:54

sto provando a farli senza glutine ai multicereali.
Segno subito che per la miscela che ho usato servono 70 grammi di acqua in più.
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6290
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee