Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli

Ricette

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli

Messaggioda Rossella » 28 nov 2006, 7:18

Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli.jpg
Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli

ingredienti
20 carciofi
Un mazzo di cipollotti freschi
150gr. di pinoli
150 gr. di passolina
olio evo sale e pepe nero
2 arance grosse e succosa(navelina)
un limone
2 cucchiai di zucchero
mollica di pane

preparazione

Scoccare i carciofi dalle foglie esterne, eliminare le punte, (solo il cuore)dividerli a metà pulirli dalla barba e tagliarli sottili.
Ungere una pirofila di olio e spolverare di pan grattato, fare uno strato con i cuori di carciofi, sale, pepe una spolverata di mollica, pinoli e passolina, una grattata della buccia dell' arancia, olio evo, e la cipolletta fresca tagliata, proseguire cosi con gli strati , ultimando con il pan grattato, e abbondante olio evo, infornare a 200° per circa 30/40m. quando la torta sarà dorata e i cuori cotti uscitela dal forno, a parte avrete spremuto l’arancia e il limone a cui avrete aggiunto lo zucchero, quindi bagnare in modo uniforme la torta di carciofi.( qualora fosse necessario dopo il riposo eliminare l’eccesso di olio)
Lasciarla riposare, per gustarla al meglio sarebbe opportuno prepararla un giorno prima.
nota:
Un piatto tipicamente Palermitano, l'ho imparato da mia suocera.


P.s.
Ho chiarito meglio così come mi ha fatto notare Rosanna, la cipolletta tritata va aggiunta man mano insieme a tutti gli altri ingredienti man mano che si fanno gli strati.
Ultima modifica di Rossella il 2 gen 2007, 14:38, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli

Messaggioda Rossella » 1 gen 2007, 10:41

Torta di carciofi all'arancia con uvetta e pinoli


Rifatta ieri, a grande richiesta della padrona di casa e dei suoi ospiti :P
in effetti è davvero buona, sta bene su una tavola ricca di piatti dai sapori diversi, perchè riequilibra' il palato :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 2 gen 2007, 14:20

Ross, che portata è ? Tu a che punto del pranzo la servi e cosa può accompagnare???

grazie :)
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Rossella » 2 gen 2007, 14:35

ddaniela ha scritto:Ross, che portata è? Tu a che punto del pranzo la servi e cosa può accompagnare???

grazie :)


indifferentemente dalla carne al pesce, lo servo come contorno.
E' un piatto che ha sempre tanti consensi, quando viene assaggiato i commensali ci tornano sempre perchè è un piatto che definiscono particolarmente buono, aiuta a "pulire"il palato lasciandoti una sapore cosi gradevole da non volere aggiungere altro dopo.
p.s.
correggo la ricetta due arance spremute , non una.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Esprit Libre » 2 gen 2007, 16:03

Bellissima ricetta che copio-incollo perchè mi hai dato un'idea meravigliosa per la prossima cena o pranzo :) :)
Grazie, Rossella :)
ciao e
Buon anno a tutti/e
EL
Non c'è più il futuro di una volta....
frase scritta su un muro dell'estrema periferia milanese

Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe.
Il cuore ha sempre ragione.
da una pubblicità  in TV
Avatar utente
Esprit Libre
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:15
Località: Il paese dei Sogni

Messaggioda ddaniela » 2 gen 2007, 22:22

Esprit Libre ha scritto:Bellissima ricetta che copio-incollo perchè mi hai dato un'idea meravigliosa per la prossima cena o pranzo :) :)
Grazie, Rossella :)
ciao e
Buon anno a tutti/e
EL


Appena posso la provo anche io.

Ma tu farai 20 carciofi? Io pensavo di ridurre la dose :)
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Esprit Libre » 2 gen 2007, 23:43

ddaniela ha scritto:
Ma tu farai 20 carciofi? Io pensavo di ridurre la dose :)

No, avevo già in mente di adattare le dosi :)
A questo proposito, faccio una domanda a Rossella: quanti carciofi conti a persona oppure ti regoli in un altro modo?
Non c'è più il futuro di una volta....
frase scritta su un muro dell'estrema periferia milanese

Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe.
Il cuore ha sempre ragione.
da una pubblicità  in TV
Avatar utente
Esprit Libre
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:15
Località: Il paese dei Sogni

Messaggioda Rossella » 2 gen 2007, 23:52

Esprit Libre ha scritto:
ddaniela ha scritto:
Esprit Libre ha scritto:Bellissima ricetta che copio-incollo perchè mi hai dato un'idea meravigliosa per la prossima cena o pranzo :) :)
Grazie, Rossella :)
ciao e
Buon anno a tutti/e
EL


Appena posso la provo anche io.

Ma tu farai 20 carciofi? Io pensavo di ridurre la dose :)

No, avevo già in mente di adattare le dosi :)
A questo proposito, faccio una domanda a Rossella: quanti carciofi conti a persona oppure ti regoli in un altro modo?

non devete contare i carciofi in base alle persone, i carciofi ci vogliono e parecchi, ora visto che si utilizzano solo i cuori e la torta deve avere una certa consistenza in quanto si compone man mano a vari strati vi sconsiglio di diminuire la quantità, piuttosto aumentate la cipolletta fresca. :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 3 gen 2007, 7:54

Allora aspetto che la faccia E.L. prima di me. 8) :D

Ma scusa con le tue dosi quante porzioni vengono?
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Rossella » 3 gen 2007, 8:23

ddaniela ha scritto:Allora aspetto che la faccia E.L. prima di me. 8) :D

Ma scusa con le tue dosi quante porzioni vengono?

se proprio vuoi diminuire le dosi, fallo in funzione anche della teglia, gli strati ci devono essere e anche tanti :lol:
ma quanto siete sfaticate però :P
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda carlam » 3 gen 2007, 8:42

Rossella la voglio provare , riducendo le quantità ma la servirò come secondo, dato che siamo solo i due!
carla
Avatar utente
carlam
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 2 gen 2007, 9:04
Località: brescia

Messaggioda Rossella » 3 gen 2007, 11:02

Allora la teglia che utilizzo per quella quantità è di 22cm, ora regolatevi voi :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda carlam » 3 gen 2007, 18:59

Rossella avevo qualche timore per via dello zucchero invece è veramente buono, un sapore molto equilibrato, un gusto fresco che lo rende adatto anche ad una cena importante!
Immagine
carla
Avatar utente
carlam
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 2 gen 2007, 9:04
Località: brescia

Messaggioda Mariella Ciurleo » 8 gen 2007, 10:36

CRONACA DI UN INSUCCESSO

Carissima Rossella, sabato ho preparato il tortino, ma il risultato non mi ha soddisfatto per niente. Forse mi è sfuggito qualche passaggio... Immagine

Ho usato 12 carciofi del tipo sardo, li ho tagliati a lamelle con la mandolina, li ho messi a strati con la cipolla fresca (due mazzetti) e tutti gli altri ingredienti in proporzione. Ho utilizzato una teglia di alluminio da 20 cm.
Devo dire che la teglia per quella quantità era quasi piccola: ho dovuto un po' pressare per far entrare tutto.

Poi, i 40 minuti a 200° si sono rivelati decisamente insufficienti: carciofi e cipolletta erano decisamente "troppo croccanti" (per non dire crudi), ma me ne sono accorta dopo il giorno di riposo. Inoltre, e penso proprio a causa della scarsa cottura, non sono riuscita a farne delle fette, ma la porzione mi si è miseramente "disunita" in un caos primordiale! Immagine

Visto che però voglio riprovare a farlo, vorrei chiarire anche altri dubbi:
quanto olio va usato in totale?
Va aggiunto qualche altro liquido in cottura?
Il succo degli agrumi va versato nella teglia di cottura o il tortino va prima sformato e poi bagnato?

Aiutatemi... Immagine
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda Rossella » 8 gen 2007, 10:53

Mariella Ciurleo ha scritto:CRONACA DI UN INSUCCESSO

Carissima Rossella, sabato ho preparato il tortino, ma il risultato non mi ha soddisfatto per niente. Forse mi è sfuggito qualche passaggio... Immagine

Ho usato 12 carciofi del tipo sardo, li ho tagliati a lamelle con la mandolina, li ho messi a strati con la cipolla fresca (due mazzetti) e tutti gli altri ingredienti in proporzione. Ho utilizzato una teglia di alluminio da 20 cm.
Devo dire che la teglia per quella quantità  era quasi piccola: ho dovuto un po' pressare per far entrare tutto.

Poi, i 40 minuti a 200° si sono rivelati decisamente insufficienti: carciofi e cipolletta erano decisamente "troppo croccanti" (per non dire crudi), ma me ne sono accorta dopo il giorno di riposo. Inoltre, e penso proprio a causa della scarsa cottura, non sono riuscita a farne delle fette, ma la porzione mi si è miseramente "disunita" in un caos primordiale! Immagine


Il tempo di cottura in forno è sempre approssimativo, i forni non sono tutti uguali, per la prossima volta se vorrai provare controlla personalmente la cottura dei carciofi con una forchetta toccando il cuore prolungando il tempo di cottura in base al tuo forno, per la teglia va bene cosi per quella quantità, visto come si abbassa poi?

Mariella Ciurleo ha scritto:Visto che però voglio riprovare a farlo, vorrei chiarire anche altri dubbi:
quanto olio va usato in totale?
Va aggiunto qualche altro liquido in cottura?
Il succo degli agrumi va versato nella teglia di cottura o il tortino va prima sformato e poi bagnato?

Aiutatemi... Immagine



Non ho mai misurato l'olio che aggiungo, per ogni strato è comunque abbondante, nessun liquido va aggiunto ancora, e la spremuta va aggiunta appena sfornato dal forno, poi lo lascio riposare fino al giorno seguente, e solo allora lo tiro fuori.
Visto la delicatezza del tortino se hai notato fodero la teglia con la carta forno cosi poi sarà  semplice uscirlo facendo scivolare la carta da sotto se ci riesci(non sempre a dire il vero)
Al taglio difficilmente avrai una fetta netta, la mancanza di uova non lo consente, è naturale che si sfalda un pò :wink:
a presto Rossella
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Mariella Ciurleo » 8 gen 2007, 11:18

Rossella ha scritto:Il tempo di cottura in forno e' sempre approssimativo, i forni non sono tutti uguali, per la prossima volta se vorrai provare controlla personalmente la cottura dei carciofi con una forchetta toccando il cuore prolungando il tempo di cottura in base al tuo forno


In effetti, mi sono fatta trarre in inganno dall'aspetto ben gratinato della superficie. La prossima volta lo fara' cuocere sicuramente di piu' ed adottera' il sistema forchetta. Immagine

Rossella ha scritto:Non ho mai misurato l'olio che aggiungo, per ogni strato e' comunque abbondante, nessun liquido va aggiunto ancora, e la spremuta va aggiunta appena sfornato dal forno, poi lo lascio riposare fino al giorno seguente, e solo allora lo tiro fuori.


Forse ho messo poco olio, per il resto ho fatto come dici tu. Immagine

Rossella ha scritto:Visto la delicatezza del tortino se hai notato fodero la teglia con la carta forno cosi poi sara' semplice uscirlo facendo scivolare la carta da sotto se ci riesci(non sempre a dire il vero)
Al taglio difficilmente avrai una fetta netta, la mancanza di uova non lo consente, e' naturale che si sfalda un po'



Ho foderato la teglia, anche perche ' altrimenti, essendo di alluminio, non avrei potuto tenerci un giorno gli agrumi (acidi) a riposare.

Non ho avuto nessuna difficolta' a sformare, ma la fetta... altro che "sfaldarsi un po'! Immagine

Grazie per i chiarimenti Immagine e se, come penso, nel week end ritentero' l'esperimento, ti faro' sapere.
Magari, se mi ricordo di caricare le batterie della digitale Immagine, faccio qualche foto.

Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda Rossella » 8 gen 2007, 11:25

Mariella Ciurleo ha scritto:In effetti, mi sono fatta trarre in inganno dall'aspetto ben gratinato della superficie. La prossima volta lo farà cuocere sicuramente di più ed adotterà il sistema forchetta. Immagine


Più che del sistema "forchetta" fidati della tua esperienza :wink:
Grazie
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Mariella di Meglio » 8 gen 2007, 14:48

Ross, ma quanto pan grattato, uvetta e pinoli usate??? :lol: :lol:
Avatar utente
Mariella di Meglio
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 25 nov 2006, 19:29

Messaggioda Ghedins Junior » 9 gen 2007, 2:22

anche io ho una domanda, quando dici mollica intendi pan grattato o proprio mollica di pane fresco?
La voglio provare uno dei prossimi giorni. Troppo bella!
Grazie
Sara
Ghedins Junior
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 27 nov 2006, 6:19
Località: San Francisco

Messaggioda AngelaG » 26 dic 2007, 15:55

Ho fatto questo tortino per il pranzo di Natale, il sapore era ottimo ma ho trovato difficoltà a farlo cuocere senza liquidi, dopo il tempo di cottura consigliato il tornito risultava troppo crudo così ho dovuto aggiungere un pò d'acqua per far terminare la cottura.
AngelaG
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 lug 2007, 21:02
Località: Roma

Prossimo

Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee