tigelle

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

tigelle

Messaggioda maria rita » 14 nov 2011, 10:29

Immagine

la ricetta è del nostro amico modenese Gianni, compagno di viaggi in moto, di escursioni estive e sugli sci. Presumo l'abbia avuta da sua madre. Le vacanze estive vengono sempre concluse da una "tigellata", perciò per noi hanno un significato ed un sapore particolare. Vanno mangiate appena fatte, tagliate a metà e farcite. Nel modenese la farcia più caratteristica è un battuto di lardo profumato con uno spicchio d'aglio spremuto e un trito di rosmarino, cosparso dentro la tigella da un cucchiaino abbondante di parmigiano grattugiato. Ottime anche con prosciutto crudo, formaggi morbidi come lo squacquerone ma anche il gorgonzola o lo stracchino. Si "innaffiano" con il lambrusco o altro vino rosso leggero e un po' frizzante.

Ingredienti:

  • gr.500 farina 00 (io Caputo rossa)
  • 1 cubetto di Ldb
  • 1 cucchiaino da caffè di sale (ne ho messi 10 gr.)
  • 1 noce di burro (pesata gr. 40)
  • latte qb
Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido e ben incordato. Lasciar lievitare 2 ore. Stendere la pasta col mattarello ad uno spessore di 4 o 5 mm. Con un coppapasta tagliare dei dischi di 7/8 cm.
Reimpastarei ritagli di pasta e ricavarne altri dischi fino ad esaurimento, si ottengono 28/30 tigelle. Posarle su un vasoio (uso quelli in cartone da pasticceria), coprire e far rilievitare.
Scaldare la tigelliera sul fuoco lento rigirandola spesso su entrambi i lati. Quando ha raggiunto la giusta temperatura porvile tigelle 7 alla volta, chiudere e rigirare spesso finchè appaiono dorate.

La tigelliera non va unta ma pulita semplicemente con acqua ed una spugna ruvida.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: tigelle

Messaggioda Luciana_D » 14 nov 2011, 10:52

Belle ^rodrigo^
La tigelliera e' obbligatoria ??
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: tigelle

Messaggioda maria rita » 14 nov 2011, 10:58

penso di sì perchè vanno rivoltate ed il testo è di ghisa pesante, ma se si fanno i nodini in padella forse si possono fare anche le tigelle.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: tigelle

Messaggioda Luciana_D » 14 nov 2011, 11:02

Come vedi l'utilizzo dell'attrezzo elettrico per fare toast ?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: tigelle

Messaggioda miao » 14 nov 2011, 11:42

:shock: Come son belle Mariarita ^rodrigo^ mi attirano molto provero' anchio, ma con la tigelliera e' tutta un altra cosa :D
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: tigelle

Messaggioda Gaudia » 14 nov 2011, 12:00

Che meraviglia Maria Rita; D:Do io proverò a cuocerle in una padella antiaderente perchè non ho l'attrezzo e non ho intenzione di comprarlo :no: :no:
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: tigelle

Messaggioda misskelly » 14 nov 2011, 14:50

....che belle... : Thumbup : : Thumbup :
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1961
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: tigelle

Messaggioda Clara » 14 nov 2011, 15:23

Che belle le tue tigelle Maria Rita, e che bella la tigelliera ^rodrigo^
L'avevo vista in un negozio quando siamo andati vicino a Bologna, ma era domenica ed era chiuso
e non ho potuto acquistarla :sad:
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6380
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: tigelle

Messaggioda maria rita » 14 nov 2011, 16:11

grazie!
hanno bisogno di calore moderato ed uniforme, sopra e sotto perché devono cuocere anche dentro ma non bruciare l'esterno. Il tostapane forse non ti da il modo di regolare la temperatura...oppure sì? non conosco il tuo attrezzo.
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: tigelle

Messaggioda Nonna Tata » 14 nov 2011, 16:13

Anche per me le tigelle sono sinonimo di riunione di fine estate...proviamo tante ricette nuove, ma queste produzioni classiche entusiasmano tutti!
Ecco la mia tigelliera, decoro diverso ma stesso attrezzo

Immagine

Uploaded with ImageShack.us
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: tigelle

Messaggioda Luciana_D » 14 nov 2011, 18:14

maria rita ha scritto:grazie!
hanno bisogno di calore moderato ed uniforme, sopra e sotto perché devono cuocere anche dentro ma non bruciare l'esterno. Il tostapane forse non ti da il modo di regolare la temperatura...oppure sì? non conosco il tuo attrezzo.

Infatti non regola la temperatura o sarebbe andato bene per un test.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: tigelle

Messaggioda maria rita » 15 nov 2011, 9:07

che bel decoro Stefania! Tu che ne pensi di cottura alternativa: quale potrebbe essere il sistema migliore?
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova

Re: tigelle

Messaggioda Nonna Tata » 15 nov 2011, 14:07

Io ho una tostiera che cuoce sigillando i "croque monsieur" a triangolo. potrei provare con quella, ma verrebbero delle tigelle davvero insolite!
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: tigelle

Messaggioda beasarti » 15 nov 2011, 14:17

Io uso dei ferri diversi, completamente lisci, con il manico lungo. Si trovano sull'appennino modenese, in quel modo le tigelle vengono più sottili e con crosticina croccante. La cottura migliore è fra due piastre di metallo, quali che siano, tipo anche due ferri per crepes o qualcosa di simile..
Ecco, le trovate qui:
http://www.enricopruni.it/cot_pia.html
quelle che uso io le chiamano "cotte"
Beatrice
Bologna
beasarti
 
Messaggi: 347
Iscritto il: 27 gen 2009, 20:15
Località: Bologna

Re: tigelle

Messaggioda robbina » 20 apr 2012, 16:45

Dopo vari esperimenti da quando vivo in Emilia le tigelle o crescentine le faccio così.


1 kg di farina
1 bustina di lievito secco, se uso quello fresco ne prendo un terzo di un panino da 25 gr.
50-75 gr di strutto a temperatura ambiente
sale qb
la punta di cucchiaino di zucchero
acqua tiepida (mi regolo a occhio)

Versare sulla spianatoia o in un recipiente la farina, unire il sale, lo zucchero e lo strutto.
Unire l'acqua con il lievito precedentemente sciolto e impastare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
Coprire e lasciare lievitare (le impasto nell'ora di pranzo per la cena)
Lavorare nuovamente la pasta e stenderla tirandola circa 5-6 mm e ricavare con uno stampo tondo le tigelle (io uso un bicchiere che è giusto giusto per la tigelliera ;-)) )
Adagiare il dischetto sulla tigelliera o su una piastra ben calda e cuocerlo per circa 2 minuti per parte
Servire calde con affettati misti, squacquerone (crescenza o stracchino) parmigiano, pinzimonio di verdure, selvaggina, la morte loro è con il pesto di lardo aromatizzato e parmigiano grattugiato
robbina
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 20 apr 2012, 8:55
Località: Reggio Emilia

Re: tigelle

Messaggioda cinzia cipri' » 20 apr 2012, 17:31

la faccio la faccio! :=:!
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: tigelle

Messaggioda Luciana_D » 20 apr 2012, 19:42

Robbina,appena ti capita scattagli una foto cosi' completiamo la tua ricetta.
Grazie per avere aggiunto anche la tua procedura :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee