Tarta de zapallitos (Uruguay)

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Tarta de zapallitos (Uruguay)

Messaggioda Ospite » 11 gen 2007, 16:45

E' una torta bassa salata. Qui le zucchine del paese sono rotonde, credo che anche in Spagna e si chiamano zapallitos. Io faccio una torta salata molto buona, credo che voi potreste farla con gli zucchini.
Per la pasta:

250 grs. de farina 00
1 cucchiaino di curry (buono)
una tazzina di caffé di vino bianco
1 tazzina di caffé di olio (io non metto l'olio d'oliva, ma olio di semi)
sale
(forse c'é bisogno di un po' di piú di liquidi

Fare una pasta e lasciarla in frigorifero per 20 minuti.

Dopo tirarla con il matterello fare dei buchini con la forchetta e metterla in forno a 160gradi per un quarto d'ora.

Intanto preparare il ripieno. Tagliare a spicchi 1 kilo di zapallitos o di zucchine, cuocerle al vapore, lasciare raffreddare cosí perdono l'acqua.
Aggiungere dopo 3 cucchiai di formaggio tipo Philadelphia, 3 cucchiai di grana, un uovo, e un po' di ciboulette, mescolare bene tutto.
Intano montare a neve tre albumi ed aggiungerli delicatamente.

Tirar fuori dal forno la pasta, aggiungere il ripieno e rimettere in forno fino a quando sopra sará ben dorato .

Un abrazo cariñoso
Mimma
Ospite
 

Messaggioda Rossella » 11 gen 2007, 21:49

Grazie Mimma, mi piace l'impasto di questa pasta, e questa doppia cottura, appena la faccio posto.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14278
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee