Spaghetti in nero

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Pasta con il nero di seppie

Messaggioda Rossella » 16 dic 2006, 16:16

Pasta con il nero.jpg
Pasta con il nero.jpg (10.61 KiB) Osservato 111 volte


Pasta con il nero di seppie di Rossella

ingredienti
  • 500 gr di spaghetti
  • 800 gr di seppie freschissime naturalmente
  • 3 grosse cipolle
  • 2 denti d’aglio
  • Olio evo di oliva, mezzo bicchiere (anche un pò di più)
  • 500gr. di pomodori maturi o pelati, oppure 1 cucchiaio di “ 'Strattu”* concentrato di pomodoro.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • peperoncino
procedimento

Pulire le seppie, o farsele pulire dal pescivendolo facendo attenzione a non rompere le sacche del nero.
In un tegame rosolare le cipolle tritate, in abbondante olio evo di oliva, a fuoco moderato, per 15m. circa, le cipolle dovranno quasi sfarsi senza colorirsi troppo.
Dopo avere tagliato le seppie a striscioline sottilissime e , quando la cipolla avrà raggiunto il punto di cottura ideale aggiungerle nel tegame insieme alla cipolla, lasciare che prendano colore, sfumare con il vino.
Aggiungere i pomodori pelati , portare a cottura, ci vorrà poco meno di un’ora a fuoco moderato,
10m. prima che sia pronto prendere i sacchetti col nero romperli direttamente nel tegame, aggiungere se necessario sale (poco) cuocere fino a quando avremo una salsa semidensa.
lessate gli spaghetti molto al dente.
Mettere nel piatto servendo con pecorino grattugiato

*La ricetta prevede anche utilizzo dell’'Strattu", concentrato di pomodoro, che viene usato al posto del pomodoro pelato, diluito con un po’ d’acqua calda, prosegue la ricetta nello stesso modo.

Nota
L’origine di questo piatto è controversa.
La rivendicano i messinesi ma anche i Catanesi se ne attribuiscono la paternità ;-) .
E’ certo che nasce nella Siciliaorientale.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Spaghetti in nero

Messaggioda ZeroVisibility » 8 mar 2013, 20:38

spaghettiseppie.jpg




Spaghetti al nero di seppia
  • X2
  • 180 gr di spaghetti
  • 1 seppia sui 4/500 gr.
  • 1 piccola scatola di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • ½ bicchiere di vino biancor
  • Olio EVO
  • Burro
  • 1 cucchiaio di farina
  • Fumetto di pesce
  • Peperoncino
  • Sale/pepe
preparazione

Pulire la seppia togliendo tutta la pelle e conservando la vescicola col suo inchiostro nero. E’ abbastanza facile da individuare mentre pulite la seppia . Sta nella zona esterna alle interiora e la potrete riconoscere dal colore grigio/azzurrino. Toglietela delicatamente e conservatela. In ogni caso, siccome non si e’ mai sicuri di quanto nero si potra’ recuperare, e’ buona norma tenere in casa un paio di bustine di nero che troverete con facilita’ al Supermercato o dal pescivendolo.
Tagliate la seppia a dadolini e fatela rosolare in una casseruola con un paio di cucchiai di olio , nel quale avrete imbiondito preventivamente uno spicchio d’aglio che poi andra’ eliminato.
Sfumate col vino e quando questi sara’ evaporato, unite la passata di pomodoro. Aggiungete una meta’ del nero messo da parte e dopo aver regolato di sale e pepe , e unito una presa di peperoncino, portate a cottura in circa 30 minuti. Per ottenere delle seppie ben morbide, a cottura terminata, coprite la casseruola con un coperchio e lasciate riposare il tutto senza mai scoperchiare per circa mezz’ora.
Nel frattempo, in una padella avviate un roux con circa 30/40 gr di burro e la farina. Quando il roux comincia ad imbiondire, unite il fumetto freddo regolandovi con la quantita’, e il nero di seppia rimanente e lasciate addensare questa sorta di bechamel nera fino a che abbia una bella consistenza cremosa.
Cuocete gli spaghetti e dopo averli scolati saltateli in padella con la bechamel aggiungendo le seppie, mantecando il tutto.
Ettore
"guida poco...che devi bere"
Avatar utente
ZeroVisibility
 
Messaggi: 1061
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:02
Località: milano nord/ovest

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda Donna » 9 mar 2013, 8:25

Mai provati a fare.
Li mangiai alcuni anni fa ad una trattoria tradizionale a Senigallia, erano divini con i pomodorini che facevano risaltare un pò il colore....

non sapevo del roux per mescolare il nero di seppia....perchè l' hai fatto?
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda anavlis » 18 gen 2017, 12:02

Vi do anche la mia versione di spaghetto i al nero di seppia.

A Palermo il pescivendolo la pulisce salvando, a richiesta, la sacca del nero e separatamente mi faccio dare anche la sacca marroncina - é quella che conferisce il sapore -

Seppia
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di malvasia
1 nocina di strattu
1 ciuffetto di finocchietto selvatico

Si spella la seppia e si taglia a pezzetti o striscioline- separare i tentacoli sciacquare e scolare bene, poi tamponare con la carta casa.

Rosolare lo spicchio di aglio e tuffare dentro i pezzetti di seppia, mantenendo la fiamma viva e appena si sbianca aggiunge il Malvasia. Cuocere tutto in un paio di minuti. Togliere la seppia e dentro la padella sciogliere lo strattu e aggiungere il finocchietto tritato finemente aggiungendo un poco di acqua. Dopo un po' aggiungere anche il contenuto della sacca marrone. Cuocere a fiamma bassa per 15 minuti circa. Alla fine si aggiungono le seppie cotte e si apre la sacca del nero. Aggiustare di sale e pepe nero.

Ottima la versione di Scicli, sul fondo del piatto prima di aggiungere la pasta condita con il nero si mette la ricotta di pecora emulsionata con un po' di acqua di cottura della pasta....questa versione ha il suo perché! :hi
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda Gaudia » 18 gen 2017, 12:49

Silvana io non uso l' aglio ma una grossa cipolla tritata che faccio stufare con acqua e olio. Quando l'acqua si è assorbita aggiungo le seppie tagliate a striscioline e faccio insaporire; sfumo con vino bianco. Per il resto faccio come te ma non uso il finocchietto :-P o :p:
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda cinzia cipri' » 18 gen 2017, 16:04

io adoro il nero di seppia
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda miao » 18 gen 2017, 16:31

Anch'io ľ adoro lo spaghetto o linguine,non sapevo della sacchetto marrone indaghero'in proposito : Thumbup :
il mio blog
Siate sempre allegri!!
Annamaria
Avatar utente
miao
 
Messaggi: 3594
Iscritto il: 14 feb 2008, 8:17
Località: Caserta

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda anavlis » 18 gen 2017, 18:33

Gaudia prova con un po' di finocchietto, va bene anche un cucchiaino di paté di finocchietto in olio.
Prima non lo usavo ma quando ho avuto modo di mangiarlo con questo leggero sottofondo di finocchietto, quando la preparo l'aggiungo sempre.

Anche la ricotta emulsionata ci sta da favola!

image.jpeg


Matilde ne ha mangiato quasi 2 piatti
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda Gaudia » 18 gen 2017, 21:18

Silvana non è facile trovare qui il finocchietto selvatico; ci proverò.
Proverò anche a farne un patè da conservare sott'olio: sai come si prepara?
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2093
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda anavlis » 19 gen 2017, 18:32

Gaudia ha scritto:Silvana non è facile trovare qui il finocchietto selvatico; ci proverò.
Proverò anche a farne un patè da conservare sott'olio: sai come si prepara?


Il paté di finocchietto si trova in vendita, ormai ovunque. Io non l'ho mai preparato perché trovando facilmente il finocchietto, al massimo lo surgelo pulito, tagliato a pezzetti, crudo - non ho questa necessità.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pasta con il nero di seppie

Messaggioda Rossella » 21 gen 2017, 5:32

<^UP^>
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Spaghetti in nero

Messaggioda CETTY » 21 gen 2017, 15:08

Buonaaa...premetto che mangio solo il condimento, la ricetta di mia madre è simile alla ricetta di Rossella,il finocchietto mia madre lo usa solo per la pasta con le sarde o a volte quando prepara la pasta con il pesce spada.
CETTY
 
Messaggi: 405
Iscritto il: 21 nov 2012, 7:48


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee