snack salati?

Ricette

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Messaggioda cipina » 28 feb 2007, 9:10

Curiosità : abbiamo postato tre volte il gorgonzola gelato: ci deve proprio aver colpito questa ricetta!!!!
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda cipina » 28 feb 2007, 9:12

C'è un'altra ricetta, facile e veloce, che però io non riesco più a trovare: le focaccine salvia e ceci di Anna Urbani. Le ho provate tempo fa (si parla di un 5 anni fa) e per un aperitivo sono azzeccatissime. Qualcuno le ha?
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda biarob » 28 feb 2007, 12:33

Rossella ha scritto:Stuzzichini veloci veloci per aprire una cena o un aperitivo, li ho serviti insieme a dei crostacei, il connubbio è perfetto.
Da servire caldi, ma non bollenti!

LUMACHINE TRIFOLATE di Glutine



Rossella, le tue lumachine mi fanno letteralmente impazzire!!!!!

ATTENZIONE DANNO DIPENDENZA!!!!!
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

SALATINI al parmigiano

Messaggioda carlam » 28 feb 2007, 14:24

SALATINI al parmigiano(sito cavoletto di bruxelles)


farina 200g
burro 100g
tuorlo 1
parmigiano grattugiato 75g
semi di papavero 2 cucchiai
sale 1 pizzico

Mescolare la farina con 60g di parmigiano e versare a fontana sulla spianatoia. In mezzo, aggiungere il burro a tocchetti (a temperatura ambiente quindi morbido), il tuorlo, i semi di papavero e il sale. Impastare il tutto velocemente con le punta delle dita, aggiungendo semmai 1 cucchiaio d'acqua fredda nel caso l'impasto risultasse troppo asciutto. Formare una palla, avvolgerla con della pellicola e far riposare al frigorifero per 30 minuti. Stendere poi l'impasto con il matarello (su un foglio d carta da forno infarinato) a 5mm e ritagliare i biscotti con un coltello o un tagliapasta. Disporre i biscotti su una teglia da forno rivestita con della carta da forno, spolverare il parmigiano rimasto sui biscotti e infornare a 180° per una decina di minuti
Facili e buoni!
Immagine
carla
Avatar utente
carlam
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 2 gen 2007, 9:04
Località: brescia

Messaggioda Rossella » 28 feb 2007, 14:26

Ragazzi mi servono dei muffins salati di sicura riuscita, testatissimi, chi mi da una mano?
Grazie
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Barbara » 28 feb 2007, 15:00

Barbara
______________________________________
Un giorno senza un sorriso, è un giorno perso (Charlie Chaplin)

http://ricettebarbare.blogspot.com/
Avatar utente
Barbara
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 27 nov 2006, 9:59
Località: Trieste

Messaggioda cipina » 28 feb 2007, 17:26

Questi muffin riescono molto bene. Dò l'avvertenza di mescolare prima i secchi da una parte, i liquidi dall'altra, e buttare poi i secondi sui primi mescolando giusto quello che serve per amalgamare. Devono restare dei grumi.

Ingredienti: (dose per 6 persone)
farina g 250 - latte g 200 - piselli, sgranati e sbollentati, g 150 - burro g 60 - grana padano grattugiato g 40 - 2 uova - una bustina di lievito in polvere - burro e farina per gli stampini - sale
Raccogliete in una ciotola la farina e mescolatela con le uova; stemperate il tutto con il latte, poi incorporate nella pastella il burro fuso freddo, i piselli, il formaggio grattugiato, 2 cucchiaini di lievito in polvere e un pizzichino di sale. Amalgamate bene il composto poi distribuitelo in 12 stampini ben imburrati e infarinati (si trova in commercio anche un apposito stampo a sezioni, proprio per i muffin). Passate lo stampo (o gli stampini) in forno a 180° per 30' circa. Sfornate i muffin, sformateli e serviteli tiepidi, tagliati a metà, accomodandoli, se vi piace, su un letto di lattughino.
La ricetta proviene da Cucina italiana. Vengono benissimo anche con gli asparagi. I piselli vanno decisamente cotti, una semplice sbollentatura, a mio gusto, non è sufficiente.
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda Barbara » 1 mar 2007, 17:33

STREGHE Sorelle Simili

500g farina 00
250g acqua tiepida
25g lievito di birra
50g strutto
12g sale
olio di semi per la teglia
olio di oliva per pennellare le streghe
sale fino

1. nell'impastatrice fare una fontana e mettere:lievito sbriciolato, strutto, sale (lontano dal lievito) e acqua tiepida. Impastare per circa 10/15 minuti, dividere in due palle e farle lievitare a compana.

2. Prendere una palla di pasta e mettere l’altra in frigo per bloccare la lievitazione; sgonfiare, dividerla in 4 - mettere 3 in frigo e lavorare la 1º: stendere con il matterello e passare per la pasta linda fino ad avere una striscia fine - mettere nella teglia unta con olio di semi - pennellare la striscia con olio di oliva - tagliare a losanghe con la rotella dentata e
mettere sale sopra - Ad una parte ho messo del rosmarino secco tritato. cucinare a forno alto 210-220º per prox. 10 minuti.

4.ritirare man mano gli altri pezzi dal frigo e lavorare nello stesso modo. Bisogna lasciare la pasta nel frigo perché non incominci di nuovo a lavorare il lievito e rimangono allora
secchi.

5. Perchè le streghe si gonfino come devono, prima di tirarle l'ultima volta, vanno "doppiate", ossia piegata in due la striscia di pasta, prima infarinata, poi passata così doppia per l'ultima volta nella macchinetta.

PALLINE DI RICOTTA AI PISTACCHI di Lydia
Per 40 palline: 250 di ricotta; 100 di mascarpone; 80 prosciutto dolce; 30 parmigiano, sale e pepe; 80 di pistacchi sbucciati.
@ mescolare ricotta, mascarpone, prosciutto triturato, parmigiano, sale e pepe;
@ farne delle palline grandi come delle grosse noci;
@ rotolarle nei pistacchi triturati grossolanamente

PIZZETTE CON IL BICCHIERE di Giovanna Esposito

500 g di farina
due uova
burro q.b. (e sì, sul quaderno c’è scritto proprio così, non mi chiedete lumi)
sale
500 g di ricotta romana
300 g di provola fresca seccata un po’ in frigorifero
salame o prosciutto a dadini
parmigiano grattugiato
sale, pepe
olio di arachidi

Impastate la farina con un uovo, il burro ammorbidito che riesce a prendere e una presa di sale. Lavorate l’impasto finchè non è ben liscio e uniforme, aggiungendo un po’ d’acqua. Stendete la pasta in modo che sia sottile ma consistente e tagliatela a riquadri di circa dieci-dodici cm di lato. Amalgamate insieme la ricotta con un uovo, parmigiano grattugiato, sale e pepe, poi mescolatevi la provola a pezzetti e il salame (o il prosciutto) a dadini. Mettete su ogni riquadro di pasta una bella cucchiaiata di questo impasto, poi piegate il riquadro di pasta a metà e, con un bicchiere grande (questo era il mio compito, quando ero piccina, oltre a quello di ripulire la terrina dove era stata impastata la ricotta, con la lingua, naturalmente…) tagliatelo a mezzaluna. Sigillate e segnate i bordi con i rebbi di una forchetta. Friggete le pizzette in olio ben caldo e mangiatele subito.

OLIVE ASCOLANE Elena di Giovanni

500-600g di macinato misto di vitello, maiale, tacchino; 70g di mortadella a fette, un uovo, 30-40g di parmigiano grattugiato, sale e pepe, una generosa grattugiata di buccia di limone.
In più: olive ascolane verdi, belle sode, in copiosa quantità (almeno un Kg per le dosi del ripieno), uova, farina, pangrattato.
Iniziamo con una necessaria precisazione, ovvero un trucco suggeritomi dalla zia di Ascoli.
Lei dice che e’ meglio comprare la suddetta carne a tranci, tagliarla a bocconcini e cuocerla stufando in padella con un po’ di cipolla, olio e.v., vino bianco, sale e pepe. E solo dopo tritare il tutto insieme alla mortadella.
Io ieri ho utilizzato carne gia’ macinata ma grossolanamente. L’ho fatta stufare con olio, cipolla, sale e pepe e una bella spruzzata di vino bianco. Non ho fatto cuocere molto, solo il tempo di rassodarsi un po’. Non deve assolutamente indurire e comunque, dopo la cottura, va eliminato il liquido che si forma.
Poi ho fatto intiepidire e ho messo nel mixer con la mortadella, l’uovo sbattuto e il parmigiano, regolando di sale. Ho tritato ma non troppo, non si deve ottenere una crema. Unire la grattugiata di limone.Poi ho messo il composto a riposare in frigo per qualche ora.
Nel frattempo ho preso le olive e, con calma e con attenzione, le ho tagliate ricavando una spirale tutta unita. Ho messo da parte.
Poi ho riempito le spirali con dei picoli cilindretti di composto e ho ridato la forma dell’oliva.
A lavoro ultimato, si passano le olive nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pangrattato.
Ne ho fritte una piccola parte in olio caldo, per pochi minuti, evitando assolutamente di farle bruciare. Per questo, l’olio non deve essere eccessivamente caldo.
Le altre le ho congelate, disponendole una accanto all’altra (no sovrapponendole) in un vassoio in congelatore, e solo dopo diverse ore le ho trasferite in sacchetti da freezer.
questa non è una delle tante varianti esistenti delle olive ascolane. Il ripieno, infatti, va a gusti e soprattutto a tradizioni.
Mia zia le fa così, ma se alla nonna di mio marito dico che metto dentro la mortadella, non ci crede. Lei mette solo carne e un po' di prosciutto cotto. E così tante altre varianti...
Fondamentali, però, sono le olive. Evitate quelle dei barattoli, perché in genere sono troppo mollicce. Io le prendo dal fruttivendolo di fiducia, sono più fresche.
Se le olive sono conservate in salamoia, è bene sciacquarle in acqua per un paio di volte.

Quest'inverno ho provato con buona riuscita, a fare delle miniporzioni di gattò di patate e di frittata con erbe e/o zucchine. Basta prepararli e poi tagliarli a quadrotti, servendoli in pirottini di carta. Analogamente si possono preparare quiche, brioche salate ripiene o torte salate, da servire tagliate in forme varie.
Barbara
______________________________________
Un giorno senza un sorriso, è un giorno perso (Charlie Chaplin)

http://ricettebarbare.blogspot.com/
Avatar utente
Barbara
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 27 nov 2006, 9:59
Località: Trieste

Messaggioda cipina » 1 mar 2007, 19:20

Tanto invitanti, tanto più che la tapenade si trova anche già pronta.

Canestrini alla crema di melanzane e alla tapenade

(Giovanna Esposito)
Per 24 canestrini:
12 fette di pan carrè
30 g di burro fuso

Scaldare il forno a 200°. Ritagliare da ogni fetta di pan carrè due dischetti di 5 cm di diametro e schiacciarli con un matterello fino a ridurli allo spessore di un millimetro. Spennellarli su entrambe le facce col burro fuso e disporli in 24 stampini per mini tartellette imburrati, schiacciando delicatamente con le dita in modo da farli aderire bene agli stampi. Infornare per una decina di minuti, fino a doratura.
Al momento di servire riempire 12 canestrini con la crema di melanzane e 12 con la tapenade, o usare il ripieno che si preferisce.
I canestrini possono essere preparati in anticipo e conservati in contenitori ermetici.

Crema di melanzane
2 melanzane grandi
1 pomodoro
uno spicchio d’aglio
4 cucchiai d’olio e.v.
2 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di pinoli leggermente tostati
2 cipollotti tritati
cumino in polvere
prezzemolo tritato
sale, pepe

Bucherellare con una forchetta la superficie delle melanzane ed infornarle intere a 230° per una ventina di minuti. Devono essere molto morbide. Farle raffreddare, nel frattempo spellare e svuotare dei semi il pomodoro e tagliarlo a dadini. Tagliare a metà nel senso della lunghezza le melanzane, asportare la polpa con un cucchiaio, frullarla insieme allo spicchio d’aglio, all’olio, al succo di limone, ai pinoli, sale e pepe. Mescolare il composto con i cipollotti tritati, il pomodoro, un pizzico di cumino. Tenere in frigo per qualche ora e servire con un trito di prezzemolo.

Tapenade

250 g di olive nere
uno spicchio d’aglio
2 cucchiai di noci tritate
4 filetti d’acciuga
1, 25 dl d’olio e.v.
succo di limone
pepe

Frullare le olive snocciolate insieme con l’aglio, le noci, le acciughe fino ad ottenere una crema un po’ ruvida. Aggiungere a filo, come per la maionese, l’olio, quindi succo di limone a piacere e pepe. Tenere in frigo, coperto da pellicola, per qualche ora.
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda Typone » 1 mar 2007, 19:51

cipina ha scritto:Tapenade

250 g di olive nere
uno spicchio d'aglio
2 cucchiai di noci tritate
4 filetti d'acciuga
1, 25 dl d'olio e.v.
succo di limone
pepe

Scusami Cipì, ma qui c'è un errore: la tapenade deve comportare capperi, come indica il nome in provenzale (tapeno significa cappero), e mai le noci...Le proporzioni andrebbero bene se invece delle noci ci fosseri indicati i capperi.

T.
Typone
 

Messaggioda cipina » 1 mar 2007, 21:22

Ho copiato una ricetta che avevo salvato tempo fa in un altro forum, non conoscevo questa particolarità. Grazie 1000!
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda Rossella » 14 ott 2007, 20:11

sù sù, mi servono dei frollini salati speziati...andiamo avanti? :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Barbara » 15 ott 2007, 8:58

Rossella ha scritto:sù sù, mi servono dei frollini salati speziati...andiamo avanti? :wink:


Un po' di ricette del corso di Cucina Ernest Knam, inserite sul Forum di Coquinaria

Scones con cheddar e mele
250 g di farina
65 g di burro
180 g di cheddar grattugiato
50 g di semi di zucca
100 g di polpa di mele
50 g di philadelphia
sale
10 g di lievito in polvere
Mescolare la farina, il sale e il lievito.
Unire tutti gli ingredienti e riposare il frigo 1 ora.
Tirare la pasta a circa 2 cm di altezza e tagliare con un tagliapasta rotondo.
Pennellare con uovo battuto e cuocere in forno a 200° per 10-15 minuti.


Grissini di formaggio e cumino
500 g di farina
125 g di burro
250 g di parmigiano
400 g di ementhal grattugiato
500 g di latte tiepido
25 g di lievito di birra
20 g di sale
8 uova
Sciogliere il lievito nel latte.
Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Lasciar lievitare per circa 1 ora.
Formare dei grissini di circa 15 cm di lunghezza e 5 mm di diametro.
Lasciar riposare 10 minuti.
Spennellare con uovo battuto e spolverare con parmigiano grattugiato e cumino.
Cuocere in forno a 180° per 18 minuti.

Samosas al curry
Pasta: 250 g di farina, 150 g di acqua fredda, 50 g di olio di semi, 10 g di sale
Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio.
Pennellare con olio e far riposare 2 ore
Farcia: 200 g di patate bollite tagliate a cubetti, 200 g di cipolle, 1 spicchio d'aglio
50 g di olio di semi, 30 g di polvere di curry, 100 g di feta, sale e prezzemolo, 30 g di senape
Tagliare le cipolle e l'aglio e rosolarle in olio.
Unire le patate con senape, curry e prezzemolo, far cuocere per circa 10 minuti.
Unire la feta a cubetti e salare il tutto.
Formare delle piccole palline con la pasta e tirarle a rondelle di circa 10 cm.
Riempire con il ripieno, chiuderli a mezza luna con l'aiuto di un po' d'acqua.
Friggerli in olio finchè sono dorati.
Barbara
______________________________________
Un giorno senza un sorriso, è un giorno perso (Charlie Chaplin)

http://ricettebarbare.blogspot.com/
Avatar utente
Barbara
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 27 nov 2006, 9:59
Località: Trieste

Messaggioda Rossella » 15 ott 2007, 9:19

Grazie Barbara :D
voglio farvi vedere questi biscottini salati, li trovo deliziosi solo a vederli :D
QUI in questo blog scoperto per caso ammirando quello di Imma.

IMG_3587.JPG



per circa 20 biscotti
100 g di farina
40 g di burro
1 cucchiaino di sale
1 uovo
un mazzetto di erba cipollina
1/2 spicchio d'aglio
due cucchiai di parmigiano grattugiato

Mescolate il burro fino a farlo diventare cremoso e aggiungervi l'erba cipollina e mezzo spicchio d'aglio tagliati fini. Procedete con la farina, l'uovo, il parmigiano e il sale. Con la pasta ottenuta fate una palla e lasciatela riposare in frigo per mezz'oretta. Nel frattempo accendete il forno a 180°. Estraete la pasta, appiattitela a circa mezzo centimetro col mattarello e ricavatene delle formine. Se volete spennellateli con il rosso d'uovo. Mettete in forno per circa 15 minuti.

Che ne dite?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda luvi » 15 ott 2007, 11:10

:D dico che mi toccherà farli! :D
Grazie
luvi
 

Messaggioda Eledigi » 16 ott 2007, 5:52

Una ricettina che mi ha passato Erika Mason, buona buona e piccantina:

SALATINI SAPORITI
(“Stuzzichini” di Eric Treuille)

250g di farina
175g di burro freddo a dadini
250g di emmenthal a cubetti
1/2 cucchiaino di pepe di Caienna
1/2 cucchiaino di senape in polvere
1 tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di acqua

frullare con il mixer la farina con il burro il formaggio il pepe e la senape, fino ad ottenere una pasta. Se necessario aggiungere
1 cucchiaino alla volta di acqua fredda.
Stendere la pasta su un piano infarinato dello spessore di 5mm.
Con il tagliapasta ricavare dei cuori e delle stelle. Metterli in frigo per 30 minuti e cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti, fino a doratura. Farli intiepidire e servirli tiepidi o a t ambiente.
Si possono anche intingere in salse.

Si possono conservare ermeticamente per due settimane altrimenti congelarli per un mese. Scongelarli e scaldarli per 3 minuti a 200°.

Varianti:
-salatini alla paprika:
unire 2 cucchiaini di paprika agli ingredienti
-salatini al cumino:
sostituire al senape con due cucchiai di semi di cumino
-salatini al rosmarino:
sostituire la senape con 2 cucchiaini di rosmarino tritato
-salatini al roquefort:
omettere la senape e il pepe e sostituire i 250g di emmenthal con 125g di roquefort sbriciolato e 125g di emmenthal.
Avatar utente
Eledigi
 
Messaggi: 299
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:05
Località: Macerata

Messaggioda luvi » 16 ott 2007, 14:48

Rossella ha scritto:Grazie Barbara :D
voglio farvi vedere questi biscottini salati, li trovo deliziosi solo a vederli :D
QUI in questo blog scoperto per caso ammirando quello di Imma.


per circa 20 biscotti
100 g di farina
40 g di burro
1 cucchiaino di sale
1 uovo
un mazzetto di erba cipollina
1/2 spicchio d'aglio
due cucchiai di parmigiano grattugiato

Mescolate il burro fino a farlo diventare cremoso e aggiungervi l'erba cipollina e mezzo spicchio d'aglio tagliati fini. Procedete con la farina, l'uovo, il parmigiano e il sale. Con la pasta ottenuta fate una palla e lasciatela riposare in frigo per mezz'oretta. Nel frattempo accendete il forno a 180°. Estraete la pasta, appiattitela a circa mezzo centimetro col mattarello e ricavatene delle formine. Se volete spennellateli con il rosso d'uovo. Mettete in forno per circa 15 minuti.

Che ne dite?

ecco fatto, ho impastato una doppia dose e ho ottenuto 40 biscottini, ottimo l'aroma!
Non li ho spennellati con uovo prima di infornare.
ecco le foto



Immagine
Immagine
Immagine
luvi
 

Messaggioda PierCarla » 16 ott 2007, 14:53

Accidenti che belli :shock: Li ha fatti seguendo la ricetta o hai modificato qualcosa? :wink:
Avatar utente
PierCarla
 
Messaggi: 1012
Iscritto il: 23 nov 2006, 12:42
Località: prov. Bergamo

Messaggioda Rossella » 16 ott 2007, 16:10

aspetto assolutamente I N V I T A N T E colore perfetto !!! :wink:
dimmi cara, l'aglio quanto si avverte nel frollino?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda luvi » 16 ott 2007, 16:42

Ho seguito le dosi esatte della ricetta ma ho messo tutti gli ingredienti insieme e ho impastato col kenwood a velocità bassa.
Ho lasciato in frigo più di mezzora perchè li ho impastai a mezzogiorno e fino alle 14 non avevo altro tempo.
ho steso su piano in plastica leggermente infarinato come ho infarinato leggermente sia i taglia biscotti che il matterello.. non ho avuto così difficoltà nel taglio e nello stendere e staccare.

Per quanto riguarda il sapore... aglio, erba cipollina si sentono ma non sono prepotenti.. li devo assaggiare stasera perchè ho assaggiato il biscotto ultimo a pallina ancora caldo...poi li ho nascosti dato che doveva passare Clara con 3 sue amiche a fare merenda.. oltre a antonio e un suo amico fuori programma... me li avrebbero divorati
luvi
 

PrecedenteProssimo

Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Grapeshot e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee