Smacafam trentino: e' carnevale...

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Smacafam trentino: e' carnevale...

Messaggioda morgana » 14 feb 2011, 18:15

Lo smacafam e' la tipica pizza trentina con luganega che non manca mai a carnevale (prima dei digiuni della quaresima) nelle sue numerose varianti: con o senza uova, con farina bianca, o con pane bagnato, o con grano saraceno ecc. Originariamente pare fosse preparata solo con grano saraceno, bagnato con brodo grasso, con l'aggiunta di lardo e luganega.
La mia preferita e' senza uova, con misto farina bianca e farina di grano saraceno. Purtroppo non ho foto (l'ho preparato sabato ma non ho proprio potuto fare foto..)

SMACAFAM

225 gr farina bianca (di cui c/a 70g Caputo rossa)
75 gr farina saracena
600 ml latte
2 belle lucaniche fresche (o 2 belle fette -c/a 400 gr. di lucanica in pasta)
40-50gr pancetta affumicata trentina
40-50gr lardo
1 cipolla
sale
pepe
grasso per ungere (andrebbe il lardo sciolto, io in genere uso lo strutto, piu' pratico, ma l'ho unto a volte anche con l'olio :wink: )

Accendere il forno a 220°. Tagliare a dadini la pancetta e il lardo.
Tritare (o affettare sottilmente) la cipolla e metterla a soffriggere dolcemente con il lardo e 1/2 pancetta in un piccolo tegame. Nel frattempo mettere in una terrina le farine e aggiungere, mescolando bene, il latte, il sale, il pepe (abbondante) e, quando pronta, la cipolla con il lardo, la pancetta e il grasso sciolto che si 'e formato.
Asciugare il tegame con uno scottex e porvi a rosolare una lucanica (o una fetta) sbriciolata.
Buttare via il grasso ed aggiungere anche quella al composto.
Ungere abbondantemente una teglia piuttosto bassa di ca 30 cm di rame o ferro con il grasso che si e' scelto, versarvi il composto ed infornare per una decina di minuti ( per far rassodare un po' e non far affondare le decorazioni).
Tagliare l'altra lucanica a fette (o dividere la fetta di pasta di lucanica in piccoli pezzi, crearne delle polpette da schiacciare poi, a simulare le fettine di lucanica); tirar fuori la teglia dal forno e decorare con le fettine di lucanica e la pancetta che si era messa da parte. Infornare di nuovo per una quarantina di minuti - fino a completa doratura, deve fare una bella crosticina croccante.
Nel mio forno, che e' a gas, io accendo anche il grill gli ultimi 10/15 minuti.
E' molto veloce da preparare e riscuote sempre molto successo. :D

Ciao
Raffaella
morgana
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 3 mar 2008, 9:36
Località: Lecce

Re: Smacafam trentino: e' carnevale...

Messaggioda Clara » 14 feb 2011, 18:46

Bello sostanziosetto questo piatto :shock: :D
Grazie Raffaella :D
peccato per la foto, occorre rimediare :wink: , sarebbe molto interessante vedere come si
presenta :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6374
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Smacafam trentino: e' carnevale...

Messaggioda Luciana_D » 14 feb 2011, 20:30

Occorre che la rifai per mostrarcela perche' e' davvero interessante.
Grazie Raffaella :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Smacafam trentino: e' carnevale...

Messaggioda misskelly » 15 feb 2011, 9:01

......bella.......è vero le foto aiutano a capire...... *smk*
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1961
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee