La sfida della Titti

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

La sfida della Titti

Messaggioda tittipolla » 12 feb 2011, 22:33

Lancio una sfida :provate a fare una focaccia o un pane con la farina Enkir ...e raccontatemi come avete proceduto e come vi è venuta/o...io le sto provando tutte...ma è difficile avere un risultato paragonabile alle altre farine.
Ah dimenticavo , la sfida sta proprio nell'utilizzare una percentuale vicina al 100% di farina. :|? :lol:
tittipolla
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 17 mar 2009, 13:20
Località: varese

Re: La sfida della Titti

Messaggioda Luciana_D » 13 feb 2011, 6:34

Mi piacerebbe partecipare ma non saprei dove trovare questa farina :(
Immagino pero' che e' difficile e/o impossibile creare una maglia glutinica.Ecco il perche' dei mix......tipo grano saraceno
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: La sfida della Titti

Messaggioda tittipolla » 13 feb 2011, 22:23

E' un marchio registrato , viene venduta solo da un Molino che si trova a Cossano Belbo in Piemonte.Non so se si può dire il nome (sarebbe pubblicità???) magari le iniziali?Molino M. E' quello che fornisce le farine a Bonci.
Come la segale contiene un elevato quantitativo di proteine ma poco glutine....Domani se ho tempo pubblico il pane fatto oggi.
tittipolla
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 17 mar 2009, 13:20
Località: varese

Re: La sfida della Titti

Messaggioda Sandra » 14 feb 2011, 9:06

Sgancia tutto!!!!Nome cognome indirizzo...... :lol: :lol:
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8432
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: La sfida della Titti

Messaggioda Dida » 14 feb 2011, 9:19

Ho cercato in rete e ho trovato questo sito molto interessante: http://www.mulinomarino.it/prodotti.php
Hanno tantissimi tipi di farina e per ognuna indicano l'uso che se ne può fare.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2197
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: La sfida della Titti

Messaggioda tittipolla » 14 feb 2011, 23:38

E' lui lo spacciatore!Adesso correte a procacciarvi la farina di enkir...intanto vi mostro il mio primo esperimento:
Immagine

Uploaded with ImageShack.us
Immagine

Uploaded with ImageShack.us D:Do
tittipolla
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 17 mar 2009, 13:20
Località: varese

Re: La sfida della Titti

Messaggioda Luciana_D » 15 feb 2011, 6:53

Bellissimo !! :clap: :clap:
Ci descrivi le quantita' e la tua procedura?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: La sfida della Titti

Messaggioda stroliga » 15 feb 2011, 15:11

E' un ottimo Mulino ed ha farine ottime!
Per la sfida........ :sigh:
****************************
Licia
“Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto.
Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele.
Esplorate. Sognate. Scoprite.” (Mark Twain)

“Se avete costruito castelli in aria, il vostro lavoro non sarà sprecato: è quello il posto in cui devono stare.E adesso metteteci sotto le fondamenta.” David Thoreau
Avatar utente
stroliga
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 14 lug 2007, 8:27
Località: Bugliaga dentro - VCO

Re: La sfida della Titti

Messaggioda nicodvb » 23 feb 2011, 16:32

Titti, non puoi proprio lamentarti! Con quella farina è già un miracolo se ti cresce qualcosa.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: La sfida della Titti

Messaggioda tittipolla » 1 mar 2011, 17:28

Pane di semola rimacinata con l.m. di Giorilli
200g farina w280 P/L 0.50
100g acqua
50g pasta madre matura
Lievitare a 18°C per 10-12h, poi impastare con:
700g semola rimacinata di grano duro
440g acqua
4,7g malto
quando sarà omogeneo ,aggiungere
45g acqua in cui si sarà sciolto
17g sale , omogeneizzare.
Far riposare 40' a 27°C poi formare e far lievitare con chiusura rivolta verso l'alto per 4h,capovolgere e incidere e cuocere con leggero vapore a 220-230°C e dopo qualche minuto , abbassare a 200-210°C fino a cottura.
Partendo da questa ricetta ho fatto il
PANE DI ENKIR 1°
Cuocere la pasta di farro integrale MonteRosso in acqua senza sale, conservare l'acqua di cottura.
Quando raggiunge i 65°C versarne 50 g su 50 g di farina di enkir , mescolare e lasciar riposare coperto per 3 h.
Frullare in planetaria questa pappa con 25 g di acqua di vegetazione di mozzarella e 25 g di acqua levissima , dopo aggiungere 50 g di pasta madre di Adriano* e azionare la planetaria fino ad avere una massa simile all'albume montato.
Sostituire la frusta col gancio e aggiungere poco per volta 150 g di farina 00 Caputo Azzurra setacciata ,lavorare fino incordatura.
Far riposare coperta a temperatura ambiente (16-19°C) per una notte (15h).
Aggiungere 130 g di acqua di cottura della pasta e 330 g di acqua Levissima e omogeneizzare con la frusta in planetaria poi aggiungere poco per volta , lavorando col gancio , 650 g di farina di enkir mescolata a 50g di farina 00 Caputo Azzurra , incordare e lasciar riposare (autolisi) per 1h e 30' a temperatura ambiente ; unire 25g di acqua Levissima in cui si è disciolto 5g di malto in melassa e 16g di fleur de sel de Guerande e portare a incordatura .
Coprire e lasciar riposare in frigo 10h.
Togliere dal frigo e lasciare a temperatura ambiente (18°C circa) per 3h circa , dopodichè su un piano infarinato eseguire una piega a tre , ruotare di 90° e fare un'altra piega a tre , ribaltare lasciando in basso la chiusura , dopo 1h ripetere queste pieghe , far riposare 1h e dare la forma ,porre in cassetta infarinata con farina di enkir e chiudere in un sacchetto di plastica e porre in frigo nella parte più bassa.
Dopo una notte ( 10 h ) togliere dal frigo e far tornare a temperatura ambiente (4h circa) .Scaldare il forno a 270°C per 45' con pietra refrattaria posta in basso , negli ultimi 10' introdurre sul livello più alto una leccarda piena di acqua .
Aprire il forno ,ribaltarci sopra il pane, incidere e chiudere , abbassare la temperatura a 240°C.
Dopo 15' togliere con cautela la leccarda e continuare a cuocere per 20'. Far raffreddare il pane su una griglia in piedi , degustarlo almeno il giorno dopo.
Crostoso e morbido dentro.
;-))
tittipolla
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 17 mar 2009, 13:20
Località: varese


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee