SEMIFREDDO rapido agli amaretti

Ricette di pasticceria

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

SEMIFREDDO rapido agli amaretti

Messaggioda maxsessantuno » 17 mag 2007, 13:41

1 hg. di amaretti secchi ridotti in pezzi grossolani, bagnati con una tazzina abbondante di caffè amaro ristretto. Unire 2 buste di caffè liofilizzato. Una spolverata di cannella e un bicchierino di wiskey. Ricavare una pappetta.

1/2 LITRO DI PANNA FRESCA DA MONTARE LIQUIDA
2 cucchiaioni di zucchero semolato.

PROCEDIMENTO
Montare la panna ben ferma- unire la pappetta aglia amaretti. Amalgamare bene.
Foderare uno stampo da plumcake, di adeguate dimensioni, con cartalluminio per facilitare l'estrazione del lingotto di semifreddo in fase finale.
Riempire lo stampo con il composto panna/pappetta di amaretti e passare al freezer per almeno 3 ore.
Nel frattempo preparare una riduzione di caffe fatto con la moka casalinga al quale avrete aggiunto 2 cucchiai di zucchero di canna. Portare alla consistenza del caramello.

ASSEMBLAGGIO FINALE
Tagliare delle fette di semifreddo dello spessore di 1.5 cm.
Disporle su un piatto e guarnire con gocce di riduzione di caffè e 1 piccolo amaretto.
Pratico, veloce e di sicuro effetto.
Ciao
LA MAX61°
Lo farò domani.
maxsessantuno
 
Messaggi: 1140
Iscritto il: 29 gen 2007, 22:08

Messaggioda mariafatima » 17 mag 2007, 13:55

Che bel semifreddo! Grazie , è da provare sicuramente
mariafatima
 
Messaggi: 339
Iscritto il: 14 apr 2007, 15:26
Località: San Pietro in Lama (Lecce)

Messaggioda gatta » 17 mag 2007, 17:24

Grazie, mi attira molto questo dolce! :D
Avatar utente
gatta
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 22 dic 2006, 15:50
Località: Milano


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee