° La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

° La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Messaggioda Rossella » 4 feb 2007, 13:29

La Schiacciata Catanese.jpg
La Schiacciata Catanese.jpg (9.5 KiB) Osservato 1446 volte
La Schiacciata Catanese di cavolfiore

La schiacciata è una preparazione invernale della cucina popolare Catanese. Sono diffuse particolarmente nella Sicilia orientale, si utilizzano numerose farciture dalle più semplici a base di verdura, quelle ripiene con con tuma acciughe e cipolletta, a quelle più elaborate come quella di cui mi accingo a parlarvi con con cavolfiore e salsiccia.
a forma appiattita rotonda o rettangolare.

Ingredienti

1200 kg. di farina di semola
12 gr gr. di lievito di birra freschissimo
sale
½ bicchiere d’olio oliva Evo
acqua circa 500/ 600 gr.(la pasta NON deve essere molla ma piuttosto sostenuta)
1 cavolfiore da 2 kg (puliti, tagliati a ventaglio, lavati e asciugati dall’acqua).
350 gr. di tuma (o pepato fresco)
12/14 di olive nere
3/4 nodi di salsiccia
4 mazzi di cipolletta nuova(pulita lavata e asciugata)


preparazione

Sciogliere il lievito di birra in 1/2 bicchiere di acqua tiepida, versare la farina sulla spianatoia, impastarla con il lievito e continuare ad impastare aggiungendo la poca acqua necessaria ad ottenere una pasta piuttosto dura. Fare un panetto, infarinarlo, avvolgerlo in un canovaccio e lasciarlo lievitare . Quando la pasta avrà quasi raddoppiato, senza lavorarla Dividere l'impasto in due parti, ricavatene due rettangoli piuttosto sottili, con il mattarello. Foderare una teglia di circa 90cm, bucare la pasta con i rembi di una forchetta, ., ricoprire la pasta con il cavolfiore* precedentemente condito, aggiungere le olive snocciolate, il pepato a pezzetti sale, pepe.e qualche nodo di salsiccia privato dalla pelle e sbriciolato in modo uniforme., altro olio Evo Ricoprire con l'altra sfoglia premendo e sigillando sui bordi, tagliando l’eccesso di pasta dai bordi, bucherellare la pasta in superfice, praticate un buco nella parte centrale.
Dopo 20m. circa infornare per 40/45 m. a 200C° circa, dovrà diventare dorata, appena fuori dal forno copritela immediatamente con un canovaccio.
Più riposa più buona diventa, il giorno seguente è ancora più buona(senza passaggio in forno e lontano dal frigorifero)

Preparazione del cavolfiore*

Pulire il cavolfiore e tagliarlo a fiocchetti sottilissimi, sciacquarlo bene e lasciare che scoli, a questo punto sistemarlo su di un canovaccio ben aperto , ci vorranno diverse ore, solo quando sarà totalmente privo di acqua (asciutto, se non fate ciò, il cavolfiore in cottura rilascerà acqua e la pasta si bagnerà eccessivamente). mettetelo in un capiente tegame, conditelo con la cipolla affettata, il sale e il pepe macinato a mulinello e olio evo, giratelo spesso, questo passaggio è fondamentale, il broccolo s’insaporisce diventa più tenero, (si cuoce) con lo stesso procedimento potrete prepara anche la schiacciata con i broccoletti.
Allegati
La Schiacciata Catanese4.jpg
La Schiacciata Catanese4.jpg (6.53 KiB) Osservato 1445 volte
La Schiacciata Catanese3.jpg
La Schiacciata Catanese3.jpg (10.4 KiB) Osservato 1445 volte
La Schiacciata Catanese2.jpg
La Schiacciata Catanese2.jpg (10.21 KiB) Osservato 1445 volte
La Schiacciata Catanese1.jpg
La Schiacciata Catanese1.jpg (9.19 KiB) Osservato 1445 volte
Ultima modifica di Rossella il 4 feb 2007, 14:48, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda carlam » 4 feb 2007, 13:36

Rossella non trovando quel tipo di cavolfiore va bene quello bianco?
Vorrei fare una sorpresa a mio marito, grazie.
carla
Avatar utente
carlam
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 2 gen 2007, 9:04
Località: brescia

Messaggioda Rossella » 4 feb 2007, 14:25

carlam ha scritto:Rossella non trovando quel tipo di cavolfiore và bene quello bianco?
Vorrei fare una sorpresa a mio marito, grazie.

Il nostro cavolfiore tipico Catanese è di colore violetto, chiamato anche Cimoni.

Il nostro è particolarmente dolce e saporito, ma tenterei lo stesso anche con quello che trovi tu.
Una raccomandazione, non sottovalutare la preparazione del cavolfiore prima di utilizzarlo.
Tante volte sembrerò eccessiva, forse troppe foto...ma è l'unico modo per me per cercare di trasmetterVI più informazioni possibili, al fine di chiarire al meglio ogni cosa...o quasi :oops:
Allegati
Il nostro cavolfiore tipico.jpg
Il nostro cavolfiore tipico.jpg (6.82 KiB) Osservato 1301 volte
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda carlam » 4 feb 2007, 17:42

Grazie Rossella proverò con quello bianco.
Apprezzo sempre tutte le foto e le spiegazioni se aiutano alla realizzazione di una ricetta , in modo particolare per quelle che non fanno parte della mia cultura culinaria.
carla
Avatar utente
carlam
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 2 gen 2007, 9:04
Località: brescia

Messaggioda Typone » 5 feb 2007, 6:15

Rossella, ma chi t'ha fatta a te????!!!!!

:D

T.
Typone
 

Messaggioda robertopotito » 5 feb 2007, 8:34

e se al posto del cavolfiore violetto usasssi quello verde tipico romano? (credo).Quindi, il cavolfiore non viene cotto in precedenza, giusto?
grazie mille
le spiegazioni sono più che esaustive!!!
baci
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda ila » 5 feb 2007, 9:04

Che bella! E a vedersi anche buonissima... ma che forno hai? Sembra enorme la teglia...mi sa che vado a comprare il cavolo...
Avatar utente
ila
 
Messaggi: 717
Iscritto il: 12 dic 2006, 15:09

Messaggioda pikkolin@ » 5 feb 2007, 9:34

Chissà che buonaaa!! Purtroppo a casa mia non vogliono sentire neanche l'odore del cavolfiore o broccolo che invece io adoro. Potrei metterci però tranquillamente qualsiasi altro tipo di verdura ripassata prima in padella (esempio la scarola) o finirei per snaturare la ricetta?
pikkolin@
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 9 gen 2007, 14:40
Località: Roma

Messaggioda biarob » 5 feb 2007, 9:42

Grazie Rossella! *smk*
roberta
Avatar utente
biarob
 
Messaggi: 240
Iscritto il: 27 nov 2006, 8:07
Località: scanzorosciate (bg)

Messaggioda Rossella » 5 feb 2007, 15:42

robertopotito ha scritto:e se al posto del cavolfiore violetto usasssi quello verde tipico romano? (credo).Quindi, il cavolfiore non viene cotto in precedenza, giusto?
grazie mille
le spiegazioni sono più che esaustive!!!
baci

Per il cavolfiore non posso aiutarti Roby, prova e poi ci dici, mi raccomando il cavolfiore è RIGOROSAMENTE CRUDO, si cuoce con la marinata con cipolla e olio evo, fatto asciugare BENISSIMO prima.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Barbara » 6 feb 2007, 10:47

Meravigliosa, me l'ero persa!
La tuma è una caciottina fresca? Mucca o pecora?
Grazie!
Barbara
______________________________________
Un giorno senza un sorriso, è un giorno perso (Charlie Chaplin)

http://ricettebarbare.blogspot.com/
Avatar utente
Barbara
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 27 nov 2006, 9:59
Località: Trieste

Messaggioda Rossella » 6 feb 2007, 11:44

pikkolin@ ha scritto:Chissà che buonaaa!! Purtroppo a casa mia non vogliono sentire neanche l'odore del cavolfiore o broccolo che invece io adoro. Potrei metterci però tranquillamente qualsiasi altro tipo di verdura ripassata prima in padella (esempio la scarola) o finirei per snaturare la ricetta?

puoi farla con le bietole, quando le trovo uso quelle selvatiche, un'altro classico della nostra cucina, viene buonissima :-P<^ naturalmente niente salsiccia in questo caso e poi tutto uguale.
p.s.
le bietole passale velocemente in padella.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Lamù » 6 feb 2007, 11:46

E' bellissima!
Avevo pensato di fare una focaccia con la pasta di quella pugliese e il ripieno di cavolfiore ma penso che invece farà questa!
Grazie!
P.E. Simona
Avatar utente
Lamù
 
Messaggi: 136
Iscritto il: 27 nov 2006, 7:48
Località: Bologna

Messaggioda pikkolin@ » 6 feb 2007, 11:48

Ok, grazie 1000.
pikkolin@
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 9 gen 2007, 14:40
Località: Roma

Messaggioda Rossella » 6 feb 2007, 13:33

Barbara ha scritto:Meravigliosa, me l'ero persa!
La tuma è una caciottina fresca? Mucca o pecora?
Grazie!

Ciao Barbara.
La tuma è un formaggio ottenuto con latte vaccino e ovino, con aggiunta di caglio e sale.
La pasta è semidura, la stagionatura è di circa 20 giorni, mentre il pepato fresco che è quello che ho utilizzato io, è lo stesso con l'aggiunta di grani di pepe nero, con una stagionatura di 45 giorni circa.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda MEB » 9 feb 2007, 11:44

Mitica : è la ricetta che viene spiegata nell'ultimo di Camilleri per cui Moltalbano si "licca" le dita ! L'ho letto proprio ieri e mi sono detta : la provo ! E ora qui trovo anche la sequenza fotografica .. incredibile coincidenza !
MEB
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 27 nov 2006, 11:24
Località: Dovera - CR

Re: La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Messaggioda rosanna » 25 apr 2008, 10:59

che meraviglia non l'avevo vista! oggi la faccio con le bietole
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 5129
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Messaggioda ugo » 14 set 2008, 16:57

Grazie.
Lo avevo già visto a suo tempo ma, non lo ricordavo.
Utile.
:saluto: :saluto: Ugo
Ciò che esisteva ai tempi di Careme,esiste ancor oggi ed esisterà per quanto tempo sarà dato alla cucina di vivere.
A.Escoffier Novembre 1902
Avatar utente
ugo
 
Messaggi: 740
Iscritto il: 11 gen 2008, 17:43

Re: La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Messaggioda Luciana_D » 16 set 2008, 18:47

Dire fantastico e' poco !!!
La provero' a breve :fiori:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° La Schiacciata Catanese di cavolfiore

Messaggioda morf3o » 25 gen 2012, 0:00

Questa si che sembra una vera ricetta "casalinga" della scacciata, quando abitavo a Catania ne mangiavo a tonnellate sopratutto di quella tuma e acciughe, ma anche con questa non scherzavo :-P o :p:

Avrei un paio di domande da farti:

il cavolfiore dopo lavato ed affettato per quanto tempo si deve tenere sul canovaccio ad asciugare?
sempre il cavolfiore, per quanto tempo deve "marinare" con l'olio

ti faccio queste domande per sapere quando iniziare a preparare il tutto per mangiarla all'orario di cena :-P o :p:

P.S. dimenticavo: la salsiccia messa in crudo non c'è il rischio che rimanga crudetta, non serve passarla prima in padella?

Grazie per le risposte, e complimenti per la ricetta.
Avatar utente
morf3o
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 23 gen 2012, 19:48
Località: Vittoria (RG)

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee