sanguinaccio (come me lo ricordo)

Ricette di pasticceria

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, anavlis

sanguinaccio (come me lo ricordo)

Messaggioda paolotta » 19 feb 2007, 13:05

Finalmente ho trovato una ricetta di finto sanguinaccio che mi ricordi quello che mangiavo da piccola! Premetto che essendo nata nel 1968 ero veramente piccola quando il sangue è stato vietato, ma il ricordo di quel sapore intenso che quasi bruciava la gola mi è rimasto impresso.
La ricetta è di una mia amica che a sua volta la ha avuta dalla cognata... comunque io l'ho trovata più fedele ai miei ricordi rispetto alla mia e , quindi, ve la propongo.

Finto sanguinaccio:

1 lt di latte
200gr cioccolato fondente
500 gr zucchero
80gr di amido
200gr di cacao amaro meglio se van Hou..n o Perni..tti
2 bustine di vanillina e 2 di cannella
rhum (facoltativo)
canditi a cubetti.

Triturare il cioccolato, aggiuingere tutti gli ingredienti secchi tranne gli aromi, diluire con il latte caldo e portare ad ebollizione mescolando fino ad ottenenere una crema poco densa.

Io avevo già fatto il mio che ha un gusto più morbido , ma penso che ne farò anche un pò di questo (non lo mangio tutto , lo regalo)
Un bacio
Paola
paolotta
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27 nov 2006, 13:16
Località: NAPOLI

Messaggioda Typone » 19 feb 2007, 13:10

Grazie Paolotta, sembra buonissimo!

T.
Typone
 

Messaggioda paolotta » 20 feb 2007, 10:11

mha a me sembra che sia stato vietato negli anni settanta, mha non è che in Toscana avete fatto come per la chianina :wink:
un bacione
Paola
paolotta
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 27 nov 2006, 13:16
Località: NAPOLI

Messaggioda luvi » 4 apr 2007, 22:51

:D
A faenza c'era una sola bottega in una stradina della piazza con i portici che in un piccolo periodo dell'anno aveva il sanguinaccio... sapevo che c'era il sangue di maiale ma il sapore era davvero unico e buono... pensate che lo adoravo pur sapendo che c'erano i canditi che io.. odio.
L'ho rifatto circa 12 anni fa.. appena sposta ho avuto la fortuna di poter assistere e collaborare a uno degli ultimi riti di lavorazione casalinga di un maiale macellato..
no è stata una cosa "schifosa" ma una poesia... in tre uomini.. sembrava che suonassero i violini non che tagliuzzassero un maiale gigantesco..
beh in quella occasione mi sono fatta dare un po' di sangue di maiale, ho chiesto a mia nonna la ricetta di sua mamma del migliaccio, ho diviso le dosi.. erano da ...famiglia di fine '800. e l'ho fatto...

se volete vado a ritirar fuori il foglietto.. non l'ho più fatta perchè praticamente due teglie me le sono dovute mangiare tutte io.. le ho porzionate messe in freezer...

quegli incantai dei miei parenti e familiari...non hanno capito la magia di quell'antico e pregiato dolce :D
luvi
 

Messaggioda Rossella » 4 apr 2007, 22:56

luvi ha scritto::D

se volete vado a ritirar fuori il foglietto.. non l'ho più fatta perchè praticamente due teglie me le sono dovute mangiare tutte io.. le ho porzionate messe in freezer...

quegli incantai dei miei parenti e familiari...non hanno capito la magia di quell'antico e pregiato dolce :D

Se ti fa piacere siamo qui :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda luvi » 12 apr 2007, 17:52

:D
eccomi qua con le indicazioni del MIGLIACCIO come si faceva in casa NERI, la casa di mia nonna paterna.. nonna che ha ora 94 anni..:D

1/2 litro di sangue di maiale
2 litri di latte
1/2 spezie varie *
1/4 litro di Saba (liquore per dolci molto denso, del faentino)
172 kg di zucchero
4 mele grattugiate
cioccolata
frutta candita
1 pizzico di sale
1 tira di pane sbriciolata

Cuocere in una pentola, quando è sodo mettere in una teglia foderata da una sfoglia sottile tipo quella della crostata.
E' cotto quando provando con un bastoncino risulta asciutto.

* mia nonna mi ha detto che queste spezie varie si compravano sfuse nella bottega e mischiate con la Saba diventavano qualche cosa simile a una marmellata.

naturalmente quella volta che lo feci io.. non misi questo ingrediente ormai sparito.. ma la Saba si trovava ancora.. una specie di aceto balsamico( la consistenza) dolce.. che a Faenza si usa anche per bagnare i TORTELLI, dolci con interno farcito tipici di una Festa di Primavera...

Ora chi prova e chi ha altri ricordi su queste ricette del tempo passato?

:D
luvi
 

Re: sanguinaccio (come me lo ricordo)

Messaggioda felicita » 12 apr 2007, 18:23

paolotta ha scritto:Finalmente ho trovato una ricetta di finto sanguinaccio che mi ricordi quello che mangiavo da piccola! Premetto che essendo nata nel 1968 ero veramente piccola quando il sangue è stato vietato, ma il ricordo di quel sapore intenso che quasi bruciava la gola mi è rimasto impresso.
La ricetta è di una mia amica che a sua volta la ha avuta dalla cognata... comunque io l'ho trovata più fedele ai miei ricordi rispetto alla mia e , quindi, ve la propongo.

Finto sanguinaccio:

1 lt di latte
200gr cioccolato fondente
500 gr zucchero
80gr di amido
200gr di cacao amaro meglio se van Hou..n o Perni..tti
2 bustine di vanillina e 2 di cannella
rhum (facoltativo)
canditi a cubetti.

Triturare il cioccolato, aggiuingere tutti gli ingredienti secchi tranne gli aromi, diluire con il latte caldo e portare ad ebollizione mescolando fino ad ottenenere una crema poco densa.

Io avevo già fatto il mio che ha un gusto più morbido , ma penso che ne farò anche un pò di questo (non lo mangio tutto , lo regalo)
Un bacio
Paola

la mia ricetta è simile.
1 lt di latte
400 gr di zucchero
300 gr cioccolato fondente
50 gr burro
70 gr amido
100 gr cacao amaro
1 busta di vaniglia
1 busta di cannella

Amalgamate zucchero, cannella e cacao e, a parte, sciogliete l'amido in un quarto di latte. Versate il tutto in un tegame aggiungendo il burro, il rimanente latte ed il cioccolato fondente. Portate ad ebollizione e mescolate per circa mezz'ora, fino a quando la crema non risulti abbastanza densa. Fate raffreddare e poi aggiungete la vaniglia.

Il sanguinaccio si mangia con le chiacchiere

300 gr farina
50 gr burro fuso
2 uova
1 cucchiaio colmo di zucchero
un pizzico di sale
1 bicchierino di alcool

Procedimento: Mescolate tutti gli ingredienti sul tavolo ed impastate con energia. Lasciate riposare per 30 minuti. Stendete la sfoglia in maniera sottilissima ( potete aiutarvi se siete in possesso della macchina che stende la pasta) . Tagliate con la rotellina delle strisce di pasta . Friggetele in un recipiente alto e stretto colmo di olio bollente. Togliete l'eccesso di olio mettendo le chiacchiere su tovaglioli di carta e poi passatele nello zucchero a velo.
felicita
 
Messaggi: 122
Iscritto il: 3 apr 2007, 15:11

Messaggioda Rossella » 12 apr 2007, 18:41

nessuna di voi ha una foto del piatto?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14285
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda luvi » 12 apr 2007, 20:28

:shock:
15/20 anni fa.. non c'era una digitale in casa nostra ne la pazza idea di scrivere di ricette passate e fotografate su un ..forum di internet..
la mia versione è comunque un fondo sottilissimo di pasta in teglia quadrata, contenuto.. marrone/nero un po' lucido, compatto tipo una crema fredda appena granulosa , dolce con altezza uniforme di circa due dita e mezzo.
:D
luvi
 

Messaggioda felicita » 13 apr 2007, 15:42

rossella non ne ho :(
felicita
 
Messaggi: 122
Iscritto il: 3 apr 2007, 15:11

Messaggioda luvi » 13 apr 2007, 20:13

:D
ho sfogliato una copia dell'Artusi, sapete che c'è una ricetta simile.. poi la ricopio, se volete...:D

..e c'è anche il ...Latte Brulè!? :D
luvi
 


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee