I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Sandra » 23 mag 2008, 6:55

PS: ma perché questo topic è finito nel settore cucina dal mondo. Che non esiste una cucina ebraica italiana?


Esistera' sicuramente, potremmo chiedere ad Alexy di raccontarcela!! :D

Ho trovato un piccolo articolo a tal proposito, sono assolutamente digiuna in materia, potreste commentarmelo voi :D :eccolo
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9013
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Alexy » 23 mag 2008, 7:14

Il link che Sandra cita dice bene e in poche parole spiega come gli ebrei della diaspora hanno seguito la casherut con le materie prime del paese dove si sono insediati e perfino delle regioni di quel paese. Vero anche che la cucina si distingue in sefardita e ashkenazita.
In un libro che seguo spesso: La cucina nella tradizione ebraica, a cura di Giuliana Ascoli Vitali-Norsa, ed. Giuntina, le ricette portano sempre il riferimento alla provenienza. Nel libro sono anche dettagliate le ricette dei dolci in uso a Venezia, come le bisse, le impade, gli zuccherini, le apere e che si mangiano a Pesah (oggi, però, si consumano in tutti i periodi dell'anno), ma che per il periodo di Pesah si preparano in un forno appositamente aperto per le necessità di casherut di questa ricorrenza.
Se ci riesco, metterò una foto delle impade che inforno spesso.
:saluto:
Alexy
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 10 mag 2008, 9:11

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Sandra » 23 mag 2008, 7:38

Se ci riesco, metterò una foto delle impade che inforno spesso


Magari anche le ricette che farai :lol: :lol: Grazie!!
Anzi portemmo mettere in padella un 3 D apposito della cucina degli ebrei italiani, mi piace molto come idea!!Grazie!!!
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9013
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Sarit » 24 mag 2008, 16:28

Sandra ha scritto:
PS: ma perché questo topic è finito nel settore cucina dal mondo. Che non esiste una cucina ebraica italiana?


Esistera' sicuramente, potremmo chiedere ad Alexy di raccontarcela!! :D

Ho trovato un piccolo articolo a tal proposito, sono assolutamente digiuna in materia, potreste commentarmelo voi :D :eccolo



La mia era solo una battuta (ok... un po' polemica)!
E' ovvio che esiste una cucina ebraica italiana: vivo a Gerusalemme, ma sono nata e cresciuta in Italia, mangiando anche in Italia.
Giusto per tirarmela un po'... ecco un selezione culinaria dal mio blog su questi argomenti - fatta eccezione per la prima ricetta che trovate
http://ilmacom.blogspot.com/search/label/Cucina
"Buone queste frittelle. Avevano un solo difetto: erano poche" (da "Zio Paperone e le case gonfiabili", Topolino 13/9/1981)
Avatar utente
Sarit
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 14 mag 2008, 14:16
Località: Gerusalemme

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Sandra » 24 mag 2008, 17:11

Grazie Sarit, interessantissimo, poi leggero' bene e ti chiedero' delucidazioni!!
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9013
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: I riti alimentari ebraici ovvero la "casherùt"

Messaggioda Alexy » 24 mag 2008, 20:55

Grazie Sarit. Vado a farmi un giro sul tuo blog. :D
Alexy
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 10 mag 2008, 9:11

Precedente

Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee