Risotto di riso venere capsante e asparagi

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Risotto di riso venere capsante e asparagi

Messaggioda Frabattista » 7 apr 2007, 21:49

Risotto di riso venere capsante e asparagi

Immagine

Per tre persone:

6 tazzine scarse di riso venere
12 cappesante
1 mazzetto a piacere di asparagi
1 scalogno
Fumetto di pesce quanto basta
1 tazzina di acqua di precottura del riso


Ho scongelato la riserva di fumetto preparata un paio di mesi fa: teste di gambero, scarti di gallinella e verdure.
Ho saltato a fuoco vivace le cappesante con abbastanza olio (quasi tutto quello che serve per il riso), con un trito di prezzemolo e pochissimo aglio.
Ho scottato le punte di asparagi, lasciandole piuttosto croccanti, in acqua salata con un pizzico di farina.
Ho lavato il riso e l'ho scottato a vapore dentro la pentola a pressione fino a portarlo a metà cottura e più: circa 10-12 minuti. Pensavo che ci volesse di più perché questo è un riso grezzo, quando preparo quello integrale mi occorre più tempo. Ho aperto 2 volte la pentola per controllare meglio la cottura e ho tenuto una scodellina di liquido di cottura color inchiostro limpido: ha un sapore leggero ma gradevole, il riso non rilascia amido.
Ho tritato lo scalogno, scaldato con un cucchiaio di olio, aggiunto il riso e unito un goccio di acqua di cottura, poi il fumetto e ancora poca acqua e poi il fumetto fino a cottura quasi finita ho regolato di sale.
Ho aggiunto il liquido e l'olio di cottura delle cappesante, poi gli asparagi tagliati a cubetti, poi le cappesante, salvo ritirare fuori quasi subito dopo qualche corallo, qualche muscolo e poche punte, perché non si scurissero troppo, il resto è andato ancora sul fuoco pochi minuti fino alla giusta consistenza del riso.
Ho preparato i piatti guarnendo con i coralli, i muscoli e le punte di asparago.

Immagine

Immagine

Immagine


(c'è una gazza in cucina!!!)

Immagine

Il riso venere è di recente coltivazione nelle risaie ferraresi, tutti gli anni cerco di procurarmi il riso nostrano andando alle fiere dei paesi dove lo si coltiva. Jolanda di Savoia è il centro di questa produzione con altri paesi del Basso Ferrarese: mi piace molto il nostro riso, posso procurarmelo di sigillato nei pacchetti sottovuoto e lo conservo in frigo. Spesso in tarda primavera o in estate percorriamo volentieri le strade che attraversano le risaie: offrono rifugio a innumerevoli specie di trampolieri aironi, garzette nitticore ed altri: sono veramente bellissime!!!!

Questo è il link ad un bell'articolo sulla storia del riso ferrarese
http://www.fondazionecarife.it/rivista/servlet/Controller?gerarchia=02.03.02.20.01.06

ciao a tutti e ancora buone feste !!!
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Messaggioda anavlis » 22 apr 2007, 20:34

VARIANTE: PASTA ASPARAGI E CAPESANTE

Avevo comprato il riso venere, ma mio genero preferiva la PASSSTA (io avrei preferisco il riso) ed ho modificato qualcosa.
Ho sbollentato gli asparagi, tagliati a pezzetti, finendo la cottura nel sughino di cottura delle capesante, schiacciandone un pò per fare cremina. Ho aggiustato di sale eaggiunto il curry (ci sta bene). Ho tagliato a pezzetti le capesante e le ho assemblate agli asparagi a fine cottura. La pasta l'ho cucinata nell'acqua di cottura degli asparagi...non avevo il fumetto di pesce. Ho saltato tutto nel padellone aggiungendo il prezzemolo e VIA!!!
E' piaciuta molto, mio genero era estasiato :D :D
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee