Risotto con gamberetti e mandarini

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Risotto con gamberetti e mandarini

Messaggioda anavlis » 29 mar 2011, 21:16

Ricetta estrapolata da: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Sud chiama Nord

Immagine

Ho pensato a questo nome per un piatto che mi ha fatto pensare ad un abbraccio tra le regioni Sicilia e Lombardia, per via degli ingredienti che ho utilizzato :D

Ingredienti

gr 250 riso carnaroli grazie Cinzia!
gr500 gambero rosa
1/2 porro
1 carota piccola
5 mandarini
1 cucchiaino da tè di Mielarò zafferano
1 cucchiaino di pepe di pepe di sichuan grazie Sandra!
rametto di timo
qualche scaglia di parmigiano
1/2 bicchiere di spumante o vino bianco secco
una noce di burro - olio - sale

Sgusciare i gamberetti e con i gusci fare un fumetto da utilizzare per la preparazione del risotto, aggiungendo una foglia esterna del porro e una piccola carota - salare.
Tagliare a pezzetti il 1/2 porro, la metà con il verde, e soffriggere senza dorare con l'olio. Aggiungere il mielarò allo zafferano, il riso, e sfumare con lo spumante e salare. Cuocere il risotto aggiungendo il fumetto di gambero.
Verso la fine cottura aggiungere: i gamberi sgusciati - la buccia dei manderini grattugiati - 4 mandarini pelati (togliere tutta la pellicina) e 1 spremuto - il pepe.
Alla fine la noce di burro e il timo.
Aggiungere nel piatto, se si gradisce, qualche scaglia di parmigiano.

Nota:Il mielarò allo zafferano si sostituisce con miele di acacia e zafferano. Ho trovato questo prodotto (costa un botto :mrgreen: ) al Caffè Sicilia a Noto (Siracusa). E' un brodotto aromatizzato a base di miele. Esiste anche al bergamotto, zenzero, fave di cacao.... Questo bar è stato classificato dal gambero rosso al nono posto tra i 19 migliori bar italiani.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda susyvil » 29 mar 2011, 21:31

Che artista che sei!!!! :clap: :clap: :clap:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2791
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda Luciana_D » 29 mar 2011, 21:44

:thud:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda Luciana_D » 30 mar 2011, 5:44

Grazie Ros.I tuoi straccetti mi fanno molta gola D:Do
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11826
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda anavlis » 30 mar 2011, 8:45

almeno sono riuscita a dare un piccolo contributo !103gif con tanto di foto in notturna :lol: :lol: :lol:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda Donna » 30 mar 2011, 10:38

Acci non avevo visto il risotto della Silvana! :shock:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3317
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: LA SFIDA DI MARZO - AGRUMI E SPEZIE

Messaggioda elenalugo » 30 mar 2011, 11:20

essendo nuova mi sono presa il tempo di leggere questo F A V O L O S O thread!
Già che adoro le spezie, adoro gli agrumi e gli abbinamenti insoliti....che dire, qui ho trovato tanto (troppo) pane per i miei denti!
MA SIETE TUTTE BRAVISSIME!Complimenti!
L'uomo non inciampa mai nelle montagne, inciampa nelle montagnole sollevater dalle talpe. Confucio
Avatar utente
elenalugo
 
Messaggi: 34
Iscritto il: 21 mar 2011, 17:11

Re: Sud chiama Nord

Messaggioda Rossella » 27 nov 2012, 18:48

Stupendo Silvana! :clap: :clap:
Però dobbiamo modificare il nome, se facciamo una ricerca dove lo becchiamo? :lol: :lol:
A lei l'onore *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12649
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda anavlis » 29 nov 2012, 19:38

grazie *smk*
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda anavlis » 22 feb 2013, 15:04

E' tempo di manderini!!!! <^UP^> lo rifarò anch'io :wink:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda rosanna » 22 feb 2013, 15:52

Silvana, che curiosità :|? se hai la possibilità ci fai vedere una foto del mielarò ? una puntina di zafferano giusto per colorare il riso va bene ?
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4407
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda Patriziaf » 22 feb 2013, 18:03

anavlis ha scritto:E' tempo di manderini!!!! <^UP^> lo rifarò anch'io :wink:

Io l'ho fatto la sera di Capodanno,non ho potuto fotografare,ma vi dirò : non è buono....E' SUPERLATIVO!!!!!!Ho usato il miele d'acacia e lo zafferano,perchè non avevo mielarò,fin'ora l'ho fatto già tre volte,perchè in famiglia piace molto.
E' molto delicato.
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2621
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda anavlis » 22 feb 2013, 19:06

rosanna ha scritto:una puntina di zafferano giusto per colorare il riso va bene ?


Si, ma usa uno zafferano di buona qualità (perchè non ha solo il compito di colorare) e miele. Lo avevo scritto nelle note. Il MIELARO' è un miele aromatizzato, quindi con la consistenza del miele.
Cercando il Mielarò - invenzione di Corrado Assenza - ho trovato su internet questo:

Arnie e padelle

Il miele non è solo un dolcificante alternativo allo zucchero. È molto di più. È ideale per laccare le carni, marinare le crudité di pesce, scaloppare il fegato grasso, caramellare e candire frutta e ortaggi. Addirittura per lessare le verdure e “salare” l'acqua della pasta. Perché esalta i sapori, arrotonda il gusto, sottolinea i contrasti, modifica le consistenze, estrae i liquidi, veicola gli aromi. Basta mettere il naso nelle cucine di grandi chef e archimedi italiani del gusto. Carlo Olivero, tecnico di Aspromiele, specializzato in analisi sensoriale di questo alimento, dalla pagine della rivista di apicoltura Lapis suggerisce ricette, usi e abbinamenti: il miele giusto con i formaggi («per smussarne o ampliarne il gusto, e arrotondare la bocca»), con la frutta («non la cuoce, come il limone»), addirittura con il caffè («quello di rododendro, di sulla o di rosmarino») o sopra la semplice fetta di pane («da piemontese dico di tarassaco, ma anche di montagna e di macchia mediterranea e, in presenza del burro, di castagno o melata»). Ma l'accostamento sorprendente è con la carne e il pesce crudo. «Il miele – spiega Carlo Olivero – ha un pH appena inferiore a quello del limone e superiore a quello dell'aceto, quindi è adatto a una cottura leggera. Con la differenza, rispetto al limone, che non altera il sapore dell'ingrediente messo a marinare. Quindi, è perfetto con il sushi o gli affumicati di pesce, ma anche con le carni e i salumi: per esempio, lardo di Arnad e miele di castagno o di tiglio». Igles Corelli (fresco di Stella Michelin ad appena 9 mesi dall'apertura del suo nuovo ristorante Atman a Pescia, Pistoia), preferisce il miele al vino, all'aceto e al limone nella marinatura delle carni perché così «risultano più morbide». Anche Heinz Beck della Pergola di Roma, oltre che nelle marinate, lo utilizza nelle salse e nelle glassature «per la sua dolcezza più piena e rotonda». Gaetano Trovato dell'Arnolfo di Colle di Val d'Elsa ci fa il pane salato con grasso d'oca «per esaltare il gusto del grasso» e lo accosta al fior di sale «per metterne in evidenza la dolcezza». Sergio Mei del ristorante Il Teatro de l'Hotel Four Seasons a Milano accosta miele e verdure non solo per le canditure (i pomodori da accompagnare a capesante, scampi o foie gras) ma anche «per estrarre i liquidi, che vengono poi restituiti al piatto emulsionandoli con l'olio, limone erbe e spezie». Nelle cucine di Alfonso Jaccarino a Sant'Agata sui Due Golfi (NA) il miele, proveniente dalla sua azienda agricola Le Peracciole di Punta Campanella, è usato un po' ovunque, compresa la salsa per la frittura di astice e per la pasta frolla, «perché dà friabilità». Enrico Bartolini utilizza il miele, della propria azienda agricola attaccata al ristorante Le Robinie a Montescano, perché dà una «croccantezza leggera, delicata e di grande personalità» e perché nel gioco del dolce-salato «è un protagonista ruffiano, goloso, tecnicamente perfetto». Secondo Paolo Teverini nel suo hotel-ristorante-beauty farm a Bagno di Romagna, dove sul banco della prima colazione tutte le mattine cola miele fresco da alcune arnie, «oltre a dolcificare dà gusto, è più elastico dello zucchero e poi le salse risultano più legate, eleganti e morbide». Lo chef sardo Roberto Petza (che ha legato il suo nome al S'Apposentu di Cagliari) lo utilizza nelle vinaigrette, nel pane, per laccare la carne, per scaloppare il tonno, nel gelato allo zafferano e nella pompia (agrume selvatico candito nel miele) perché «è più naturale e più nostro». Ciccio Sultano del Duomo di Ragusa Ibla, per cultura siciliana e formazione di pasticceria, utilizza il miele per estrarre gli oli essenziali dalle rose e dal gelsomino, candire la pera spinella e la meletta dell’Etna, glassare il maialino nero dei Nebrodi, condire il pesce, nella “stimpirata” e nella caponata verde, per preparare la bottarga!, siringando dentro le uova di tonno, di ricciola o di cernia un’infusione di sale, zucchero di canna, erbe di campo e miele di zagara d'arancio. Ed Eugenio Pol, in arte Vulaiga, fornaio di Fobello, nell'estremo nord d'Italia, usa il polline come agente lievitante della pasta madre impiegata per il suo memorabile pane.



Corrado Assenza e Mielarò

Corrado Assenza del Caffè Sicilia di Noto ha elaborato una sua personale filosofia sul miele, che usa nella pasticceria tradizionale siciliana come nei piatti salati: in una edizione di Identità Golose di Milano ci ha addirittura “salato” l'acqua della pasta! «La sua forza sta nel fatto che è uno zucchero semplice, naturale e irripetibile – spiega Corrado Assenza – e soprattutto nella sua capacità di estrarre e di trasmettere gli aromi in modo morbido e rispettoso della materia prima. Nelle marinature e nelle canditure la leggera acidità e soprattutto la concentrazione degli zuccheri estrae i liquidi e modifica la consistenza dell’ingrediente: il gambero crudo diventa croccante, così il baccalà, il tonno». E per creare una sinergia di sapori e seguire una coerenza concettuale, l’essenza del miele viene scelta in base agli aromi che si vogliono condurre, come nei Mielarò, la linea di mieli aromatizzati creati da Assenza alcuni anni fa (usati da chef stellati) e proposti in tre famiglie, erbe, spezie e frutti, da scegliere in base al profilo aromatico della materia prima: il cappero selvaggio della collina iblea candito nel miele di timo, il pomodoro ciliegino di Pachino in quello di fiori d'arancio, e su un piatto a base di frutta miele di nespolo, di acacia, di melo o di agrumi. Un lavoro di ricerca – dichiara Corrado Assenza – «per liberare dalla chimica l’artigiano, per sdoganare la pasticceria e la gelateria dai prodotti industriali. Gli spagnoli usano i microingredienti e vanno verso l'industrializzazione della cucina. Noi dalla parte opposta, per rendere la cucina sempre più tradizionale».
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda anavlis » 22 feb 2013, 19:08

miky ha scritto:Io l'ho fatto la sera di Capodanno,non ho potuto fotografare,ma vi dirò : non è buono....E' SUPERLATIVO!!!!!!Ho usato il miele d'acacia e lo zafferano,perchè non avevo mielarò,fin'ora l'ho fatto già tre volte,perchè in famiglia piace molto.
E' molto delicato.


Mi fa piacere che vi sia piaciuto :D
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda rosanna » 22 feb 2013, 22:01

zafferano di qualità, certo :wink: :saluto:
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4407
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda Gaudia » 24 feb 2013, 11:38

Come ha fatto a sfuggirmi questa ricetta? :|?
Avatar utente
Gaudia
 
Messaggi: 2094
Iscritto il: 30 ott 2009, 0:17

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda rosanna » 14 feb 2014, 20:27

Risotto con gamberetti e manderinirosanna.jpg
Immagine


Buono buono buono Silvana ! Anche se i gamberi erano surgelati ....il pepe di Sechuan di Sandra c'era però :lol:
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4407
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Risotto con gamberetti e manderini

Messaggioda titione06 » 15 feb 2014, 12:02

mummmm!!bello bello bello ROSANNA !! :clap:
Christiane
titione06
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 25 nov 2010, 18:04
Località: BIOT in FRANCIA

Re: Risotto con gamberetti e mandarini

Messaggioda anavlis » 13 feb 2017, 12:21

<^UP^>

Una curiosità
a Palermo usiamo comunemente il termine "manderino" e non mandarino. Non è scorretto, è solo una forma letteraria arcaica, di chiamare questo frutto, andata in disuso...ma noi siamo antichi e la usiamo ancora :ahaha: :ahaha: :ahaha:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10414
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee