° Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

° Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda ZeroVisibility » 25 ott 2008, 13:56

Immagine

Risotto alla Parmigiana e Mondeghili di Verza

X4
280 gr di riso
brodo di carne
burro
Parmigiano giovane
8 foglie di verza
luganiga,macinato di maiale, lardo ,pancetta tesa, fegatini di pollo ( 100 gr per ingrediente)
1 uovo
5/6 noci e 5/6 mandorle
mollica di pane bianco
sale/pepe
½ bicchiere di panna

Bianchire le foglie di verza in acqua bollente salata per un paio di minuti, poi ,scolarle e tenere da parte.
Passare al tritacarne il lardo e la pancetta tesa .unire la carne, i fegatini spadellati a pezzetti in poco burro, la luganiga, il pane e una manciata di parmigiano. Aggiungere la frutta secca tagliata grossolanamente a coltello e l’uovo. Amalgamare il tutto aggiustando di sale e pepe.
Stendere le foglie di verza su un tagliere e farcirle con il composto preparato. Chiuderle ad involtino e fermarle con un giro di spago da cucina. Cuocere i mondeghili in una casseruola con un poco di burro. Verso fine cottura ( ci vorra’ piu o meno una mezz’ora) unire la panna lasciandola sobbollire.
Preparare un semplice risotto e mantecarlo a fine cottura con abbondante parmigiano e del buon burro. Impiattare e disporre sopra il riso un paio di mondeghili salsando con il loro fondo.
Ettore
"guida poco...che devi bere"
Avatar utente
ZeroVisibility
 
Messaggi: 1061
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:02
Località: milano nord/ovest

Re: Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda rosanna » 25 ott 2008, 14:24

oh, che bel piatto ! : Thumbup :

la luganiga è una salsiccia di maiale ? i fegatini di pollo non ce li metterò, non li amo, è ininfluente :oops: ?
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4407
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda ZeroVisibility » 25 ott 2008, 16:34

rosanna ha scritto:oh, che bel piatto ! : Thumbup :

la luganiga è una salsiccia di maiale ? i fegatini di pollo non ce li metterò, non li amo, è ininfluente :oops: ?


si..va bene quella salsicia a metro che trovi al super..
se non ti piacciono i fegatini....via! 8)) eliminali...
Ettore
"guida poco...che devi bere"
Avatar utente
ZeroVisibility
 
Messaggi: 1061
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:02
Località: milano nord/ovest

Re: Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda Clara » 25 ott 2008, 17:49

Bella ricetta Ettore :D
Qualcosa di molto simile, con le foglie di verza ripiene, senza fegatini però, si fa qui in Piemonte e si chiamano caponet,
si cuociono anche quelli in padella , mi piace l'aggiunta della panna :D
L'abbinamento al riso è una bella idea
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6374
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda Rossella » 25 ott 2008, 18:01

Preparare un semplice risotto e mantecarlo a fine cottura con abbondante parmigiano e del buon burro

è tutto chiarissimo, una domanda, il risotto lo sfumi con il vino? se si con quale?
Perchè non ci racconti nella stanza dedicata, con che vino accompagni questo piatto 8))
grazie *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Risotto alla parmigiana con mondeghili di verza

Messaggioda ZeroVisibility » 25 ott 2008, 19:48

Rossella ha scritto:
Preparare un semplice risotto e mantecarlo a fine cottura con abbondante parmigiano e del buon burro

è tutto chiarissimo, una domanda, il risotto lo sfumi con il vino? se si con quale?
Perchè non ci racconti nella stanza dedicata, con che vino accompagni questo piatto 8))
grazie *smk*


No... la caratteristica del risotto alla parmigiana a mio giudizio, deve essere quella di avere 4 elementi 4. Buonissimi ma 4!
Riso,burro,brodo e parmigiano. tutti e quattro per dare il "risultato", devono essere di altissima qualita'.
Il risotto viene fatto, tostando il riso ,senza null'altro, nel burro e sfumando direttamente col brodo. Portato a cottura con l'utilizzo dello stesso brodo, va mantecato fuori dal fuoco con un grande burro e con un parmigiano molto giovane.( una volta grattugiato, deve essere vaporoso) Io ne utilizzo uno di circa un anno che prendo al caseificio di Soragna.(PR)
Si lascia riposare coperto un paio di minuti e poi si impiatta.
Io ci ho abbinato ( avevo la bottiglia gia' aperta) un Tocai di Renato Keber del 2005
Ritengo pero' che , vista la presenza delle varie carni e del fegato, si potrebbe spaziare dal bianco al rosso senza grossi patemi.
Sui bianchi , mi orienterei verso un aromatico o un semiaromatico Gewurz....Muller Thurgau...una Malvasia della zona del Carso..
e, per i rossi, ci vedrei benissimo un vino di medio corpo molto profumato..magari un Pinot Nero .

E con tutto questo, spero di aver strappato un sorriso a Rossella che mi cazzia se non scrivo abbastanza..... 8)) 8))
Ettore
"guida poco...che devi bere"
Avatar utente
ZeroVisibility
 
Messaggi: 1061
Iscritto il: 15 lug 2007, 20:02
Località: milano nord/ovest


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee