Risi e bisi (Riso e piselli) °

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Risi e bisi (Riso e piselli) °

Messaggioda Typone » 26 apr 2007, 12:35

Dal libro di Mariù Salvatori de Zuliani "A tola co i nostri veci" (A tavola con i nostri vecchi), un bel ricettario veneziano interamente scritto in dialetto, la ricetta del famoso risotto coi piselli.
Ho comprato i piselli freschi e questa sarà la loro morte...Le foto quando sarà fatto il risotto...

Risi e bisi (casa de Ziuliani)

La xe na minestra più celebre e che più la ghe va drio a la tradission vecia. Tanto xe vero ch'el Doge el gaveva el dover de magnarla (co tuto un parecio cerimonioso) el dì de San Marco, patrono de Venessia (25 de avril) !

Immagine
Far un desfrito co: ogio, butiro, segola (cipolla) e na ponta de spigo de agio.

Immagine

Pena che sta segola la se sarà un fiantin infiapia e coloria, zontarghe (buttarci) un pugno de parsemolo pestà , lassando ch'el se desfrisa insieme co st'altre robe par no più de 3 minuti.

Immagine

Alora, cavar via la tecia (tegame) da'l fogo e lassar ch'el desfrito se desfreda. Quando che el sarà tepido (squasi fredo) zontarghe i bisi destegolai (sgusciati) e i risi crui.

Immagine

Tornar a metar la pignata su'l fogo, e quando che i bisi i sarà a 3/4 de cotura, zontarghe brodo de bogio (di bollito) ne la quantità che ghe ne sarà de bisogno par far la minestra. Salar solamente quando che i bisi i sarà zà coti, guai prima, parchè senò sti bisi i ris'cia de deventar duri.

Immagine

Come al solito, sta minestra no la deve risultar massa brodosa, ma piuttosto fissa (densa) (e xe par questo che la ignoransa de i foresti, no fa distinsion tra la "minestra" e el "risoto" de risi e bisi).

Immagine

Volendo, se podaria far de manco (fare a meno) de metar l'agio, e zontarghe invesse, in t'el desfrito, prima de metar zà i bisi, un tochetin de panseta despartio in dadeti.


Mariù Salvatori de Zuliani
"A tola co i nostri veci"
FrancoAngeli Edirore, Milano 1998
ISBN...Boh...C'è l'etichetta incollata sopra che non vuole venir via... :roll:


E non ditemi che non capite...Se capisco io che sono straniero... :lol:

T.
Ultima modifica di Typone il 26 apr 2007, 20:00, modificato 1 volta in totale.
Typone
 

Messaggioda PierCarla » 26 apr 2007, 13:06

Come ex appartenente alla repubblica di Venezia... capisco benissimo! :wink:
Avatar utente
PierCarla
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 23 nov 2006, 12:42
Località: prov. Bergamo

Messaggioda Donna » 26 apr 2007, 13:46

piatto apparentemente semplce dove fondamentali sono gli ingredienti di prima qualita' e....l'esecutore! 8)
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3319
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Messaggioda lella » 26 apr 2007, 15:35

variante casa Tosoni-Gradenigo (da "a tola coi nostri veci"Mariù Salvatori de Zuliani)
Metar a desfrisare i bisi, pena destegolai, sielti picinini e de primissima, in te'l ogio e butiro, indove, un momento prima, se gavarà portada al rosso qualche fetina de segola; zontar qualche cuciaro de brodo e un tochetin de panseta a cubeti. La cotura la dovarà andar a fogo forte, cussì i bisi i restarà bei verdi. Continuar a sta maniera fintanto che i bisi no se sarà infiapii e no i gavarà ciucià el liquido. Da parte, portar al bogio de'l brodo de polastro o de manzo; alora zontarghe i risi e quando che questi i sarà a meza cotura, butarghe drento anca i bisi desfriti. Se raccomanda che sti bisi i sia tanti, parchè più che ghe ne sarà , più la minestra la deventarà bona. Poco prima de cavar via la minestra da'l fogo, zontarghe un bel pugno de parsemolo pestà , pevare, sal e parmesan. Sta minestra la dovarà presentarse fissa e de un bel color verdolin che incanta!
lella garbellotto
lella
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 25 nov 2006, 20:51
Località: pioltello(mi)

Messaggioda Typone » 26 apr 2007, 16:12

lella ha scritto:variante casa Tosoni-Gradenigo (da "a tola coi nostri veci"Mariù Salvatori de Zuliani)
Metar a desfrisare i bisi, pena destegolai, sielti picinini e de primissima, in te'l ogio e butiro, indove, un momento prima, se gavarà portada al rosso qualche fetina de segola; zontar qualche cuciaro de brodo e un tochetin de panseta a cubeti. La cotura la dovarà andar a fogo forte, cussì i bisi i restarà bei verdi. Continuar a sta maniera fintanto che i bisi no se sarà infiapii e no i gavarà ciucià el liquido. Da parte, portar al bogio de'l brodo de polastro o de manzo; alora zontarghe i risi e quando che questi i sarà a meza cotura, butarghe drento anca i bisi desfriti. Se raccomanda che sti bisi i sia tanti, parchè più che ghe ne sarà , più la minestra la deventarà bona. Poco prima de cavar via la minestra da'l fogo, zontarghe un bel pugno de parsemolo pestà, pevare, sal e parmesan. Sta minestra la dovarà presentarse fissa e de un bel color verdolin che incanta!

Grazie Lella. non l'ho messa perchè stasera faccio la prima... :)

T.
Typone
 

Messaggioda Runner » 26 apr 2007, 20:04

Allora, visto che sono una delle cavie preferite (e obbligate) del Maestro, posso dire che questa ricetta è ottima...Essendo di madre istriana, conosco mooooooooolto bene risi e bisi e devo dire che questo era veramente buono e della consistenza giusta!

Runner
Evviva!
Runner
 
Messaggi: 39
Iscritto il: 9 mar 2007, 21:53
Località: Firenze

Re: Risi e bisi (Riso e piselli)

Messaggioda cinzia cipri' » 6 nov 2012, 16:39

ho pranzato con questo : Chessygrin :
è venuto talmente bene che Maya mi ha chiesto se posso farglielo ogni giorno!
Per Isabella è pronta la versione da frullare :cool:
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Risi e bisi (Riso e piselli)

Messaggioda Clara » 25 mag 2013, 17:43

Ma guarda cosa ho ritrovato, me l'ero persa e me la sono letta con gusto e divertimento la ricetta,
date le mie origini venete :D
Questa sera sarà la cena, con i bisi colti oggi :D nella versione con pancetta ovviamente, qui pancetta every where :lol: , e il brodo fatto andare
con un po' di gusci di piselli :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Risi e bisi (Riso e piselli)

Messaggioda Clara » 26 mag 2013, 9:05

image.jpg
Ecco qua, veramente ottimo :-P o :p: :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Risi e bisi (Riso e piselli) °

Messaggioda cinzia cipri' » 14 mar 2015, 11:14

oggi mi faccio questo a pranzo!
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Risi e bisi (Riso e piselli) °

Messaggioda TeresaV » 14 mar 2015, 15:37

Magnifico, Clara!! :clap: :clap:

Mi tocca rileggere tutto il post per capire come cucinarlo!! :ahaha:
Avatar utente
TeresaV
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17 gen 2013, 6:44
Località: Bruxelles

Re: Risi e bisi (Riso e piselli) °

Messaggioda Clara » 15 mar 2015, 18:02

TeresaV ha scritto:Magnifico, Clara!! :clap: :clap:

Mi tocca rileggere tutto il post per capire come cucinarlo!! :ahaha:


Se hai bisogno di traduzione chiama :lol:
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Risi e bisi (Riso e piselli) °

Messaggioda Clara » 21 mag 2016, 17:45

<^UP^> <^UP^>
Sono arrivati anche i piselli :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6372
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee