Ricette salate con l'uva?

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Ricette salate con l'uva?

Messaggioda Rossella » 8 set 2007, 5:28

E' arrivato il momento di tirare fuori le ricette con l'uva...
Chi comincia?

:wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Ricette salate con l'uva

Messaggioda MEB » 8 set 2007, 10:13

Coniglio allo zafferano , uva e mela verde

E' una ricetta un po' particolare , adatta a chi ama i sapori agrodolci , che avevo preso qualche anno fa da Sale e Pepe. Non ricordo se l'avessi modificata o meno comunque la facevo cosi':

2 spicchi di aglio
20 acini di uva bianca ( consiglio di tagliarli a metà e togliere i semi )
1 mela verde
2 bustine zafferano
un bicchiere vino bianco secco
4 foglie di alloro ( io ne mettevo solo una, l'alloro è un sapore un po' troppo forte per noi )
un rametto di rosmarino
olio evo
un cucchiaio di timo tritato
sale e pepe

Tagliare il coniglio a pezzi regolari, lavatelo e asciugatelo.
Pulite gli scalogni e fateli soffriggerein una grossa teglia con l'aglio e 4 cucchiai di olio.Aggiungere i pezzi di coniglio e fateli rosolare da tutte le parti facendo attenzione a non pungerli.
Salate e pepare, unite il rosmarino, l'alloro, lo zafferano diliuto in un poco di acqua tieida, l'uva e la mela a spicchi; bagnate con il vino e mettete la teglia in forno caldo a 180 e cuocere per circa 40 minuti bagnando con un po' di acqua calda se il fondo tende ad asciugarsi. Trascorso questo tempo togliere dal foro, cospargere con il timo rivoltando bene i pezzi di carne e proseguire la cottura per altri 20minuti.
Servire il coniglio coperto dal fondo di cottura.
Io ho guarnito con folgie di vite e mela cruda a fettine.Ottimo accompagnato da riso bianco pilaf.
Maria Elena Baroni
MEB
 
Messaggi: 228
Iscritto il: 27 nov 2006, 11:24
Località: Dovera - CR

Arrosto di maiale con uva

Messaggioda Dida » 8 set 2007, 10:21

arrosto.jpg
foto di Imercola
E' una vecchia ricetta rimaneggiata, spero piaccia.

Arrosto di maiale con uva
Ingredienti: dose per 6 persone
un arrosto di maiale, coscia o spalla, kg. 1, 500
12 fettine di pancetta affumicata - 12 cipolline - un grosso grappolo di uva bianca, Regina o Italia - 4 foglie di alloro - vino bianco secco - 3 chiodi di garofano - 4 bacche di ginepro - olio evo - sale - pepe.

Avvolgere l'arrosto con le fettine di pancetta e legarlo, poi rosolarlo in pochissimo olio in un tegame antiaderente; appena la carne è dorata irrorarla con un bicchiere di vino e far evaporare. Mondare le cipolline, lavarle, asciugarle e aggiungerle alla carne. Staccare i chicchi di uva dal graspo, lavarli e asciugarli, poi tagliarne la metà in due parti e levare i semi. Aggiungerli tutti alla carne, unire le foglie di alloro, i chiodi di garofano e le bacche di ginepro quindi salare e pepare. Far cuocere a fiamma moderata, coperto, per circa due ore, irrorando, di tanto in tanto con il sugo di cottura e girando la carne ogni 15 minuti in modo che non attacchi. Eventualmente schiacciare con la forchetta i chicchi di uva tagliati a metà perché rilascino meglio il succo. A cottura ultimata far raffreddare la carne, quindi slegarla e affettarla mettendola in una pirofila. Togliere le foglie di alloro, le bacche di ginepro e i chiodi di garofano. Passare uva e cipolline con il sugo di cottura al setaccio o al passaverdura sul disco più fine, poi versarlo sopra le fette di carne. Coprire la pirofila con carta di alluminio e far scaldare in forno o sul fornello. Servire con patate bollite o con una purea arricchita con burro.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2201
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Messaggioda cipina » 8 set 2007, 14:50

L'ho vista sull'ultima uscita di "cucina no problem". Sembra una stronz...di rivista, ma in realtà si tratta della versione tascabile di sale e pepe. Un pò l'esperimento che aveva tentato senza grande successo la cucina italiana con iocucino.
Beh, non ho sottomano il giornale (oggi sono fuori uso per emicrania) ma si tratta di fare degli spiedini di salsiccia con chicchi d'uva.
Purtroppo ora sono in difficoltà a stare di più davanti allo schermo, non appena il fastidio diminuisce, prometto ricetta.
"Ma che fai, mi prendi per i fornelli?"
cipina
 
Messaggi: 190
Iscritto il: 26 nov 2006, 10:56
Località: Pavia

Messaggioda melagrana » 8 set 2007, 17:14

Sì, hai ragione, il maiale si abbinava spesso con l'uva, per ragioni di "sgrassamento" della carne... mamma mia come sono vecchia :cry:
Io preparo il filetto di maiale massaggiandolo con cumino in polvere, sale e pepe. Poi lo rosolo in olio e lo bagno con un bicchiere abbondante di mosto d'uva bianca. Aggiungo del miele e non prolungo la cottura per più di 7-8 minuti: a me piace rosa all'interno... Affetto e nappo le fette con la salsa, che nel frattempo ho fatto rapprendere un po'. Piace sempre molto!
melagrana
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 set 2007, 17:10
Località: Zenevredo (Pavia)

Messaggioda fabrizio » 10 set 2007, 11:17

Peperoni in agrodolce (variante con l'uva inventata da me) (non l'uva, la variante :wink: )

Si tagliano i peperoni a striscioline e si fanno andare in padella con olio e cipolla rossa affettata fine. A 3/4 di cottura si aggiungono gli acini d'uva tagliati a meta e puliti del nocciolino. Poi si regola di sale. A cottura ultimata, si tolgono dalla padella i peperoni ed il resto, lasciando i liquidi in padella che si rimette sul fuoco e si sgrassa con mezzo bicchiere di aceto di vino piu' un chucchiao di balsamico, e due cucchiaiate di zucchero. Ristretto un po' l'aceto e sciolto lo zucchero, si versa la salsina in testa ai peperoni.

fab
fabrizio
 
Messaggi: 90
Iscritto il: 27 nov 2006, 14:35
Località: milano / napoli

Messaggioda ddaniela » 16 set 2007, 21:11

fabrizio ha scritto:Peperoni in agrodolce (variante con l'uva inventata da me) (non l'uva, la variante :wink: )

Si tagliano i peperoni a striscioline e si fanno andare in padella con olio e cipolla rossa affettata fine. A 3/4 di cottura si aggiungono gli acini d'uva tagliati a meta e puliti del nocciolino. Poi si regola di sale. A cottura ultimata, si tolgono dalla padella i peperoni ed il resto, lasciando i liquidi in padella che si rimette sul fuoco e si sgrassa con mezzo bicchiere di aceto di vino piu' un chucchiao di balsamico, e due cucchiaiate di zucchero. Ristretto un po' l'aceto e sciolto lo zucchero, si versa la salsina in testa ai peperoni.

fab


sapete come si levano facilmente i semini dall'uva?? :P

c'è un trucchetto che conoscete di sicuro, ma che può essere utile per queste ricette. :D
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 416
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda ddaniela » 17 set 2007, 18:14

pensavo fosse stranoto:

si apre una forcina (pulita, anzi nuova!!) per capelli e si richiude a cappio, con questo attrezzo si levano benissimo i semini, se non è chiaro ditelo e vi faccio un disegno :P

in alternativa si possono usare delle attache ma sono più spesse e più difficili da piegare :P
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 416
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee