Ricette al Pistacchio

Ricette di pasticceria

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, anavlis

Messaggioda Danidanidani » 3 dic 2006, 20:02

...veramente in prima pagina c'è la ricetta di torta allo yogurt, pistacchi e cardamomo...presa da altro sito, come ho detto, ma veramente buona.Capisco che in questi primi giorni in cui ognuno cerca di rimettere le ricette del passato, molte cose sono passate un po' come dire...sotto silenzio.Però vai a vederla: è un dolce semplice, buono e a casa mia è stato molto gradito.Bacioni Daniela
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Ghedins Junior » 4 dic 2006, 7:25

Ciao Lisa, io tempo fa avevo provato questa ricetta da un libro sulla cucina turca, Classical Turkish Cooking di A. Algar.
Il risultato finale e' un dolce molto soffice e leggero, una specie di ciambellone di Adelaide in verde pastello. Assomiglia alla ricetta di Daniela, a parte l'assenza del cardamomo e l'uso dell'olio al posto del burro.

Ingredienti (tortiera da 26 cm)
140 gr pistacchi sgusciati
110 gr farina
¾ cucchiaino bicarbonato
¼ cucchiaino lievito
¼ cucchiaino sale
6 uova a temperatura ambiente
150 gr zucchero
180 gr yogurt
85 gr olio evo
½ cucchiaino cremotartaro

Tostare i pistacchi nel forno a 150 per 15 minuti circa, rigirandoli ogni tanto e facendo attenzione a non bruciarli. Sfregarli tra le mani per eliminare il piu’ possibile la pellicina che li ricopre. Tritarli finemente.
Battere i tuorli con meta’ dello zucchero finche’ il composto e’ di colore giallo chiaro, unire lo yogurt e poi l’olio. Sbattere ancora, poi mescolare la farina, setacciata con lievito, bicarbonato e sale, e i pistacchi.
Sbattere a neve gli albumi con il cremotartaro, poi aggiungere il resto dello zucchero e continuare a montare finche’ lucido.
Incorporare delicatamente gli albumi al resto dell’impasto, versare in una tortiera imburrata e infarinata e cuocere a 175 per 55 minuti circa..
Ghedins Junior
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 27 nov 2006, 6:19
Località: San Francisco

Messaggioda Rossella Lazzarini » 4 dic 2006, 22:24

BAVARESE AL PISTACCHIO

zucchero g 150
pistacchi 70 g
tre tuorli
4 fogli di colla di pesce
un pezzo di stecca di vaniglia
un pizzico di vanillina
panna liquida 3 dl e 1/2
latte 2 dl
poco kirsch
sale

Ammollare la colla di pesce in acqua fredda. Saldare il latte, toglierlo dal fuoco, immergervi la stecca di vaniglia e la vanillina, coprire il recipiente e lasciar riposare per un quarto d'ora. A parte, in una casseruolina, lavorare i tuorli con 1 etto di zucchero fino a quando si presenteranno ben spumosi e montati; unirvi allora, a poco a poco e mescolando, il latte dal quale avrete eliminato la stecca di vaniglia. Porre il recipiente su fuoco moderato, unire la colla di pesce ben strizzata e, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, lasciare la crema sul fuoco fino a quando si formerà un velo aderente al cucchiaio (non deve assolutamente bollire). Versare il composto in una terrina facendolo passare attraverso un passino fine.
Scottare i pistacchi per qualche minuto in acqua bollente leggermente salata, scolarli, sbucciarli, tenerne da parte qualcuno per la decorazione, tritare finemente i rimanenti e profumarli con un po' di kirsch.
Montare la panna dolcificandola con il rimanente zucchero; incorporarla delicatamente al composto e unire anche il trito di pistacchi. Mescolare bene, versare il tutto in uno stampo per bavaresi inumidito con un po' di liquore e tenere in frigo per almento un paio d'ore. Al momento di servire, sformare la bavarese e guarnirla con i pistacchi interi tenuti da parte.
(da un ricettario di diversi anni fa)
Rossella Lazzarini
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 26 nov 2006, 18:25
Località: Cassina de' Pecchi (MI)

Messaggioda Rossella Lazzarini » 4 dic 2006, 22:30

Questa è invece un'altra ricetta che la mia omonima aveva pubblicato sul precedente forum e che avevo salvato (ma senza le foto):

[b]GIRELLE DI RICOTTA CON PISTACCHIO E MANDORLA
500gr. farina 0
250gr. ricotta asciutta
10 cucchiai da minestra di zucchero gr. 125
3 tuorli d'uovo
7gr.di lievito di birra
1 bicchiere di latte tiepido dove andare(125gr)
sale

nota
quando aggiungiamo gli ingredienti evitiamo d'inserire tutto il latte in una volta sola, con la presenza di ingredienti umidi, potrebbe non essere necessario metterlo tutto, insomma regolatevi

la pasta ha lievitato dalle 17, 30 fino alle 20, 00, l'ho stesa , ho spalmato una crema di pistacchio e mandorla (senza aggiunta di niente, ma solo di un pò di acqua )spolverando di nocciola tritata, ho arrotolato, per tagliare non prevedendo il riposo in frigorifero, avevo un rotolo piuttosto morbido, ho tagliato con un filo di cotone, in questo modo il taglio viene abbastanza netto e senza sbavature, alle 21, 30 in forno caldo a 200° per 20m., ne sono venuti 17.
Sinceramente non mi aspettavo che lievitassero cosi bene, e che venissero cosi buone e soffici, non vi racconto cosa non sono con quel ripieno li!
Rossella, Catania
Rossella Lazzarini
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 26 nov 2006, 18:25
Località: Cassina de' Pecchi (MI)

Messaggioda amarisca » 4 dic 2006, 23:18

AMARETTI DI PISTACCHI 200 g pistacchi sgusciati 160 g zucchero semolato essenza di mandorle amare, poche gocce 1 albume piccolo Passare i pistacchi in acqua bollente per eliminare la pellicina. Farli asciugare bene in forno tiepido o sul termosifone, non si devono tostare. Tritarli non troppo fini e unire gli altri ingredienti. Mettere l'albume poco per volta perchè i pistacchi sono più grassi delle mendorle e ce ne vuole meno. Fare i mucchietti su una teglia unat o coperta con carta forno e decorare a piacere, io ho messo mezzo pistacchio. In forno a 180° per 10 minuti ad asciugare. Nella foto sembrano color nocciola, ma erano verdi.
Daniela Delogu Roma
amarisca
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 25 nov 2006, 20:44
Località: orta nova

Messaggioda Maria Francesca » 6 dic 2006, 1:31

Ti posto questa ricetta, di una vecchia amica del forum di CI, provata, veramente buona.

Ecco la torta al pistacchio che avevo promesso risulta di aspetto rustico ma il sapore è sublime.

Torta al pistacchio


Ingredienti
300gr. Pistacchio sgusciato e spelato
300gr di zucchero
1 ½ buste di lievito vanigliato
3 cucchiai di olio di oliva
3 cucchiai di farina
½ bicchiere di martini bianco dry
6 uova

x la crema:
100 gr. Pistacchio
½ litro latte
4 tuorli
70gr. Amido
150 gr. Zucchero
½ stecca di vaniglia

IMPASTO:
1.*macinare il pistacchio con ¾ cucchiai di zucchero (preso dalla qtà totale) lasciando i pistacchi in granella abbastanza sottile.
2. Montare i tuorli con lo zucchero rimasto fino a farli diventare bianchi e gonfi.
3. Aggiungere poco alla volta il pistacchio, lìolio, la farina e il Martini e infine il lievito passato al setaccio con 1 dei 3 cucchiai di farina. Mescolando dal basso verso l'alto.
4. accendere il forno al massimo 250°.
5. Montare gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale
6. Aggiungere al composto con i pistacchi.
7. Imburrare e infarinare una teglia da 26cm.(ci metto un foglio di carta forno)
8. Versare il composto nella tortiera (meglio se a cerniera apribile)
9. cuocere per 30/40 minuti in forno a 180°

Crema :
1. Bollire il latte con la vaniglia e lasciare intiepidire
2. Battere le uova con lo zucchero , mescolare l'amido di frumento e i pistacchi senza lasciare grumi.
3. aggiungere il latte a filo filtrato
4. Mettere su fuoco dolce e portare ad ebollizione
Quando la torta è fredda tagliare a metà , farcire, ricomporre e volendo spolverizzare con abbondante zucchero a velo
*Cmq il pistacchio non deve essere quello salato e io lo macino col mixer lasciandolo piuttosto grezzo .Puoi trovarlo nei negozio che riforniscono le pasticcerie oppure nelle pasticcerie "siciliane".
Vedi che deve essere piuttosto lungo e molto verde, non tondo e giallastro ( è quello turco di qualità inferiore).

Ciao Roberta Parigi - Bronte
Avatar utente
Maria Francesca
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 25 nov 2006, 23:54
Località: Pizzo

Messaggioda Rossella Lazzarini » 6 dic 2006, 14:53

Me ne hanno suggerita un'altra proprio oggi, e mi giunge del tutto nuova (ma magari a voi no!).
Si tratta della pasta al pistacchio, intesa come primo piatto. Si fa lessare della pasta corta (tipo penne o fusilli, o un formato che comunque raccolga bene il sugo) e nel frattempo si fanno polverizzare nel mixer un po' di pistacchi sgusciati e pelati; a parte, si lavora in una ciotola della ricotta cremosa, allungandola, se necessario, con un po' di acqua di cottura della pasta, si aggiusta di sale e si condisce la pasta con la ricotta, un filo d'olio e.v. e una generosa spolverizzata di pistacchio e una macinata di pepe. Io non l'ho provata, ma mi intriga.
Rossella Lazzarini
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 26 nov 2006, 18:25
Località: Cassina de' Pecchi (MI)

Messaggioda ddaniela » 9 dic 2006, 13:56

amarisca ha scritto:AMARETTI DI PISTACCHI 200 g pistacchi sgusciati 160 g zucchero semolato essenza di mandorle amare, poche gocce 1 albume piccolo Passare i pistacchi in acqua bollente per eliminare la pellicina. Farli asciugare bene in forno tiepido o sul termosifone, non si devono tostare. Tritarli non troppo fini e unire gli altri ingredienti. Mettere l'albume poco per volta perchè i pistacchi sono più grassi delle mendorle e ce ne vuole meno. Fare i mucchietti su una teglia unat o coperta con carta forno e decorare a piacere, io ho messo mezzo pistacchio. In forno a 180° per 10 minuti ad asciugare. Nella foto sembrano color nocciola, ma erano verdi.
Daniela  Delogu Roma


metto anche la foto e mi faccio pubblicità :D

Immagine

http://senzapanna.blogspot.com/2005/12/amaretti-di-pistacchi.html


io ho anche il cake di pistacchi, simile a una torta di mandorle, ora la cerco e doveri avere anche delle foto inedite :D
In effetti forse si possono sostituire i pistacchi alle mandorle nella caprese al limoncello di Lydia.... proverò...
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03


Torna a Doce Doce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee