RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE - RACCOLTA

raccolte varie dolci e salate

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Purceddhruzzi salentini

Messaggioda mariafatima » 21 dic 2008, 21:48

Riporto la ricetta salentina dei"purceddhuzzi".La ricetta della nostra tradizione non include le uova, come per gli struffoli napoletani. La ricetta è fresca fresca perchè li ho fatti proprio oggi, ho finito di guarnire da poco.
800 gr.farina 00, 200 gr semola rimacinata, 100 gr. farina di mandorle(questo ingrediente è una mia personale innovazione e siccome tutti mi dicono che i miei perceddhuzzi sono ottimi me ne guardo bene a toglierlo), due tazzine da caffè di olio oliva scaldato con bucce di mandarino,un panetto di lievito sciolto in poca acqua,il succo di due o tre manderini,un bicchierino di rhum(ma puo essere altro liquore a scelta), 2 cucchiai zucchero, cannella,il solito sale che metto "a occhio".
Si impasta tutto, si lascia riposare una mezz'oretta quindi si forma il rotolino di pasta, si taglia a pezzetti piccoli che si trascinano su un rigagnocchi o sui rebbi di una forchetta passati sulla parte concava(oddio, concava o convessa???Insomma sulla parte bombata) Si prepara il miele con due cucchiai di zucchero, due cucchiai di acqua e mezzo limone spremuto e si fa scaldare sul fornello Quando il miele è bello liquido si tuffano i purceddhruzzi e si lasciano avvolgere bene dal miele. Si sistemano poi sui piatti adornati come vuole la propria fantasia.Io quest'anno ho messo anisini d'argento, poi ho "sporcato" il bordo del piatto con un po' di miele e ho sparso altri anisini argentati.In un altro piatto,al centro, ho messo un manderino ed intorno ho versato i purceddhuzzi e sul manderino ho ficcato un Babbo Natale, l'anno scorso un angelo. Quando preparo questi dolci natalizi mi commuovo sempre perchè ricordo mia madre, i suio gesti antichi che io miracolosamente ripeto.
Auguri di Buon Natale a tutti mariafatima

Messaggi: 404
Iscritto il: sab apr 14, 2007 4:26 pm
Località: San Pietro in Lama (Lecce)
Messaggio privato
mariafatima
 
Messaggi: 339
Iscritto il: 14 apr 2007, 15:26
Località: San Pietro in Lama (Lecce)

Re: RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE - RACCOLTA

Messaggioda Mapi » 31 gen 2009, 21:35

Crostata di zucca

Questa ricetta è il risultato della fusione di due ricette che avevo a mie mani: quella di Eliana Panchieri e quella di C.I.

La pasta frolla che uso come base per le crostate è quella di Adriano Continisio: è quella che mi ha dato i migliori risultati in assoluto. Io la preparo 3 giorni prima di servirmene e la lascio in frigorifero, avvolta dalla pellicola. Trovo che 3 giorni di riposo la rendano più "frolla", ne risulta una pasta che si scioglie in bocca.

Per una tortiera di 28 cm di diametro: 400 g pasta frolla, 1 kg di zucca con la buccia ma senza semi (circa 650 g di polpa), 100 g zucchero, 100 g mandorle macinate, 80 g pinoli, 50 g di canditi (oppure la scorza grattugiata di un'arancia e di un mandarino), 3 uova, 1 cucchiaino da the di cannella, un pizzico di sale.

Passare la zucca tagliata in 4 fette al microonde a potenza massima per 5 minuti in modo che si ammorbidisca e decorticarla. Frullarla e metterla in una ciotola a raffreddare. Se dovesse essere ancora troppo dura per frullarla, metterla al microonde ancora per qualche minuto. In alternativa al microonde cuocerla in forno per 20 minuti avvolgendola nell'alluminio.
Aggiungere alla zucca frullata le mandorle finemente tritate (io uso la funzione pulse del robot per evitare di estrarre l’olio, insieme a due cucchiai di zucchero prelevati dal totale), i canditi finemente tritati (in modo che diano l'aroma senza far sentire la loro consistenza) e la cannella.

In una ciotola montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.
Incorporare delicatamente le uova montate al composto di zucca.

Stendere la frolla a 3-4 mm di spessore e deporla nella teglia imburrata e infarinata.
Versarvi il composto di zucca, cospargere abbondantemente di pinoli e infornare a 170 °C per 50-55 minuti.

Far raffreddare prima di trasferire la crostata nel piatto da portata.

Non ho fatto la foto della crostata di ieri sera, ho quella scattata l'anno scorso a un pranzo con amici.


Immagine
mapi
La gente non vuole trovare solo la pappa pronta, vuole anche essere imboccata.

Maria Pia Bruscia
http://www.laapplepiedimarypie.blogspot.com
Avatar utente
Mapi
 
Messaggi: 142
Iscritto il: 4 dic 2006, 10:21

Re: RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE - RACCOLTA

Messaggioda LoryC » 26 giu 2012, 16:23

Ciambelline al vino Ciociare dette "'Mbriachelle"
Si tratta di una ricetta semplicissima !
Gli ingredienti sono:
1kg di farina oo
1kg di zucchero
1l di vino bianco Malvasia o Moscato
1l di olio di semi
1 manciata di semi di anice
[i]Impastare tutti gli ingredienti fino a creare un impasto liscio e compatto. Far riposare per circa una mezz'ora. Formare con pezzetti di impasto delle ciambelline possibilmente di uguali dimensioni.Tradizionalmente vengono cotte nei forni a legna per cui la temperatura spesso viene regolata dalle nostre nonne con i sapienti accorgimenti tratti dall'esperienza .
"...La temperatura è giusta se infilando una mano nella bocca del forno la si può trattenere per alcuni secondi senza avvertire troppo calore! Oppure " ...Spargendo unpo' di farina sulla superficie ,questa brucia lentamente..."
Comunque per i normali forni elettrici o a gas la temperatura é di circa 180° per 15-20 minuti.
LoryC
Lorenza
Avatar utente
LoryC
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 15 giu 2012, 12:41
Località: Ceccano(FR)

Re: RICETTE DOLCI DELLA TRADIZIONE - RACCOLTA

Messaggioda LoryC » 2 lug 2012, 12:24

Immagine

Uploaded with ImageShack.usSono finalmente riuscita a caricare : la foto delle "ciambelline Ciociare al vino"! LoryC : Yahooo :
P.S. Prima della cottura si possono intingere nello zucchero semolato ammorbidito con poca acqua.Durante la cottura si scioglierà formando una crosticina bianca, come potete notare nella foto.
Lorenza
Avatar utente
LoryC
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 15 giu 2012, 12:41
Località: Ceccano(FR)

Precedente

Torna a Raccolte

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee