Ravioli alla bottarga

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Ravioli alla bottarga

Messaggioda Giorgitas82 » 14 lug 2008, 21:47

Allora.... Sono un po' emozionata perchè è la prima ricetta che inserisco... Però su richiesta di Rossella che vuole che racconti le "fantastiche" cenette che preparo al mio uomo (cavia) ho pensato di mettere la portata principale dell'ultimo San Valentino, visto che tra tutte le cose che ho cucinato in vita mia è una di quelle che più mi ha sopreso!

RAVIOLI ALLA BOTTARGA

300 g di farina
3 uova
una bustina di zafferano
1 carota
1/2 cipolla
1 costa sedano
1 foglia d'alloro
1 spicchio d'aglio
150 g di polpa di branzino
150 g di gamberi sgusciati
una tazzina di brandy
1 pomodoro rosso maturo
pangrattato
un pezzettino di bottarga
150 g di burro
prezzemolo
sale pepe olio evo

Preparare la pasta (come voi ben sapete) aggiungendo lo zafferano poi metterla a riposare per il tempo che occorre a fare il ripieno.
Rosolare nell'olio cipolla, carota, sedano, l'aglio finemente tritati, aggiungere la foglia d'alloro i gamberi e la polpa del branzino, sfumare con il brandy, poi macchiare con la polpa spezzettata del pomodoro, salare pepare e lasciare cuocere per 5 minuti. Togliere la foglia di alloro passare l'intigolo nel mixer, aggiungere un pizzico di pangrattato e una bella grattugiata di bottarga. Non tritare troppo finemente!
Riprendere la pasta, dividerla in due sfoglie sottili e ditribuire il ripieno (lasciato un po' intiepidire) a cucchiaini distanziati di circa 6 cm, coprire con l'altra sfoglia premere con le dita attorno al ripieno e poi tagliare con il taglia pasta tanti ravioli quadrati (facoltativo, nel senso che poi ogniuno gli dà la forma che vuole, io per esempio avevo comprato dei taglia biscotti a forma di cuore.... per l'occasione...)
lessare i ravioli in abbondante acqua salata, scolare fare le porzioni, condire sul piatto con il burro bollente fatto precedentemente sciogliere a bagnomaria, spolverizzare di prezzemolo fresco e di bottarga (a scaglie o grattugiata) :)

ovviamente è un piatto per un occasione speciale, però mica bisogna sempre aspettare San Valentino!
spero vi sia piaciuta!
Avatar utente
Giorgitas82
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 11 lug 2008, 22:57
Località: Jesi

Re: Ravioli alla bottarga

Messaggioda Clara » 15 lug 2008, 9:57

Grazie Giorgia, bella ricetta, e anche buona deve essere :D
clara
***********
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. (Saint-Exupéry)
Avatar utente
Clara
MODERATORE
 
Messaggi: 6377
Iscritto il: 30 nov 2006, 18:46
Località: Rivoli/to

Re: Ravioli alla bottarga

Messaggioda Rossella » 15 lug 2008, 21:12

a me è piaciuta, certo una foto .... fisch^gif
grazie :wink:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Ravioli alla bottarga

Messaggioda Frabattista » 16 lug 2008, 0:12

una ricetta di pesce davvero particolare... davvero verrebbe la voglia di vincere il caldo e prepararla... e magari fare una piccola foto...
insomma per Ross... :D :D
grazie davvero per questa bella ricetta!
Avatar utente
Frabattista
 
Messaggi: 957
Iscritto il: 6 gen 2007, 15:52
Località: Ferrara

Re: Ravioli alla bottarga

Messaggioda Giorgitas82 » 16 lug 2008, 21:29

pure voi avete ragione.....
vi prometto di rifarli presto e di immortalare il piatto!
foto in archivio non ce ne sono purtroppo... :scuse^ :mrgreen:
Avatar utente
Giorgitas82
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 11 lug 2008, 22:57
Località: Jesi


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee