Prova del velo

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Prova del velo

Messaggioda ameliorosso » 13 ott 2010, 13:25

Salve a tutti!Stavo leggendo la ricetta del Danubio di Adriano quando per l'ennesima volta mi si presenta davanti la frase :"Fare la prova del velo".So che è una prova che sancisce il raggiungimento di un impasto pronto, ma non so assolutamente come si fa.
Voi sapreste spiegarmelo e magari, sempre se non chiedo troppo, mostrarmelo in qualche foto/video, che a mio modesto avviso è il modo migliore per capire.
Dopo di che mi butto su un'altra questione, ovvero ho imparato finalmente l'incordatura con l'impastatrice, ovvero quando l'impasto si stacca completamente dalla ciotola, e questa cosa mi ha dato non poche soddisfazioni, ma mi chiedevo se il momento esatto per spegnere la macchina sia quello in cui l'impasto pulisce la ciotola, oppure bisognerebbe continuare fino a che non succeda qualcosa di meglio come ad esempio un prova del velo positiva ;-)) .
Ed una volta conclusa la fase macchina, bastano le pieghe per lavorare l'impasto, oppure bisognerebbe maneggiarlo come, giusto per capirci, fa Antonino Esposito con la pasta uscita dalla spirale...
Scusate per i miei infiniti dubbi e ringrazio tutti anticipatamente!!! ;-)) :fiori:
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: Prova del velo

Messaggioda Luciana_D » 13 ott 2010, 14:06

Per la prova del velo basta prendere un lembo d'impasto a allargarlo delicatamente.
Questo allargandosi si assogliera' diventando trasparente.
Se l'impasto non e' perfettamente incordato si strappa.
E' chiaro che se si rimane con tutto l'impasto a penzoloni mentre si fa il test questo dopo un poco si strappa :lol:

Di esempi ce ne sarebbeto molti ma ti mostro al volo un paio dei miei che ricordo

Vedi qui

e qui
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Prova del velo

Messaggioda ameliorosso » 13 ott 2010, 14:13

Grazie davvero tanto Luciana, per la velocità e la chiarezza delle immagini!!!Ma mi sparesti dire anche se la pulizia della ciotola e l'incordatura ultimata (dimostrabile quindi con la prova del velo!) coincidano?E poi, come la tratto la pasta una volta tolta dalla ciotola onde evitare di fare danni???? ;-)) :saluto: GRAZIE ANCORA!!!!! :fiori:
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: Prova del velo

Messaggioda Luciana_D » 13 ott 2010, 14:18

ameliorosso ha scritto:Grazie davvero tanto Luciana, per la velocità e la chiarezza delle immagini!!!Ma mi sparesti dire anche se la pulizia della ciotola e l'incordatura ultimata (dimostrabile quindi con la prova del velo!) coincidano?E poi, come la tratto la pasta una volta tolta dalla ciotola onde evitare di fare danni???? ;-)) :saluto: GRAZIE ANCORA!!!!! :fiori:

Quando l'impasto e' perfettamente incordato la ciotola e' pulita al 99%.....inoltre,piu' l'impasto e' grasso e piu' avrai la ciotola pulita.
Su come trattare la pasta dopo la fine della lavorazione te lo specifica la ricetta che segui.
Non c'e' un'unica formula anche se quasi sempre si effettua un riposo di tot minuti prima di trasferire l'impasto o sigillare per una prima lievitazione.
Spero di esserti stata utile :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Prova del velo

Messaggioda ameliorosso » 13 ott 2010, 15:52

Luciana_D ha scritto:
ameliorosso ha scritto:Grazie davvero tanto Luciana, per la velocità e la chiarezza delle immagini!!!Ma mi sparesti dire anche se la pulizia della ciotola e l'incordatura ultimata (dimostrabile quindi con la prova del velo!) coincidano?E poi, come la tratto la pasta una volta tolta dalla ciotola onde evitare di fare danni???? ;-)) :saluto: GRAZIE ANCORA!!!!! :fiori:

Quando l'impasto e' perfettamente incordato la ciotola e' pulita al 99%.....inoltre,piu' l'impasto e' grasso e piu' avrai la ciotola pulita.
Su come trattare la pasta dopo la fine della lavorazione te lo specifica la ricetta che segui.
Non c'e' un'unica formula anche se quasi sempre si effettua un riposo di tot minuti prima di trasferire l'impasto o sigillare per una prima lievitazione.
Spero di esserti stata utile :D


Utilissima direi!!! ;-)) Grazie mille infatti!Ho notato appunto che se non faccio il riposino dopo la lavorazione, l'impasto è di "difficile" gestione e rimane appiccicoso sulla spianatoia...Adesso non vedo l'ora di fare questa prova!!! :ahaha:
Un abbraccio e a presto!!! :saluto: *smk*
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: Prova del velo

Messaggioda tittipolla » 17 ott 2010, 21:16

Luciana_D ha scritto:Per la prova del velo basta prendere un lembo d'impasto a allargarlo delicatamente.
Questo allargandosi si assogliera' diventando trasparente.
Se l'impasto non e' perfettamente incordato si strappa.
E' chiaro che se si rimane con tutto l'impasto a penzoloni mentre si fa il test questo dopo un poco si strappa :lol:

Di esempi ce ne sarebbeto molti ma ti mostro al volo un paio dei miei che ricordo

Vedi qui

e qui

Adriano docet: devi bagnarti le dita con acqua fredda se lo devi fare con un impasto non grasso , con olio se devi fare la prova del velo con impasti grassi (tipo impasto brioche ) .
Se l'impasto è per un pane integrale la prova del velo è molto diversa.Se trovo qualche foto in rete la allegherò :saluto:
tittipolla
 
Messaggi: 168
Iscritto il: 17 mar 2009, 13:20
Località: varese


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee