Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Messaggioda Danidanidani » 1 ott 2011, 16:51

Questa ricetta l'ho trovata non in un libro di cucina,ma in un romanzo :"Odore di chiuso" di Marco Malvaldi.Un giallo in piena regola,ambientato in un castello maremmano,con tanto di nobili,genitori,figli nullafacenti,zia zitella ecc.Non manca il maggiordomo assassinato.Pellegrino Artusi,ospite al castello,è il personaggio chiave che riuscirà a risolvere il caso...Molto godibile da leggere,ironico e leggero nella forma.
In appendice Artusi riesce a ricostruire la ricetta del polpettone offertogli la sera del suo arrivo e ce ne dà la ricetta. Ovviamente si tratta di una ricetta dell'autore,dato che nell'Artusi proprio non c'è :D :D
Molto incuriosita,ho deciso di farla.Ecco il risultato:

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us
Vi metto la ricetta presa para para dal libro:

POLETTONE all'USO ZINGARO
Tonno sott'olio, gr. 500; Peperoni gialli, n. 2; Panel del giorno avanti, gr.300; Olive nere, gr. 100; Uova, n. 2; Latte, decilitri 2; Olio, tre cucchiaiate; Burro, gr. 20; Pangrattato, gr.40; Panna della più fine, decilitri 0,5; Costole di sedano lunghe un palmo, n.3; Prezzemolo, alcune foglioline
Avendo a disposizione olive taggiasche il piatto ne guadagnerebbe. Passare i peperoni sulla fiamma onde spellarli con facilità, soffregandoli nella carta gialla; mondarli, privarli dei semi e tagliarli a pezzetti. In una ampia padella, fare soffriggere il sedano a sottili fettine, e quando avrà preso il colore aggiungere il peperone e far cuocere per il tempo di un saluto ad una bella dama. Mettere nel frattempo il pane ad ammollare nel latte dopo avergli fatto alzare il bollore. Aggiungere il tonno, dopo averlo sbriciolato con una forchetta, e lasciare che si ritiri. In successione, sempre girando, aggiungere olive snocciolate, il pane ammollato e strizzato, prezzemolo, sale e pepe. Lasciare quindi raffreddare. In una ciotola riprendere il composto, intridendolo con le uova, e lavorandolo bene colle mani; poi legare con la detta panna. Si unga quindi una teglia di alluminio e si spolverizzi con la metà del pangrattato; versare quindi il composto, coprire la superficie con resto del pangrattato e cuocerlo nel forno o nel forno da campagna.
Questa dose potrà bastare per quattro persone; ed anche di più se si accontentano

A noi è piaciuto molto.. :saluto: *smk* *smk*
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 2803
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Re: Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Messaggioda Luciana_D » 1 ott 2011, 18:37

Dani sara' di un Artusi di fantasia ma l'aspetto e' davvero invitante!!!!!
Grazie *smk*
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Messaggioda misskelly » 3 ott 2011, 23:46

Dani è il genere di libri che preferisco.....il polpettone deve essere molto gustoso. ;-))
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1962
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Messaggioda anavlis » 4 ott 2011, 14:24

splendido! una ricetta descritta in un romanzo :clap:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Polpettone all'uso zingaro dell'Artusi

Messaggioda maria rita » 4 ott 2011, 15:10

affascinante anche il linguaggio d'altri tempi che l'autore adopera nel dare la ricetta. Dev'essere anche molto buono.
grazie Dani
Maria Rita

« Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in paradiso. »
(Margherita Hack)
Avatar utente
maria rita
 
Messaggi: 928
Iscritto il: 13 dic 2006, 15:13
Località: Padova


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee