° pizza sottile e croccante (MORBIDA ALL'INTERNO)

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

° pizza sottile e croccante (MORBIDA ALL'INTERNO)

Messaggioda robertopotito » 9 gen 2007, 19:14

Immagine

IMPASTO PER PIZZA SOTTILE E CROCCANTE

INGREDIENTI


500 GR DI FARINA DI GRANO DURO(SEMOLA RIMACINATA DI GRANO DURO)
300 GR DI ACQUA
1 CUCCHIAINO DI SALE FINO
2 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
5 GR DI LIEVITO DI BIRRA FRESCHISSIMO (UN PIZZICO)

ESECUZIONE


In una capiente terrina, unire tutti gli ingredienti ad eccezione del sale e dell'acqua e cominciare a lavorare unendo gradatamente l'acqua, dopo che gli ingredienti si saranno intrisi, aggiungere il sale e sempre gradatamente la rimanenza dell'acqua fino a raggiungere un impasto di giusta consistenza che dovrà presentarsi morbido e leggermente aderente alle pareti della ciotola. L 'impasto finale non si presenterà  molto elastico, anzi tenderà  ad essere maggiormente appiccicoso del precedente, ma noi non dobbiamo affatto preoccuparcene!!! Il risultato finale ci soprenderà !!!
Quando l'impasto sarà  terminato, porlo nella ciotola coperto da pellicola trasparente e farlo lievitare per almeno 4 ore.
Stendere la pizza su di una o più teglie leggermente unte di olio extravergine di oliva, condirla come meglio preferite e procedere immediatamente alla cottura in forno preriscaldato alla temperatura di 250°.
La foto che segue mostra la pizza condita con fiori di zucca, mozzarella e alici dissalate.
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda Mariella Ciurleo » 9 gen 2007, 19:21

Ahhh, questa non me la dovevi fare!
La tua pizza coi fiori di zucca è stupenda!!
Dov'èche si mangia? :-P<^ :-P<^ :-P<^

Grazie infinite per la ricetta Immagine
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda Danidanidani » 9 gen 2007, 20:14

Vorrei farti una domanda da vera ignorante:cosa vuol dire lievito di birra freschissimo? Io dalle mie parti trovo il lievito di birra in cubetti, oppure quello in bustine, tipo Mastro fornaio...mi sembra di capire che il lievito di birra freschissimo che tu dici non si identifica con questi ultimi due, e allora la seconda domanda è : posso usare uno di quelli che trovo io e, se si quanto e come? Grazie :D :D Daniela
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Sandra » 9 gen 2007, 20:19

Che splendore!!!!!!Grazie Roberto, Sandra
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 9013
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Messaggioda lella » 9 gen 2007, 20:27

Io non vedo la foto, chissà perchè, e mi dispiace, ma la ricetta mi attira molto e proverò a realizzarla, ma siccome non sono brava come te forse mi verrà un pastrocchio.
sig! sob!
lella garbellotto
lella
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25 nov 2006, 20:51
Località: pioltello(mi)

Messaggioda Marina » 9 gen 2007, 21:18

Roberto, ma tu lo sai che da queste parti i fiori di zucca costano quanto le orchidee? :evil:
Che meraviglia, provero' presto questo tuo impasto senz'altro, e' mooooolto meno lavoro di quello che faccio solitamente io 8)

Una domanda: se dici che alla fine l'impasto risulta molto appiccicoso, che trucco usi per stenderlo senza troppi problemi?

Un carissimo saluto,
Marina
Marina
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:12
Località: Amsterdam

Messaggioda Rossella » 9 gen 2007, 21:20

Marina ha scritto:Una domanda: se dici che alla fine l'impasto risulta molto appiccicoso, che trucco usi per stenderlo senza troppi problemi?

Un carissimo saluto,
Marina

ti dico come faccio io, bagno le mani di olio evo, poi la stendi che è na bellezza. :wink:

Grazie Roby :D
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 9 gen 2007, 21:37

Danidanidani ha scritto:Vorrei farti una domanda da vera ignorante:cosa vuol dire lievito di birra freschissimo? Io dalle mie parti trovo il lievito di birra in cubetti, oppure quello in bustine, tipo Mastro fornaio...mi sembra di capire che il lievito di birra freschissimo che tu dici non si identifica con questi ultimi due, e allora la seconda domanda è posso usare uno di quelli che trovo io e, se si quanto e come? Grazie :D :D Daniela


Credo che Roberto compri i panetti da 500 g dal fornaio, è un lievito più fresco e più attivo di quello dei cubetti del supermercato.
Secondo me se usi quello del supermercato hai due soluzioni, ne metti poco di più o allunghi i tempi di lievitazione, io opterei per la seconda ipotesi :)
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Rossella » 9 gen 2007, 21:45

ddaniela ha scritto:
Credo che Roberto compri i panetti da 500 g dal fornaio, è un lievito più fresco e più attivo di quello dei cubetti del supermercato.
Secondo me se usi quello del supermercato hai due soluzioni, ne metti poco di più o allunghi i tempi di lievitazione, io opterei per la seconda ipotesi :)

Anch'io lo compro rigosamente dal mio fornaio, ma prendo quello che mi serve.solitamente ne prendo 50 gr. mi dura abbastanza ed è meraviglioso bianco splendente.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 9 gen 2007, 21:55

Rossella ha scritto:
ddaniela ha scritto:
Credo che Roberto compri i panetti da 500 g dal fornaio, è un lievito più fresco e più attivo di quello dei cubetti del supermercato.
Secondo me se usi quello del supermercato hai due soluzioni, ne metti poco di più o allunghi i tempi di lievitazione, io opterei per la seconda ipotesi :)

Anch'io lo compro rigosamente dal mio fornaio, ma prendo quello che mi serve.solitamente ne prendo 50 gr. mi dura abbastanza ed è meraviglioso bianco splendente.


avevo scommesso con me stessa che saresti intervenuta sul mio post, ma credevo che dicessi qualcosa sui tempi di lievitazione :D :lol:
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Rossella » 9 gen 2007, 21:58

ddaniela ha scritto:
avevo scommesso con me stessa che saresti intervenuta sul mio post, ma credevo che dicessi qualcosa sui tempi di lievitazione :D :lol:

ma Signora cosa glielo ha fatto pensare :lol: :lol: :lol:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 9 gen 2007, 22:07

Rossella ha scritto:
ddaniela ha scritto:
avevo scommesso con me stessa che saresti intervenuta sul mio post, ma credevo che dicessi qualcosa sui tempi di lievitazione :D :lol:

ma Signora cosa glielo ha fatto pensare :lol: :lol: :lol:


sesto senso :lol:

allora, tu cosa faresti? aumenteresti il lievito o i tempi di lievitazione? :oops:
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Rossella » 9 gen 2007, 22:09

ddaniela ha scritto:
Rossella ha scritto:
ddaniela ha scritto:
avevo scommesso con me stessa che saresti intervenuta sul mio post, ma credevo che dicessi qualcosa sui tempi di lievitazione :D :lol:

ma Signora cosa glielo ha fatto pensare :lol: :lol: :lol:


sesto senso :lol:

allora, tu cosa faresti? aumenteresti il lievito o i tempi di lievitazione? :oops:

se proprio me lo chiedi ti dico che aumenterei i tempi di lievitazione. :lol: :lol: :lol: perchè tu che faresti? :oops:
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda ddaniela » 9 gen 2007, 22:11

Rossella ha scritto:
ddaniela ha scritto:
Rossella ha scritto:
ddaniela ha scritto:
avevo scommesso con me stessa che saresti intervenuta sul mio post, ma credevo che dicessi qualcosa sui tempi di lievitazione :D :lol:

ma Signora cosa glielo ha fatto pensare :lol: :lol: :lol:


sesto senso :lol:

allora, tu cosa faresti? aumenteresti il lievito o i tempi di lievitazione? :oops:

se proprio me lo chiedi ti dico che aumenterei i tempi di lievitazione. :lol: :lol: :lol: perchè tu che faresti? :oops:


aspetta che ci penso... dunque... ma sì, lo farei anche io. :P
e poi basta controllare la lievitazione, se il lievito è abbastanza attivo magari non ce n'è nemmeno bisogno :P
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda ddaniela » 9 gen 2007, 22:23

Lisa ha scritto:
Io andrei dal fornaio a comprarne un pezzetto, di solito lo vendono senza problemi (almeno io faccio così, anzi facevo...ora lo frego direttamente a Carmine al ristorante :D ).

Se proprio non lo trovi, allunga i tempi di lievitazione di poco.
Un consiglio per Daniela, se hai un Lidl vicino prendi il loro cubetti da 40 gr... un lievito ottimo :wink:


provato già :oops: :lol:
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Danidanidani » 9 gen 2007, 23:10

Grazie a tutte delle risposte sul lievito...non c'è una Lidl da queste parti, ma proverò dal fornaio.So' talmente imbranata :oops: :oops: che non ci avevo proprio pensato. Ciao Daniela
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda robertopotito » 10 gen 2007, 7:26

Danidanidani ha scritto:Vorrei farti una domanda da vera ignorante:cosa vuol dire lievito di birra freschissimo? Io dalle mie parti trovo il lievito di birra in cubetti, oppure quello in bustine, tipo Mastro fornaio...mi sembra di capire che il lievito di birra freschissimo che tu dici non si identifica con questi ultimi due, e allora la seconda domanda è posso usare uno di quelli che trovo io e, se si quanto e come? Grazie :D :D Daniela

se mi è possibile lo acquisto dal fornaio nelle confezioni appunto da 500 grammi, altrimenti molto più semplicemente, controllo che la data di scadenza riportata sul cubetto abbia una vita residua di almeno un mese e mezzo circa.Ovviamente, se utilizzi, il lievito di birra disidratato, ne saranno sufficienti circa 3 grammi(un po' meno della metà  del contenuto della bustina che di solito pesa 7gr netti).
bacioni
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda robertopotito » 10 gen 2007, 7:28

Marina ha scritto:Roberto, ma tu lo sai che da queste parti i fiori di zucca costano quanto le orchidee? :evil:
Che meraviglia, provero' presto questo tuo impasto senz'altro, e' mooooolto meno lavoro di quello che faccio solitamente io 8)

Una domanda: se dici che alla fine l'impasto risulta molto appiccicoso, che trucco usi per stenderlo senza troppi problemi?

Un carissimo saluto,
Marina


come suggerito da Rossella, puoi utilizzare l'olio evo, oppure puoi bagnarti leggermente le mani con acqua tiepida, se utilizzi quest'ultima dovrai ripetere la "bagnatura" delle mani più volte, ovviamente.
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda Paol@ » 10 gen 2007, 8:57

robertopotito ha scritto:
Marina ha scritto:Roberto, ma tu lo sai che da queste parti i fiori di zucca costano quanto le orchidee? :evil:
Che meraviglia, provero' presto questo tuo impasto senz'altro, e' mooooolto meno lavoro di quello che faccio solitamente io 8)

Una domanda: se dici che alla fine l'impasto risulta molto appiccicoso, che trucco usi per stenderlo senza troppi problemi?

Un carissimo saluto,
Marina


come suggerito da Rossella, puoi utilizzare l'olio evo, oppure puoi bagnarti leggermente le mani con acqua tiepida, se utilizzi quest'ultima dovrai ripetere la "bagnatura" delle mani più volte, ovviamente.


Un idea che mi e' passata per la testa tempo fa (e che ho ben collaudato spesso) e' quella di posare della carta trasparente da cucina sull'impasto (dove e' stato gia' posato qualche goccia di olio evo)
e poi....premerci sopra con le mani e stenderlo a piacere...
Slissa che e' una meraviglia..poi si toglie la carta et voila'... :wink:
Paol@
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 25 nov 2006, 20:08
Località: Vancouver/Canada

Messaggioda ddaniela » 10 gen 2007, 9:43

A volte è sufficiente infarinarsi bene le mani di semola anche perchè io di solito nella teglia della pizza non metto olio ma semola rimacinata.
Ultima modifica di ddaniela il 11 gen 2007, 11:29, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: magpie-crawler e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee