Pesce per la vigilia di Natale

Ricette

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Pesce per la vigilia di Natale

Messaggioda Mariella Ciurleo » 14 dic 2006, 11:54

Nel rispetto della tradizione della vigilia la cena, che si farà a casa mia, dovrà essere tutta a base di pesce. Per antipasto e primo ho già deciso ma per il secondo ... non so proprio che pesci prendere Immagine

Mi piacerebbe avere qualche idea per qualcosa di semplice ma presentabile per una cena per 9 persone.

Chi mi aiuta?

Un grandissimo grazie in anticipo!
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda federica » 14 dic 2006, 11:59

scontato che più scontato non ce n'è: branzino al sale?

certo, scontato il suggerimento...per il branzino la vedo dura! :lol:
federica

Matteo è nato il 2 dicembre 2007
Lisa è nata l'8 ottobre 2009
Avatar utente
federica
 
Messaggi: 116
Iscritto il: 27 nov 2006, 11:24
Località: Lodi

Messaggioda Danidanidani » 14 dic 2006, 12:13

Mariella, perché non ci dici cosa farai come antipasto e primo...per evitare doppioni e per "armonizzare" se possibile! Ciao Daniela :lol: :lol:
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Mariella Ciurleo » 14 dic 2006, 17:16

Danidanidani ha scritto:Mariella, perché non ci dici cosa farai come antipasto e primo...per evitare doppioni e per "armonizzare" se possibile! Ciao Daniela :lol: :lol:


Come antipasto farò un patè di sgombro che ho trovato sul sito di gennarino e che ho già preparato con successo. Lo consiglio perchè è veramente ottimo!
qui

Come primo, invece, questa splendida ricetta di Rossella che mi ha già dato tante soddisfazioni in più di un'occasione.

Mezzi paccheri con pesce spada e melanzane
per quattro persone:
300 gr. di Pesce Spada - 200gr. di ciliegino - due denti d'aglio - una cipolla tagliata sottile - menta fresca -
peperoncino Fresco - Olio D'oliva EVO - 1 Melanzana Grande - un cucchiaio di pinoli - Sale - 1/2 Bicchiere Vino Bianco Secco - Pasta 300 gr.(l'ideale sarebbe utilizzare i 1/2 paccheri)
Tagliate la melanzana a dadini, salatela e lasciate scolare l'amaro mettendo un peso sopra.
Preparate in un tegame l'aglio soffritto in olio evo insieme alla cipolla tagliata sottile il peperoncino, aggiungete il ciliegino tagliato a cubetti e i pinoli, cuocete a fiamma veloce. Eliminate la pelle del pesce spada e tagliatelo a dadini, aggiungetelo all'intingolo sul fuoco, versate il vino e finite di cuocere velocemente, aggiungendo menta fresca. Scolate la melanzane, asciugatela e friggetele in olio evo caldissimo. Cuocere la pasta corta e conditela con il sugo ottenuto e le melanzane fritte.
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda Danidanidani » 14 dic 2006, 20:27

Ti dico le cose che mi sono venute in mente:
Un dentice bollito (ahimé dovrai spinarlo e sistemarlo ben bene su un piatto) servito con insalata russa ai gamberi.Potresti preparare delle cupoline di insalata russa individuali, guarnite con gamberi lessati e servite col dentice bollito (puoi preparare già in anticipo i nove piatti).
Tranci di salmone al cartoccio
oppure tranci di ricciola al cartoccio con pomodorini, olive, aglio e origano
Oppure salmone bollito con varie salsine
oppure tranci di dentice con salsa alla menta e mandorle (si servono freddi)

Penso sempre al fatto di potere preparare in anticipo, in modo da non restare confinata in cucina...il pesce bollito è un modo, come pure i cartocci, con porzioni individuali, che ognuno apre a tavola....Ciao Daniela :lol: :lol: :lol: Se hai bisogno, chiama!
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Ospite » 14 dic 2006, 20:47

PESCATRICE IN CROSTA DI PATATE
1 filetto di rana pescatrice da 600 g
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
1 rametto di rosmarino
1 limone
600 g di patate da gnocchi
burro
brodo di pesce (preparato con la lisca e la testa della rana pescatrice, più gli aromi preferiti sedano porri, cipolla o quello che si vuole )
prezzemolo
vino
olio evo

Lessare le patate e passarle allo schiacciapatate.
Asciugare il pesce, salarlo, dividerlo lungo la linea della lisca in due metà,
disporre sulla prima un trito di prezzemolo e buccia di limone e un po' di patate lessate, sovrapporre la seconda metà e legare come per un arrosto.
Mettere in una padella uno spicchio d'aglio schiacciato ma vestito, una foglia di alloro, e rosolare il pesce aggiungendo fettine di limone e sfumando con 1\2 bicchiere di vino banco. Cuocere per 10 minuti aggiungendo qualche cucchiaiata di brodo di pesce, asciugare e lasciare in caldo.
Aggiungere alle patate ancora calde una noce di burro, un mestolino di brodo di pesce e un trito di prezzemolo, rosmarino, origano e, se di stagione, timo, salare e preparare un purè morbido.
In una teglia da forno unta di olio mettere una parte del purè, appoggiarvi il pesce slegato e ricoprire con il purè restante, ottenendo una specie di polpettone e decorando la superficie con "disegni" ottenuti con i rebbi di una forchetta.
Gratinare in forno per 20 minuti a 200°
Aspettare un pochino prima di tagliarlo.
Ospite
 

Messaggioda Ospite » 14 dic 2006, 20:48

SALMONE IN AGRODOLCE
400 g di salmone
2 cucchiai di aceto di vino
1 cucchiaio di zucchero
200 g di pomodori
sedano
50 g di olive verdi
aglio
olio
3 cipolle
1 arancia
peperoncino, salvia, rosmarino, alloro

Caramellare lo zucchero con 1 cipolla e 1 spicchio d'aglio tritati, unire 2 cucchiai di olio, poi 1 cucchiaio di aceto, dopo 5 minuti aggiungere i pomodori pelati e ridotti in dadolata, la buccia di un'arancia priva della parte bianca ( da eliminare a fine cottura)e le olive denocciolate a rondelle, salare e cuocere per 7\8 minuti, quindi tenere in caldo.
Infornare il salmone, privato della lisca, unto di olio, salato e cosparso di rosmarino, salvia e alloro per 15 minuti a 200°.
Versare quindi sul pesce la salsa al pomodoro, aggiungere il succo di 1\2 arancia e servire con le cipolline all'arancia.


CIPOLLINE ALL'ARANCIA
400 g di cipolline novelle
1 arancia
zucchero
olio
sale
caramellare le cipolline con un cucchiaio di zucchero, unire olio, sale, succo e raspatura di un'arancia, cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.
Ospite
 

Messaggioda Ospite » 14 dic 2006, 20:50

TONNO AI PORRI
400 g di tonno fresco
1 limone
erbe aromatiche
sale
glucosio in polvere
2 porri
olio

Marinare il tonno con fettine di limone, sale, erbette tritate, olio.
Tagliare i porri a metà per il lungo e sbollentare i nastri in acqua bollente salata indi stenderli su un panno umido.
Tagliare a bocconcini il tonno, avvolgerli nelle foglie di porro e fissarli con uno stecchino, passarli nel glucosio e cuocerli in padella a fuoco vivo per pochi minuti.
Ospite
 

Messaggioda Mariella Ciurleo » 15 dic 2006, 8:41

Grazie per le bellissime ricette ed i suggerimenti!

Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda ddaniela » 15 dic 2006, 8:56

due ricette del DB della cucina italiana:

Strudel di merluzzo nella verza

Tempo: 75'


Ingredienti: (dose per 8 persone)
filetto di merluzzo fresco g 700, patate g 450, 2 cipolle bianche g 250, panna liquida g 200, 6 foglie di verza, zafferano, mollica di pancarrè macinata, burro, prezzemolo, brodo vegetale, vino bianco, olio extravergine d'oliva, sale, pepe in grani


Dopo aver ridotto le patate a fettine, rosolatele in padella con un filo d'olio, una cipolla a filetti e un pizzico di sale; bagnatele con un dito di brodo nel quale avrete sciolto una bustina di zafferano e spegnete lasciandole al dente. Sbollentate le foglie di verza, toglietele con il mestolo forato e allargatele su un canovaccio disponendole leggermente sovrapposte così da formare un rettangolo. Battetele per appiattirle poi cospargetele con le patate allo zafferano, sopra accomodate il merluzzo a tranci, spolverizzate con sale, pepe, mollica di pancarrè, piegate all'interno i bordi del rettangolo, quindi arrotolate il tutto aiutandovi con il canovaccio; avvolgete infine il rotolo (strudel) in un foglio di carta da forno inumidito; legatelo, sistematelo in una pirofila, irroratelo d'olio e infornatelo a 190° centigradi per 40min. Intanto affettate la restante cipolla e stufatela a fuoco medio con una grossa noce di burro, sale, un dito di vino e la panna, lasciando cuocere finchè il tutto diventerà  una salsa densa da servire con lo strudel caldo cosparso con prezzemolo tritato.

Strudel di pesce

Tempo: 80'

Ingredienti: (dose per 8 persone)
Per la pasta: farina bianca g 250 più un poco per spolverizzare la tovaglia - olio d'oliva g 30 - sale - uovo e burro per pennellare e per la placca - Per il ripieno: un trancio di salmone, già spinato e pulito della pelle, g 400 - un trancio di pescatrice, già  pulito g 400 - porri g 200 - zucchine g 200 - carote g 200 - burro g 20 - origano - prezzemolo - olio d'oliva - sale - pepe

Conto calorie: kcal 354 (KJ 1481) a porzione

Preparate la pasta per lo strudel: versate sulla spianatoia la farina, a fontana. Al centro mettete l'olio, un pizzico di sale e g 125 d'acqua tiepida. Impastate lavorando molto a lungo, per ottenere una pasta elastica. Ponetela a riposare sotto una pentola calda. Intanto mondate i porri, le carote e le zucchine. Tagliate tutte le verdure a rondelle e appassitele nel burro e in 3 cucchiaiate d'olio. Aggiungete il salmone e la pescatrice, a tocchetti; insaporite con sale, pepe e un pizzicone d'origano, lasciando rosolare bene a fuoco vivo: alla fine l'insieme dovrà risultare piuttosto asciutto; cospargetelo con mezza cucchiaiata di prezzemolo tritato e tenete da parte. Tirate la pasta in sfoglia sottilissima, allargandola il più possibile su una larga tovaglia infarinata. Pennellate d'uovo i bordi della sfoglia, quindi cospargetela con il ripieno di pesce e chiudetelo nella pasta. Trasferite il rotolo (strudel) su una placca imburrata. Infornatelo a 200° per 35', pennellandolo, a metà cottura, con burro fuso.

entambi sono buoniaccompagnati da una salsa:

Salsa soubise

2 cipolle bianche g 250 , besciamella g 200
Affettare la cipolla e stufarla a fuoco medio con una grossa noce di burro, sale, pepe, un dito di vino e la besciamella, lasciando cuocere finché il tutto diventerà una salsa densa, passare al setaccio e servire con lo strudel caldo.


Li faccio spesso entrambi e sono ottimi, si preparano prima e si scaldano leggermente al momento (non devono essere bollenti e dopo la cotura è meglio se riposano)

Puoi anche cambiare salsa, ma è importante mettercela, qualunque piatto dolce o salato con una salsa è più completo.
Come diceva la cuoca del Cordon Bleu anche una semplice torta accompagnata da una salsa diventa un dessert raffinato
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Mariella Ciurleo » 15 dic 2006, 12:42

Grazie anche a te, Daniela! :)
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda pinguino » 15 dic 2006, 14:43

la zuppa di pesce, io penso di fare quella...
erika
Avatar utente
pinguino
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 27 nov 2006, 0:33
Località: tra le mucche il cioccolato e qualche coucou

Messaggioda Mariella di Meglio » 15 dic 2006, 14:54

Io, l'anno scorso, ho sfilettato delle sogliole ed ho preparato dei turbantini farciti con salmone fresco frullato ed un gamberetto che spuntava dal turbantino. Nulla di che, ma carini...
Avatar utente
Mariella di Meglio
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 25 nov 2006, 19:29

Messaggioda fabrizio » 15 dic 2006, 15:17

Sara' che sono un tradizionalista, ma io sulla tavola della vigilia ci vorrei vedere un dentice al forno con patate. Con una bella salsa maionaise fatta in casa.

fab
fabrizio
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 27 nov 2006, 14:35
Località: milano / napoli

Messaggioda lella » 15 dic 2007, 11:45

Mariella Ciurleo ha scritto:
Come antipasto farò un patè di sgombro che ho trovato sul sito di gennarino e che ho già preparato con successo. Lo consiglio perchè è veramente ottimo!
qui



Mi attira molto questo patè, secondo voi con quanto anticipo si può preparare?
grazie
lella garbellotto
lella
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25 nov 2006, 20:51
Località: pioltello(mi)

Messaggioda Danidanidani » 15 dic 2007, 11:54

lella ha scritto:
Mariella Ciurleo ha scritto:
Come antipasto farò un patè di sgombro che ho trovato sul sito di gennarino e che ho già preparato con successo. Lo consiglio perchè è veramente ottimo!
qui



Mi attira molto questo patè, secondo voi con quanto anticipo si può preparare?
grazie


Mariella, la ricetta del patè non si vede...la pagina dice che l'argomento non esiste! Puoi riportare la ricetta please? Grazie :D :D :D
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Rossella » 15 dic 2007, 12:00

Danidanidani ha scritto:
Mariella, la ricetta del patè non si vede...la pagina dice che l'argomento non esiste! Puoi riportare la ricetta please? Grazie :D :D :D

Daniela, penso che Mariella si riferisce a questa ricetta di Gic che si trova su Gennarino qui

Paté di Sgombro con Salsa al Vino Cotto
Ingredienti
530 gr di sgombro sott'olio
160 gr di burro fresco
100 gr di pesce spada affumicato (fettine)
50 ml di vino cotto

Attrezzatura
mixer
stampo da plum-cake da 1 litro
frusta
carta forno
pellicola da cucina

Non è una ricetta difficile; tra l'altro ha il grande pregio di poter essere preparata con largo anticipo. Occorre però conoscere alcuni particolari della preparazione, che qui vi spiego.
Lo sgombro sott'olio.
Certo, se ve lo preparate da voi è il massimo. Ma va benissimo lo sgombro in scatola, con alcune precisazioni: deve essere di buona qualità e va totalmente separato dal suo olio mediante una lunga (6 ore almeno) colatura. Nei circuiti commerciali cercate quelli prodotti da Nino Castiglione di Trapani. Lui, oltre a produrre una sua linea (piuttosto introvabile, ma sono prodotti veramente eccezionali... provate la ventresca di tonno, se la trovate!) inscatola per la catena SMA (gruppo La Rinascente e, probabilmente, anche per altri. Anche As do Mar in vasetti di vetro è un buon prodotto.
I 530 gr che indico corrispondono al prodotto sgocciolato di 6 scatole da 125 gr. Fate un po' voi i conti se le confezioni hanno pesi diversi.
Il burro
Va utilizzato a temperatura ambiente, ma ancora consistente (intorno ai 20-22°C). Va da se che deve essere di ottima qualità (insisto sui burri tedeschi, olandesi, danesi e, in ultimo, altoatesini).
Il pesce spada affumicato
Si trova in giro da qualche anno e, tutto sommato, è un prodotto non eccezionale. Ha però una base aromatica molto decisa e, benché il suo uso in questa ricetta abbia scopi eminentemente estetici e funzionali, il suo gusto caratterizza notevolmente la preparazione. Separate le fettine a temperatura ambiente facendo attenzione a non lacerarle e spianatele il più possibile con un batticarne, chiudendo la fettina tra due fogli di pellicola alimentare.
Il vino cotto
Qui è difficile. Intanto dobbiamo precisare che si tratta di mosto cotto. Del succo di uva, matura, si blocca la fermentazione con una prima cottura (e si ottiene il mosto muto…). Quest ultimo va posto sul fuoco, a fiamma bassa, e, con una cottura prolungata, si opera una riduzione che concentra gli zuccheri presenti. Ma siccome l'uso in questa ricetta è previsto per dare un contrappunto di sapore allo sgombro e ne bastano poche gocce, potete sostituirlo con un balsamico tradizionale di Modena, molto denso (intorno ai 40 anni…).
Sugli attrezzi.
Per mixer intendo un cutter molto potente… escludete a priori frullatori ad immersione o omogeneizzatori per verdure, non ce la fanno. Il vituperato Bimby, tra gli attrezzi semiprofessionali, è il migliore. La frusta che sia in acciaio inox e di dimensioni medie.
E adesso andiamo all'esecuzione.
Per prima cosa foderate lo stampo con la carta forno, fissandola con una pennellata di burro; poi foderate lo stampo col pesce spada affumicato, lasciando i lembi delle fettine fuori dallo stampo per circa 4 cm.
Lo sgombro, ben sgocciolato dal suo olio, va ridotto a crema nel mixer alla velocità più alta. La pasta che si ottiene può essere passata da un setaccio a trama molto fitta se si vuole essere perfetti; ma, se il cutter è potente, questo non è strettamente necessario.
Mettete lo sgombro in una ciotola abbastanza capiente e iniziate l'aggiunta del burro. Questa è la parte più pesante del lavoro: il burro deve essere aggiunto poco a poco, prelevando con un coltello, direttamente dal panetto morbido, la quantità necessaria. Poi, con la frusta, si incorpora alla pasta di sgombro. All'inizio il lavoro è molto duro, la pasta è consistente; dovrete più volte liberare la frusta. Ma a poco a poco la consistenza si fa più morbida e, alla fine, sarà quasi una spuma. Mettetela nello stampo facendo attenzione a non spostare le fettine di pesce spada. Battete più volte su un ripiano per assestare il composto e infine richiudete la parte superiore con i lembi delle fettine che avrete lasciato fuori dallo stampo. Coprite con un foglio di carta forno e mettete in frigo a rassodare (almeno 3 ore e, comunque, fino al momento di servirlo).
Servire.
Sformate il blocco e liberatelo dalla carta forno. Freddo come esce dal frigo affettatelo a tranci di circa un centimetro di spessore. Deponete questi tranci sui piatti di servizio, lasciate che prendano temperatura dell'ambiente per circa mezz'ora; poi versatevi sopra qualche goccia di vino cotto e affiancatevi due pomodorini a ciliegia. Servite.
gic
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14287
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Danidanidani » 15 dic 2007, 12:07

Grazie Rossella...presa visione della ricetta, ho concluso che non è realizzabile da me per carenza di attrezzatura e di ingredienti: non ho il potente mixer...manca il vino cotto e pure l'aceto balsamico "vero".Non trovo neppure il pesce spada affumicato!
Sono le penalizzazioni dei piccoli paesi come il mio...sapessi quante ricette rinuncio a fare per questi motivi! Vabbè :shock: :cry: :cry:
Daniela Del Castillo
le mie foto qui:
http://www.flickr.com/photos/8594434@N08/?saved=1
Immagine
Avatar utente
Danidanidani
 
Messaggi: 3214
Iscritto il: 26 nov 2006, 0:01
Località: Macerata Feltria

Messaggioda Mariella Ciurleo » 16 dic 2007, 15:51

Grazie a Rossella che ha gentilmente provveduto a correggere il link.
Daniela, peccato che tu non possa farlo perchè è un patè veramente squisito.
Un bacio
Mariella
Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono (G. Gaber)
Avatar utente
Mariella Ciurleo
 
Messaggi: 403
Iscritto il: 4 dic 2006, 8:28
Località: Roma (Q.re Talenti)

Messaggioda milli » 17 dic 2007, 9:42

Io andrò sul tradizionale.
Per antipasto tartine al salmone e un po' di fritto misto cioè broccoli romaneschi, carciofi, zucchine, mele, patate con la pastella.
Un primo semplice, pensavo linguine con vongole, scampi e pachino, e forse zucchine.
Per secondo una grigliata mista con gamberoni, mazzancolle, o filetto di tonno o pesce spada alla griglia, dentice e spigola.
Patate e insalatina.
Pangiallo e biscotti al miele che devo fare oggi.
Ma non è detto che non cambi perchè il pesce lo comprerò Sabato o Domenica ai mercati generali e devo un po'
vedere.
:roll:
Milli
Avatar utente
milli
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 23 giu 2007, 9:06
Località: Tivoli

Prossimo

Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Grapeshot e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee