Pasta pane per lavori artistici

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Pasta pane per lavori artistici

Messaggioda Rossella » 15 mar 2007, 15:44

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

sempre insieme alle napoligirls il corso su: Pane artistico e pani speciali per la ristorazione, a cura del Maestro Paolo Fulgente, eseguito a Napoli il 12/13 marzo presso i F.lli Casolaro

Pasta pane per lavori artistici

ingredienti

farina tipo 0 1600 kg.
Farina di segale 450 gr.
Farina integrale 750 gr.
Acqua minerale poco frizzante 1, 2 lt
Lievito di birra 60 gr.
Sale 75 gr.
Burro 80 gr.

procedimento

Formare un impasto con la sfogliatrice e con il matterello in vase al lavoro da realizzare(spessore cm.1, 5)
Con un taglierino e con delle maschere di cartoncino ritagliare tutti i pezzi per comporre il lavoro desiderato:Topolino, minnie e tanti altri…
Spolverare le forme create con la farina ed a piacere coprire alcuni punti particolari con i semi di papavero.
Decorare con una punta di coltello dei segni particolari(occhi, mani gambe)
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14282
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda robertopotito » 16 mar 2007, 7:45

grazie mille per averci resi partecipi!!!
altre ricette "panose" del corso?
bacioni
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee