Pasta genovese

Dubbi, consigli, attrezzi & c

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Pasta genovese

Messaggioda Donna » 28 gen 2009, 21:34

Stasera mi sfogliavo il mio caro "cucchiao d'argento" quando , tra le diverse frolle ho trovato la versione di "pasta genovese". Che consistenza ha? :|?
per quali tipi di preparazione è più indicata? :saluto:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3324
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Pasta genovese

Messaggioda cristiana » 29 gen 2009, 12:17

Ciao bella, come stai?
Non vorrei dire una stupidata ma credo sia una pasta tipo pan si spagna per base di torte....vedo se ho qualcosa in merito.
Un bacione.

Eccomi qui.
Ho trovato questo piccolo trafiletto che avevo salvato su CI quando la scuola di cucina non era a pagamento; si parlava di Pan di Spagna

Le varianti: genovese e margherita
Simile al pan di Spagna è la pasta genovese: le uova e lo zucchero vengono montate a caldo, in una bastardella appoggiata su una pentola di acqua calda, ma non in ebollizione, il cui calore va tenuto sotto controllo. Quando il composto è gonfio e ben montato, si aggiungono, via dal fuoco, la farina poi il burro fuso. Si inforna, quindi, come il pan di Spagna, ottenendo una pasta un po' più consistente, adatta per torte importanti.
La pasta margherita si lavora come il pan di Spagna, ma la farina è sostituita totalmente o in parte dalla fecola, si utilizza lo zucchero a velo e il burro (le proporzioni degli ingredienti variano a seconda della ricetta).


Spero di averti aiutato.
Avatar utente
cristiana
 
Messaggi: 108
Iscritto il: 25 set 2008, 9:12
Località: Modena

Re: Pasta genovese

Messaggioda elisabetta » 29 gen 2009, 12:42

E' un impasto montato molto delicato ma difficile da realizzare perchè l'aggiunta del burro può smontare la montata di uova:di solito si consiglia di unire il burro con un paio di cucchiai di farina e ancora con uno o due cucchiaiate di montata,poi questa miscela va aggiunta al resto con delicatezza.Altra difficoltà è la montatura delle uova a bagnomaria,che non deve superare i 60°,altrimenti le uova si rapprendono.
Avatar utente
elisabetta
 
Messaggi: 1155
Iscritto il: 26 nov 2006, 17:02
Località: vico equense

Re: Pasta genovese

Messaggioda cinzia cipri' » 29 set 2009, 16:52

mi dareste le dosi esatte? (se qualcuno le ha)
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 6231
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: Pasta genovese

Messaggioda Luciana_D » 29 set 2009, 17:07

3 uova
90gr di zucchero
90gr di farina

frullare lungamente le uova intere con lo zucchero sopra un bagnomaria finche' ha raggiunto la temp. di 38-40*
Togliere il recipiente dal bagnomaria e continuare a frustare finche' la massa si e' completamente raffreddata.
Adesso ha raggiunto il suo massimo sviluppo.

Aggiungere la farina molto delicatamente sollevando la pasta

Per una ge'noise di 24cm e 5cm di altezza
Forno 175-180* 30-35min
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11828
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri


Torna a Carabattole e pignate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee