Pasta fillo (Grecia)

Altrove e dintorni, ricette dall'estero

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Messaggioda Rossella » 5 dic 2006, 8:28

E se usassimo la sfogliatrice per stendere la pasta?che farina 00 hai usato, la spadoni pacco blu va bene?
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 14275
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Messaggioda Marika » 16 dic 2006, 17:43

A cosa serve la pasta fillo :D ??E' l'impasto dell'involucro esterno degli involtini primavera :?: ??
Marika
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 15 dic 2006, 16:28

Messaggioda ddaniela » 16 dic 2006, 18:58

forse comgelamdo i fogli stesi si rompono più facilmente, è un'ipotesi :(
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda Typone » 16 dic 2006, 19:42

ddaniela ha scritto:forse comgelamdo i fogli stesi si rompono più facilmente, è un'ipotesi :(

Non è un'ipotesi: la congelazione non giova alla fillo. Scongela fragile e a volte molle e irrecuperabile. Quella surgelata che vendono alla SLunga (o che vendevano perché sembra che abbiano lasciato perdere..) è difficile da usare.

T.
Typone
 

Messaggioda Marika » 17 dic 2006, 11:50

[quote]Non è la pasta degli involtini primavera: è quella del baklavà, ma ci puoi fare tante cose, fagottini salati, bocconcini dolci...[/quote]

Scusami tanto, non so se questa sia la sezione adatta a questa domanda, ma sapresti indicarmi come si prepari l'impastto degli involtini primavera???Ti ringrazio molto.Ciao :)
Marika
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 15 dic 2006, 16:28


Torna a Specialità dal mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee