Passatelli in brodo.

Ricette

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Passatelli in brodo.

Messaggioda Dida » 29 nov 2013, 13:51

Ieri sera ho fatto i passatelli: per ogni uovo 50 gr. di parmigiano grattugiato e 50 gr. di pane grattugiato, poi aggiungere all'impasto una grattata di noce moscata, un pizzico di sale, buccia grattugiata di un limone. Impastare e fare i passatelli con l'apposito attrezzo, quindi cuocerli in brodo bollente per pochi minuti. Di solito si calcola un uova a testa.

Immagine
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2199
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda Rossella » 30 nov 2013, 11:54

Li adoro Dida, lo scorso anno li ho preparati spesso attingendo dalla ricetta ( credo) inserita da Danidani . :|? La sera sono l'ideale ^rodrigo^
Grazie *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda anavlis » 30 nov 2013, 11:58

Non li ho mai preparati, però li ho mangiati e mi piacciono molto! grazie Dida *smk* Ci sono quelli di Dani Dani altrettanto buoni. Li cerco e accorpiamo? così in un unico posto troviamo le ricette analoghe.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda misskelly » 30 nov 2013, 23:49

mmm mmm ...mai mangiati ma devo essere buonissimi. :-P o :p: :-P o :p: :-P o :p:
Giovanna ...e Spike Immagine
Avatar utente
misskelly
 
Messaggi: 1961
Iscritto il: 25 mar 2008, 17:45
Località: ISERNIA

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda Rossella » 31 gen 2015, 8:39

passatelli.jpg

Mi attacco al post di Dida e ai suoi meravigliosi passatelli.
Vorrei riportare i passatelli in brodo di Sabrina Gasparri che ringrazio per avermi concesso la possibilità di copiarli sul forum! *smk*

di Sabrina Gasparri apparsi sul blog MTC


Per 4 persone:

2 uova
un etto di pane grattato
un etto di parmigiano reggiano
noce moscata

un quartino di gallina
un pezzetto di doppione
un osso con midollo
un pezzetto di coda o di gommosa
una carota
un gambo di sedano
una cipolla gialla steccata con qualche chiodo di garofano
sale

Prepara il brodo mettendo in una pentola alta la carne, le verdure e coprile di acqua fredda.
Portare ad ebollizione, schiumare più volte, abbassare la fiamma e cuocere per almeno tre ore. Il brodo è pronto quando la carne si sfalda.
Intanto prepara l’impasto per i passatelli.
Grattugia finemente il pane comune non salato, setaccialo eliminando eventuali pezzetti di crosta. Grattugia anche il parmigiano e abbondante noce moscata.
Metti gli ingredienti nella spianatoia, aggiungi le uova e impasta velocemente.
L’impasto deve risultare morbido ma non appiccicoso. Se necessario aggiungi altro pangrattato e formaggio nelle stesse proporzioni.
Avvolgi l’impasto nella pellicola e lasciaro riposare a temperatura ambiente.
Una volta pronto il brodo, filtralo con un colino, aggiusta di sale e riportalo ad ebollizione. Abbassa la fiamma e comincia a preparare i passatelli facendoli passare attraverso il ferro o lo schiacciapatate e buttali nel brodo. Non devono bollire molto forte per non rischiare di romperli.
Non devono bollire più di un minuto.
Servili caldi in tazze o piatti fondi.

-----------------------------------

Ricopio fedelmente anche la loro storia.

Tra tortellini e cappelletti io scelgo i passatelli.
Per me è sempre stata la minestra in brodo preferita. Potrei mangiarne per ore senza stancarmi.

I passatelli sono la Romagna, ma sono anche le Marche, quella parte che si fonde con la Romagna e che ne condivide gusti e sapori.

La loro storia è lontana. L’Artusi già ne parlava nel suo trattato. Pare che discendano dalla tardura detta anche stracciatella, minestra di uova sbattute con la forchetta alle quali va aggiunto formaggio e pangrattato e buttata nel brodo bollente. Questa minestra veniva servita alle puerpere per dare loro forza dopo le fatiche del parto.

I piatti di tradizione appartengono alle famiglie che conservano le proprie ricette esclusive.
In realtà i passatelli non sono soggetti a tante variazioni. Le uniche di rilievo sono l’aggiunta della scorza di limone grattugiata o di midollo. Quest’ultimo rende più morbido l’impasto. Alcuni mettono l’odore della mortadella per insaporirli ancora di più.
Si preparano utilizzando il ferro dei passatelli, antico strumento formato da un disco circolare forato, dotato di manico di legno. Si appoggia il ferro forato sull’impasto compatto e con il manico si fa pressione in modo che dai fori escono i passatelli.
Questo strumento caduto in disuso per tanti anni, ora è reperibile nei negozio più forniti di casalinghi, oppure si riescono a trovare ancora pezzi originali in giro per i mercatini. In mancanza del ferro si può utilizzare uno schiacciapatate a fori larghi.

Gli ingredienti sono semplici: pane comune raffermo, parmigiano reggiano molto stagionato, uova e noce moscata come se piovesse.
Dicevo, gli ingredienti sono semplici, ma se non si rispettano alcune accortezze si rischia di non avere i passatelli ma una stracciatella.
Pane e parmigiano devono essere grattugiati finemente e devono avere una grana molto simile. Per questo è meglio che il parmigiano non sia freschissimo, se è un po’ secco è preferibile.
Consiglio di impastare gli ingredienti su una superficie rigida e fredda, piuttosto che una terrina, e di rispettare il rapporto uno ad uno tra pangrattato e parmigiano.

La morte loro è il brodo, ma anche asciutti diventano un primo piatto da gourmet.
Cotti nel brodo di gallina e conditi con burro fuso e tartufo sono una vera prelibatezza e un’alternativa al primo piatto nelle feste del Natale.
Cotti nel fumetto di pesce e conditi con arselle e vongole veraci magnificano una cena di pesce.
Diventano vegetariani se li cuociamo in brodo vegetale e li condiamo con asparagi e carciofi.
Sfiziosissimi d’estate, conditi con pomodoro fresco e basilico.

I passatelli, un piatto tipico della cucina di recupero della tradizione contadina, che in un attimo diventa un piatto da re.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda Donna » 31 gen 2015, 10:20

misskelly ha scritto:mmm mmm ...mai mangiati ma devo essere buonissimi. :-P o :p: :-P o :p: :-P o :p:

Io siiiiiii, me li fa il marito marchigiano! Ma quelli della suocera sono miglioŗi :cool:
Alla faccia di quella pubblicita' becera del nuovo programma della Clerici: per me le suocere sono prima di tutto mamme, posso non essere d'accordo su alcuni metodi, ma rispetto le tradizioni. :saluto:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda anavlis » 31 gen 2015, 19:02

dovrò farli :hi
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda Rossella » 31 gen 2015, 19:41

anavlis ha scritto:dovrò farli :hi

Dobbiamo accattarci l'arnese!!! :piedino
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda anavlis » 31 gen 2015, 20:35

ho uno schiaccia patate a buchi grossi, potrei tentare :|?
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda Rossella » 31 gen 2015, 20:54

anavlis ha scritto:ho uno schiaccia patate a buchi grossi, potrei tentare :|?

Interessante questo post : Thumbup :

spaetzle-passatelli-t2198.html?hilit=Passatelli#p19389
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda anavlis » 31 gen 2015, 21:29

Grazie Ros *smk* con questo freddo ci vorrebbero i passatelli in brodo :-P o :p:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Passatelli in brodo.

Messaggioda anavlis » 15 dic 2015, 11:15

dalla trasmissione Detto Fatto

mi ha colpito la presenza di farina, poca in verità, ovviamente aumenta l'uovo.

passatelli di Beniamino Baleotti

Per i passatelli in brodo: 150 g pangrattato, 150 g grana grattugiato, 60 g farina 00, 4 uova, un pizzico di noce moscata, sale, brodo di carne

In una ciotola versare il pangrattato, il grana grattugiato, la farina e amalgamare bene. Regolare di sale e aggiungere un pizzico di noce moscata. Unire le uova e amalgamare il composto con la forchetta. Lavorare quindi l’impasto con le mani sulla spianatoia. Dividere l’impasto in parti uguali e farlo riposare 30 minuti coperto con la pellicola. Quando il brodo bolle, inserire un po’ di impasto nell’apposito utensile e schiacciare i passatelli direttamente dentro la pentola. Con l’aiuto di un coltello tagliarli della lunghezza desiderata. Cuocere fino a quando non vengono a galla, quindi servire caldi in una zuppiera.

Nella versione passatelli asciutti, la ricetta è la stessa ma aggiunge la buccia di limone grattugiata.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10428
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo


Torna a Dalla padella alla brace

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee