Pane valdostano fichi e noci

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Nonna Tata » 13 set 2012, 13:51

Una mia consuocera mi ha portato al ritorno dalle ferie in Val d'Aosta una bella pagnotta scura, pesante, con fichi e noci all'interno, che adoro mangiare con il formaggio. Conoscete la ricetta? Purtroppo non l'ho fotografata...

la ricetta è quì -> pane-valdostano-fichi-noci-t16305.html#p200918
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Dida » 13 set 2012, 16:08

Quello che fanno a Gressoney è un pane di segale a cui aggiungono fichi secchi, noci o castagne o a volte mele, tutta frutta che si trovava in loco. Cercherò sul libro di ricette valdostane se trovo qualcosa poi ti dico.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2199
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Dida » 13 set 2012, 16:30

Ho trovato questa ricetta, spero sia valida.

Pane nero ai fichi e noci


Ingredienti:
farina di segale scura gr. 350
farina di grano integrale gr. 150
lievito secco disidratato gr. 20
3 cucchiaiate di olio (una volta era, penso, olio di noci) evo - 10 fichi secchi - una grossa manciata di gherigli di noci - un pizzico di sale.

Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida.
Versare le due farine in una ciotola e amalgamarle con un pizzico di sale. Fare un buco al centro, versarvi il lievito e iniziare ad impastare usando altra acqua tiepida sino ad avere un impsto morbido.
Tritare i fichi e le noci e aggiungerle all'impasto, fare una palla, ungerla con un po' di olio e metterla in una ciotola pulita; coprire con un telo messo doppio e far lievitare in luogo caldo sino al raddoppio.
Impastare di nuovo, mettere su una placca coperta da carta forno e dare la forma voluta, incidendola a croce in superficie.
Far riposare per un'altra ora poi infornare a 180° per circa 20 minuti.
Togliere dal forno, spennellare il pane con il rimanente olio diluito con poca acqua calda, rimettere nel forno e terminare la cottura per altri 20/30 minuti.
Levare dal forno, metterlo su una gratella e lasciar raffreddare.

Al posto delle noci si possono usare castagne lessare al dente e fredde, al posto dei fichi semi di finocchio o uvetta. Puoi aumentare la frutta di un poco se pensi che sia necessario.
Daniela Mari Griner



In amore, come in cucina, ciò che è fatto troppo in fretta è fatto male.
Anonimo
Avatar utente
Dida
 
Messaggi: 2199
Iscritto il: 25 nov 2006, 16:04
Località: Casorezzo MI

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Nonna Tata » 13 set 2012, 17:06

Dida credo proprio che sia quello, grazie! Domani vado in cerca delle farine scure, non ne ho e non ho neppure fichi e noci, per fortuna, altrimenti farei una bella merenda!
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda nicodvb » 13 set 2012, 17:30

Stefania, se c'è la segale ti consiglio di tenere l'impasto più morbido che puoi, altrimenti non si muove manco con l'aria compressa.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Luciana_D » 13 set 2012, 18:19

nicodvb ha scritto:Stefania, se c'è la segale ti consiglio di tenere l'impasto più morbido che puoi, altrimenti non si muove manco con l'aria compressa.

Comico :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Luciana_D » 13 set 2012, 18:20

Bella ricetta Dida :clap: :clap: :clap:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda susyvil » 13 set 2012, 20:59

Si, bellissima! : WohoW :
Grazie Dida!
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Nonna Tata » 23 set 2012, 12:22

Alla fine l'ho fatto così:

Ingredienti :
  • 500 g farina Spadoni per pane nero
  • 10 g lievito disidratato (è la bustina contenuta nel sacchetto)
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 250 g fichi secchi del tipo morbido
  • 70 g gherigli di noci
  • circa 300 g acqua
Procedimento :
Dopo cena, ho mescolato la farina con il lievito, messa nell'impastatrice, ho aggiunto pian piano l'acqua a temp.ambiente e l'olio, facendo lavorare la macchina per circa 15 minuti.
Capovolto, leggermente infarinato e messo in ciotola Tupper chiusa. Messo sul tavolo in giardino (max 15 gradi) Al mattino presto ho steso l'impasto delicatamente e l'ho cosparso con la frutta secca (i fichi tagliati in sei parti e le noci spezzettate grossolanamente) ho arrotolato e rimpastato delicatamente, formando una palla. Messa nel forno con la luce accesa per un'ora circa.
Tolta dal forno, portata la temperatura a 200 gradi, incisa la pagnotta e messa a cuocere (pentolino di acqua sul fondo) per mezz'ora su teglia con carta forno. Tolta teglia e carta, rimessa in forno quasi mezz'ora a fuoco più basso direttamente sulla griglia.

E' un pane squisito, ottimo con il formaggio o con un filino di miele per la colazione. E' venuto molto simile all'originale, leggermente più lievitato.
Questa farina (l'avevo già usata per la MDP) è un misto di farina 00, segale, semi, ecc. ha già il sale dosatoe una piccola parte di pasta madre disidratata.


panefichi006.jpg
panefichi006.jpg (57.94 KiB) Osservato 3787 volte
panefichi010.jpg
panefichi010.jpg (56.27 KiB) Osservato 3787 volte
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Sandra » 23 set 2012, 12:59

Buono!!!Questo lo faro' sicuramente..lo compero gia' a Vence!!Meglio fatto da me :D
E quando ne ho voglia faccio anche qualche foto:
http://www.flickr.com/photos/43807393@N00/
Avatar utente
Sandra
MODERATORE
 
Messaggi: 8433
Iscritto il: 25 nov 2006, 15:56
Località: vence(francia)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda anavlis » 23 set 2012, 17:08

Deve essere buonissimo!!! :clap: :clap: ma la dieta? :piedino
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10426
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Luciana_D » 23 set 2012, 19:44

Bella Stef :clap: :clap: :clap:
Non mi trovi daccorso su come inserisci la frutta secca.
Non aderiscono all'impasto.:sad:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Nonna Tata » 24 set 2012, 7:14

Luciana_D ha scritto:Bella Stef :clap: :clap: :clap:
Non mi trovi daccorso su come inserisci la frutta secca.
Non aderiscono all'impasto.:sad:



Tu come faresti? Anche nel pane "originale" il risultato è questo.
Mi sto ricordando un corso delle Simili, per il pane all'uva consigliavano di fare più strati cosparsi di uvetta e poi impastare...
Avatar utente
Nonna Tata
 
Messaggi: 752
Iscritto il: 28 set 2010, 20:19
Località: Paderna (AL) (ma da Genova)

Re: Pane valdostano fichi e noci

Messaggioda Luciana_D » 24 set 2012, 10:19

Nonna Tata ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Bella Stef :clap: :clap: :clap:
Non mi trovi daccorso su come inserisci la frutta secca.
Non aderiscono all'impasto.:sad:



Tu come faresti? Anche nel pane "originale" il risultato è questo.
Mi sto ricordando un corso delle Simili, per il pane all'uva consigliavano di fare più strati cosparsi di uvetta e poi impastare...

Un leggero scollamento avviene anche nel panettone,se ci fai caso.E' dovuto al vapore che si crea ma e' anche logico.
Io inserirei nell'ultima fase d'impastamento mantenendo l'impasto morbido in maniera che si distribuisca bene.
E' una fase delicata perche' un eccessiva lavorazione potrebbe rompere la frutta sparpagliandone i frammenti a destra e a manca.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11827
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee