° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda nicodvb » 22 ott 2009, 19:05

Luciana_D ha scritto:Nico scherzi??? ho sbagliato di SOLI 2gr?? :shock: e dove?
Ma e' magnifico :lol:

Dunque,la crosta.In alcuni punti era bianchiccia e seccaccia....io la definisco gessosa.Orrenda .
Perche'? Il vapore casalingo l'ho dato e la ciotola era presente.....aime' fino all'ultimo.E' stato questo?

Ti ho capito adesso......i 2 gr :lol: :lol:
Lo rifaro' tutto LM ma non sara' piu' pagnotta di Genzano,pazienza.


secondo me quei 2 gr fatti lievitare per 2 giorni stanno lì solo per simulare come il pane di Genzano si faceva ai ben vecchi tempi andati: con il lievito madre, quindi se lo fai senza l'intruso lo fai più "vero" di quello di Roberto.
Il vapore, che io sappia, si immette solo all'inizio per impedire la formazione precoce della crosta che impedirebbe una lievitazione completa in forno, ma dopo 15 minuti è già di troppo per il motivo che hai visto. La prossima volta riprova senza. Se sono riuscito io a fare una bella crosta nell'estense non puoi non riuscirci tu in un forno moderno.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3167
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: ° Pane tipo Genzano tipo Pianetapane

Messaggioda Luciana_D » 22 ott 2009, 20:40

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Nico scherzi??? ho sbagliato di SOLI 2gr?? :shock: e dove?
Ma e' magnifico :lol:

Dunque,la crosta.In alcuni punti era bianchiccia e seccaccia....io la definisco gessosa.Orrenda .
Perche'? Il vapore casalingo l'ho dato e la ciotola era presente.....aime' fino all'ultimo.E' stato questo?

Ti ho capito adesso......i 2 gr :lol: :lol:
Lo rifaro' tutto LM ma non sara' piu' pagnotta di Genzano,pazienza.


secondo me quei 2 gr fatti lievitare per 2 giorni stanno lì solo per simulare come il pane di Genzano si faceva ai ben vecchi tempi andati: con il lievito madre, quindi se lo fai senza l'intruso lo fai più "vero" di quello di Roberto.
Il vapore, che io sappia, si immette solo all'inizio per impedire la formazione precoce della crosta che impedirebbe una lievitazione completa in forno, ma dopo 15 minuti è già di troppo per il motivo che hai visto. La prossima volta riprova senza. Se sono riuscito io a fare una bella crosta nell'estense non puoi non riuscirci tu in un forno moderno.

Nico,i 2 gr stanno nel rinfresco e poi ho eseguito il metodo di Pianetapane :D
Lo so che questo 3D e' un poco in confusione....scusami :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano metodo Pianeta pane

Messaggioda giornalista.cuoco » 29 ott 2009, 23:34

Luciana_D ha scritto:La prossima volta vorrei provare a sostituire anche il lievito del rinfresco con LM ma cosi' facendo snaturo la ricetta.

Non credo: il pane tradizionalmente si fa esclusivamente con pasta madre (la produzione industriale del lievito di birra è iniziata nel XX secolo, e credo che sino ai tempi dei miei nonni nemmeno fosse distribuito su larga scala).
Inoltre io non condivido l'uso di lievito sia nel prefermento (lievitino, poolish, biga) sia nell'impasto finale.
Francesco
giornalista.cuoco
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 17 ago 2009, 0:56

Re: ° Pane tipo Genzano tipo Pianetapane

Messaggioda giornalista.cuoco » 29 ott 2009, 23:39

Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:Secondo me quei 2 gr fatti lievitare per 2 giorni stanno lì solo per simulare come il pane di Genzano si faceva ai ben vecchi tempi andati: con il lievito madre, quindi se lo fai senza l'intruso lo fai più "vero" di quello di Roberto.

Nico,i 2 gr stanno nel rinfresco e poi ho eseguito il metodo di Pianetapane :D

Luciana, Roberto o pianetapane che sia, il pane di Genzano autentico come dice Nico si faceva di sicuro con sola pasta madre, come tutti i pani tradizionali di Regno delle Due Sicilie, Stati pontifici e mondo (Italia direi di no visto che è troppo giovane).
Francesco
giornalista.cuoco
 
Messaggi: 438
Iscritto il: 17 ago 2009, 0:56

Re: ° Pane tipo Genzano tipo Pianetapane

Messaggioda Luciana_D » 30 ott 2009, 6:55

giornalista.cuoco ha scritto:
Luciana_D ha scritto:
nicodvb ha scritto:Secondo me quei 2 gr fatti lievitare per 2 giorni stanno lì solo per simulare come il pane di Genzano si faceva ai ben vecchi tempi andati: con il lievito madre, quindi se lo fai senza l'intruso lo fai più "vero" di quello di Roberto.

Nico,i 2 gr stanno nel rinfresco e poi ho eseguito il metodo di Pianetapane :D

Luciana, Roberto o pianetapane che sia, il pane di Genzano autentico come dice Nico si faceva di sicuro con sola pasta madre, come tutti i pani tradizionali di Regno delle Due Sicilie, Stati pontifici e mondo (Italia direi di no visto che è troppo giovane).

Francesto,i due metodi differiscono nei tempi di maturazione della biga.
Come lo si faceva nell'antichita' non so ma oggi viene fatto con del LdB mentre il pane di Lariano (localita' poco distante) viene fatto solo con LM e cotto esclusivamente in forno a legna.
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda andrea84 » 16 nov 2009, 18:44

Stavo leggendo anche la disciplinare del pane di Genzano, ma non è spiegato molto chiaramente come andrebbe fatto, e secondo me è errato il quantitativo di lievito naturale.
Vi incollo testualmente la procedura:
FASE DI IMPASTO
1. preparazione del lievito naturale che deve essere rinfrescato tutti i giorni mediante acqua e farina in misura proporzionale alla quantità di impasto;
2. preparazione della “biga” almeno due ore prima di impastare, in modo che abbia la giusta acidità. Per l’impasto di una dose pari a q.li 1 di farina tipo zero o doppio zero, vanno aggiunti: Kg. 2 di sale, Kg. 1,5 di lievito naturale, litri 70 circa di acqua. Il tempo di impasto dura circa 20 minuti e può variare a seconda della quantità di impasto.

FASE DI CRESCITA
La durata della fase di crescita è di circa 1 ora, ma è soltanto a seguito del controllo diretto effettuato da parte del fornaio sul raggiungimento del giusto punto di crescita che la pasta può essere spianata. Il pane spianato in forma di pagnotte o filoni deve essere collocato dentro casse di legno con teli di canapa e spolverato con cruschello o tritello. A questo punto il pane deve compiere la seconda crescita in un ambiente caldo a giusta temperatura per circa 40 minuti per completare il suo assestamento.

FASE DI COTTURA
La cottura può avvenire sia in forni a legna che in forni con diversa alimentazione. La temperatura del forno deve essere compresa tra 300 e 320 gradi centigradi per consentire che il pane cresca compatto e formi una crosta di 3 millimetri circa. Tale crosta ha la funzione di proteggere la mollica all’interno e conservarla spugnosa e tenera con dei fori o “alveoli” non troppo grandi o irregolari. La fase di cottura ha una durata che varia a seconda del tipo di pezzatura e può andare da 35 minuti a un’ora e venti circa.


In pratica il lievito naturale sarebbe 1.5% sulla farina. Ho pensato che forse dovevano essere perlomeno 15kg (15% sulla farina).
Ho provato a chiedere, ma mi devono ancora far sapere.

Non ho capito il passaggio iniziale con la biga, qualcuno ha capito bene questa procedura?
Andrea
Avatar utente
andrea84
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 nov 2009, 17:07
Località: Roma

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda Luciana_D » 16 nov 2009, 18:50

Ciao Andrea .
Grazie per essere intervenuto .......inoltre, mi ricordi fortemente qualcuno,un certo giornalista.cuoco :wink:
Presentati e parlaci di te QUI !?!?!
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda susyvil » 16 nov 2009, 19:03

Luciana_D ha scritto:Ciao Andrea .
Grazie per essere intervenuto .......inoltre, mi ricordi fortemente qualcuno,un certo giornalista.cuoco :wink:
Presentati e parlaci di te QUI !?!?!

:ahaha: :ahaha: :ahaha: :ahaha: :ahaha:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 3116
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda nicodvb » 16 nov 2009, 19:24

andrea84 ha scritto:Stavo leggendo anche la disciplinare del pane di Genzano, ma non è spiegato molto chiaramente come andrebbe fatto, e secondo me è errato il quantitativo di lievito naturale.
Vi incollo testualmente la procedura:
FASE DI IMPASTO
1. preparazione del lievito naturale che deve essere rinfrescato tutti i giorni mediante acqua e farina in misura proporzionale alla quantità di impasto;
2. preparazione della “biga” almeno due ore prima di impastare, in modo che abbia la giusta acidità. Per l’impasto di una dose pari a q.li 1 di farina tipo zero o doppio zero, vanno aggiunti: Kg. 2 di sale, Kg. 1,5 di lievito naturale, litri 70 circa di acqua. Il tempo di impasto dura circa 20 minuti e può variare a seconda della quantità di impasto.

FASE DI CRESCITA
La durata della fase di crescita è di circa 1 ora, ma è soltanto a seguito del controllo diretto effettuato da parte del fornaio sul raggiungimento del giusto punto di crescita che la pasta può essere spianata. Il pane spianato in forma di pagnotte o filoni deve essere collocato dentro casse di legno con teli di canapa e spolverato con cruschello o tritello. A questo punto il pane deve compiere la seconda crescita in un ambiente caldo a giusta temperatura per circa 40 minuti per completare il suo assestamento.

FASE DI COTTURA
La cottura può avvenire sia in forni a legna che in forni con diversa alimentazione. La temperatura del forno deve essere compresa tra 300 e 320 gradi centigradi per consentire che il pane cresca compatto e formi una crosta di 3 millimetri circa. Tale crosta ha la funzione di proteggere la mollica all’interno e conservarla spugnosa e tenera con dei fori o “alveoli” non troppo grandi o irregolari. La fase di cottura ha una durata che varia a seconda del tipo di pezzatura e può andare da 35 minuti a un’ora e venti circa.


In pratica il lievito naturale sarebbe 1.5% sulla farina. Ho pensato che forse dovevano essere perlomeno 15kg (15% sulla farina).
Ho provato a chiedere, ma mi devono ancora far sapere.

Non ho capito il passaggio iniziale con la biga, qualcuno ha capito bene questa procedura?
Andrea


forse lì si parla di pasta acida essiccata? Non molto tradizionale, direi :lol:
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3167
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda andrea84 » 16 nov 2009, 21:16

Luciana_D ha scritto:Ciao Andrea .
Grazie per essere intervenuto .......inoltre, mi ricordi fortemente qualcuno,un certo giornalista.cuoco :wink:
Presentati e parlaci di te QUI !?!?!


Oddio non l'ho capita :|? :|?
Avatar utente
andrea84
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 nov 2009, 17:07
Località: Roma

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda Luciana_D » 17 nov 2009, 6:56

andrea84 ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Ciao Andrea .
Grazie per essere intervenuto .......inoltre, mi ricordi fortemente qualcuno,un certo giornalista.cuoco :wink:
Presentati e parlaci di te QUI !?!?!


Oddio non l'ho capita :|? :|?

Te la spiego io.In un primo momento mi hai fatto venire in mente un altro utente , giornalista.cuoco appunto,tant'e' che ho avuto il vago sospetto che eri lui :lol:
Benvenuto Andrea.
Siamo felici di averti con noi.
Ti sei presentato,si !?!?!? :D

Clicca qui ,apri discussione e raccontaci di te che siamo curiosissimi :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda cinzia cipri' » 17 nov 2009, 9:51

benvenuto Andrea!
Luciana ma cosi' li fai scappare!!! dico... un uomo!!!
Avatar utente
cinzia cipri'
 
Messaggi: 7000
Iscritto il: 27 mar 2008, 12:03
Località: Palermo

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda Luciana_D » 17 nov 2009, 10:06

cinzia cipri' ha scritto:benvenuto Andrea!
Luciana ma cosi' li fai scappare!!! dico... un uomo!!!

Spero di no :?
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda andrea84 » 17 nov 2009, 11:03

Non ti preoccupare, credo che questo forum fa al caso mio :)
Vado subito a presentarmi, nel frattempo mi piacerebbe avere qualche risposta sull'argomento!!
Avatar utente
andrea84
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 nov 2009, 17:07
Località: Roma

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda Luciana_D » 17 nov 2009, 13:43

andrea84 ha scritto:Stavo leggendo anche la disciplinare del pane di Genzano, ma non è spiegato molto chiaramente come andrebbe fatto, e secondo me è errato il quantitativo di lievito naturale.
Vi incollo testualmente la procedura:
FASE DI IMPASTO
1. preparazione del lievito naturale che deve essere rinfrescato tutti i giorni mediante acqua e farina in misura proporzionale alla quantità di impasto;
2. preparazione della “biga” almeno due ore prima di impastare, in modo che abbia la giusta acidità. Per l’impasto di una dose pari a q.li 1 di farina tipo zero o doppio zero, vanno aggiunti: Kg. 2 di sale, Kg. 1,5 di lievito naturale, litri 70 circa di acqua. Il tempo di impasto dura circa 20 minuti e può variare a seconda della quantità di impasto.

FASE DI CRESCITA
La durata della fase di crescita è di circa 1 ora, ma è soltanto a seguito del controllo diretto effettuato da parte del fornaio sul raggiungimento del giusto punto di crescita che la pasta può essere spianata. Il pane spianato in forma di pagnotte o filoni deve essere collocato dentro casse di legno con teli di canapa e spolverato con cruschello o tritello. A questo punto il pane deve compiere la seconda crescita in un ambiente caldo a giusta temperatura per circa 40 minuti per completare il suo assestamento.

FASE DI COTTURA
La cottura può avvenire sia in forni a legna che in forni con diversa alimentazione. La temperatura del forno deve essere compresa tra 300 e 320 gradi centigradi per consentire che il pane cresca compatto e formi una crosta di 3 millimetri circa. Tale crosta ha la funzione di proteggere la mollica all’interno e conservarla spugnosa e tenera con dei fori o “alveoli” non troppo grandi o irregolari. La fase di cottura ha una durata che varia a seconda del tipo di pezzatura e può andare da 35 minuti a un’ora e venti circa.


In pratica il lievito naturale sarebbe 1.5% sulla farina. Ho pensato che forse dovevano essere perlomeno 15kg (15% sulla farina).
Ho provato a chiedere, ma mi devono ancora far sapere.

Non ho capito il passaggio iniziale con la biga, qualcuno ha capito bene questa procedura?
Andrea


No so cosa rispondere sul quesito della quantita' di LM ..... aspettiamo a sentire chi ne sa piu' di me :wink:
e in quanto alla biga si mantengono sul vago ma per logica dovrebbe essere 1.5kg di LM + 1.5kg farina + 0.75lt di acqua (farina e acqua da detrarre dal totale)
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda Luciana_D » 17 nov 2009, 14:06

Ho trovato questo procedimento
Pane di Genzano

1 kg di farina(non ha specificato quale)
700 gr di acqua
20 gr di sale
200 gr di "pasta lievita"(immagino si riferisse al lm)
2 gr dilievito di birra
cruschello qb da mettere sotto e sopra il pane
Si mette sulla spianatoia la farina, si fa al centro la fontana nella quale versare l'acqua e tutti gli ingredienti e si comincia a lavorare dal centro incorporando la farina fino a formareuna palla.Deve riposare un'ora sulla spianatoia.Si inforna a 350° cospargendo sotto e sopra col cruschello.Il fornaio diceva che questo pane si può fare nei forni di casa a patto che raggiungano alte temperature altrimenti il pane viene con troppa "crosta".Ha suggerito di fare i filoni se il pane deve essere consumato entro breve, mentre la pagnotta ha una durata di circa dieci giorni.

Non ci rimane che fare amicizia con un fornaio di Genzano nella speranza di carpire la ricetta giusta :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda


Io condivido anche gli spatasci ,e tu ??? :D
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 12926
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e un castello romano,il mio :)

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda andrea84 » 17 nov 2009, 14:26

Tutti gli ingredienti corrispondono, tranne il LM, che a questo punto penso sia 150gr nella ricetta originale (per 1kg di farina).
La biga di due ore prima che vorrà dire? Come andrà fatta?
A me piace molto il lariano, anche quello scuro, ma non capisco con che farina lo fanno.
Dal colore così sucro è evidente che non è farina integrale, che sia allora farina di tipo 2 miscelata con cruschello?
Dovrei fare delle prove in questa direzione, ma non vorei far ingrassare il cane a forza di esperimenti :D
Avatar utente
andrea84
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 nov 2009, 17:07
Località: Roma

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda nicodvb » 17 nov 2009, 14:37

Con quelle indicazioni così confuse io non riesco a capire come preparino la biga. Può voler dire tutto e niente.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3167
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda andrea84 » 17 nov 2009, 15:48

e per fortuna che è la disciplinare :D :D :D
Avatar utente
andrea84
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 nov 2009, 17:07
Località: Roma

Re: ° Pane tipo Genzano di Roberto Potito

Messaggioda nicodvb » 17 nov 2009, 15:57

andrea84 ha scritto:e per fortuna che è la disciplinare :D :D :D


la qualità del "documento" è chiarissima nella descrizione della fase di crescita: dovrebbe durare un'ora, cosa che richiederebbe una quantità di lievito di birra da coma etilico :lol: .

Mi sa che alle discriplinari mettono le mani cani e porci.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3167
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

PrecedenteProssimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee