Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Rossella » 11 feb 2013, 8:49

pane2.jpg
pane1.jpg
pane.jpg
Un pane nato con gli avanzi dell'ultima farina integrale di timilia rimasta, il più buono fatto fin ora.

Immagine

Immagine

Immagine



Ingredienti:
*450 gr di farina di semola rimacinata di grano duro
*150gr. di farina integrale timilia
500 gr di acqua
14 gr di sale
140 gr di lievito madre maturo
*malto in polvere( un cucchiaino raso)
un cucchiaio raso di germe di grano


Procedimento:
Idratare con 400 gr dell'acqua prevista, 450gr di farina (presa dal totale) e il malto setacciato precedente insieme alla farina nella ciotola dell'impastatrice.
Sigillare con pellicola, autolisi 30'.
Con l'acqua rimasta idratare il LM fatto a pezzetti (senza lavorarlo)
Trascorso il tempo dell'autolisi, aggiungere il LM idratato all'impasto precedente, legare bene le due masse e iniziare ad aggiungere il resto della farina a poco a poco , il cucchiaio di germe di grano, in fine il sale.
Quando le masse saranno legate aumentare la vel. ribaltando l'impasto di tanto in tanto, quindi passare al gancio e incordare, lavorare ribaltando l'impasto per 15' c.a.
Arrotondare l'impasto, sigillare con pellicola, trascorse due ore c.a. fare una piega a tre, sigillare, lasciare che raddoppi.
Sgonfiare l'impasto fare un'altra piega, sigillare, dopo 90' c.a., sgonfiare arrotondare senza stringere, collocare in un cestino abbondantemente infarinato con il bottone sopra, coprire e mettere dentro una busta, lasciare in frigorifero fino al mattino ( ore 6.00)

Al mattino ribaltare su una pala infarinata, accarezzare la superficie assecondando la forma, praticare i tagli ,( ho fatto dei tagli centrali e con le forbici ho creato la corona laterale), accendere il forno portando a 250°, infornare direttamente sulla tavella, immettendo vapore, portando la temp. a 230° per i primi 20', abbassare a 220° i secondi 20', gli ultimi 20' a 200° mettendo in fessura gli ultimi 10'.
Lasciare raffreddare il pane mettendolo in verticale in forno, con sportello aperto.

* farine e malto setacciate insieme.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda anavlis » 11 feb 2013, 10:31

Beelissimo pane, è comepiace a me, e la crosta non è da meno : WohoW : :clap: :clap: :clap:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda rosanna » 11 feb 2013, 12:00

bello ! ci provo , rinfresco il Lm ..ma tanto non verrà mai come il tuo...mani di fata ! con aggiunta di farina di ...fata :-))
Rosanna

L’uomo è viator, pellegrino o fuggiasco. Ogni cammino è infine verso una casa. E la casa, dove abito, è il luogo dove sono accolto e amato. Altrimenti fuggo e vado vagando. La casa di ognuno è chi lo ama. E chiunque ama è casa dell’amato. Il nostro camminare è sempre un «cercare» amore, unico luogo dove ci sentiamo di casa e possiamo riposare.
(Silvano Fausti sj)
Avatar utente
rosanna
 
Messaggi: 4406
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:21
Località: NAPOLI

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Luciana_D » 11 feb 2013, 13:10

Bellissimo Ross!! direi perfetto :clap: :clap: :clap:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Patriziaf » 11 feb 2013, 16:43

mai sentita farina di timilia :|?
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2621
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Rossella » 11 feb 2013, 16:50

miky ha scritto:mai sentita farina di timilia :|?

Guarda questo post dedicato al pane di CASTEL VETRANO
E' una farina integrale di grano duro biologico varietà tumminia in purezza.
prodotta da:
Molini del Ponte - Castelvetrano "Selinunte" - Trapani.
Puoi ordinarla chiamando i seguenti numeri :
092 4904162 o 335 7457677 – Fax 09224904162
molinidelponte@yahoo.it
A tutte grazie di cuore *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda titione06 » 12 feb 2013, 10:26

:clap: che bello!!!
Christiane
titione06
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 25 nov 2010, 18:04
Località: BIOT in FRANCIA

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Rossella » 12 feb 2013, 18:58

titione06 ha scritto::clap: che bello!!!


Grazie *smk*
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda nicodvb » 18 feb 2013, 12:17

Stupendo, Rossella!
Mi confermi che anche con queste semole si possono ottenere grandi risultati a condizione di lavorarle molto come hai fatto tu.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Rossella » 18 feb 2013, 12:21

nicodvb ha scritto:Stupendo, Rossella!
Mi confermi che anche con queste semole si possono ottenere grandi risultati a condizione di lavorarle molto come hai fatto tu.

Grazie Niko, è in assoluto il pane che prediligiamo, si conserva più a lungo, mantenendo profumi e leggerezza inalterati.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda nicodvb » 18 feb 2013, 12:27

Rossella ha scritto:
nicodvb ha scritto:Stupendo, Rossella!
Mi confermi che anche con queste semole si possono ottenere grandi risultati a condizione di lavorarle molto come hai fatto tu.

Grazie Niko, è in assoluto il pane che prediligiamo, si conserva più a lungo, mantenendo profumi e leggerezza inalterati.

È giallo come sembra in foto? o la foto è alterata?

Sai cosa? Per quanto cerchi, l'unica semola molto gialla che dà un pane giallo è la Kronos (canadese) del molino Grassi. Tutte le altre hanno un colore scialbo che poi dà un pane di colore quasi bianco.
Un'amica di Catania mi ha detto che anche le semole che trova lei sono pallide, forse perfino più di quelle che trovo qui.
Quelle che usi tu come sono? e a parte il Timilia che varietà usi?
Ultima modifica di nicodvb il 18 feb 2013, 12:45, modificato 1 volta in totale.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Luciana_D » 18 feb 2013, 12:44

nicodvb ha scritto:
Rossella ha scritto:
nicodvb ha scritto:Stupendo, Rossella!
Mi confermi che anche con queste semole si possono ottenere grandi risultati a condizione di lavorarle molto come hai fatto tu.

Grazie Niko, è in assoluto il pane che prediligiamo, si conserva più a lungo, mantenendo profumi e leggerezza inalterati.

È giallo come sembra in foto? o la foto è alterata?

Sai cosa? Per quanto cerchi l'unica semola molto gialla che dà un pane giallo è la Kronos (canadese) del molino Grassi. Tutte le altre hanno un colore scialbo che poi dà un pane di colore quasi bianco.
Un'amica di Catania mi ha detto che anche le semole che trova lei sono pallide, forse perfino più di quelle che trovo qui.
Quelle che usi tu come sono? e a parte il Timilia che varietà usi?

Le pagnotte giallo canarino le trovi in Calabria.
Sulla strada che porta verso la Sila ho avuto la fortuna di assaggiare una ciambella di grano duro e fichi appena raccolti.Era il 15 di Agosto : Chessygrin :
Da resuscitare le mummie!!!
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda nicodvb » 18 feb 2013, 12:49

Luciana_D ha scritto:Le pagnotte giallo canarino le trovi in Calabria.
Sulla strada che porta verso la Sila ho avuto la fortuna di assaggiare una ciambella di grano duro e fichi appena raccolti.Era il 15 di Agosto : Chessygrin :
Da resuscitare le mummie!!!

Meno male che c'è ancora!
Vorrei capire che grano duro usano, perché con le semole in vendita nel mercato della grande distribuzione è semplicemente impossibile arrivare a quei colori.
Forse con le semole calibrate si ottiene qualcosa di meglio(quelle per pasta, che tra l'altro costano di più), ma con i soliti marchi di semola rimacinata il pane viene pallidissimo. Anche con la Divella che usa Adriano non mi sono mai venuti colori particolarmente intensi.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Luciana_D » 18 feb 2013, 12:54

Chiedo a mia nipote che si e' trasferita in Calabria.
Fanno il pane in casa :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Rossella » 18 feb 2013, 13:41

nicodvb ha scritto:
Rossella ha scritto:
nicodvb ha scritto:Stupendo, Rossella!
Mi confermi che anche con queste semole si possono ottenere grandi risultati a condizione di lavorarle molto come hai fatto tu.

Grazie Niko, è in assoluto il pane che prediligiamo, si conserva più a lungo, mantenendo profumi e leggerezza inalterati.

È giallo come sembra in foto? o la foto è alterata?

Sai cosa? Per quanto cerchi, l'unica semola molto gialla che dà un pane giallo è la Kronos (canadese) del molino Grassi. Tutte le altre hanno un colore scialbo che poi dà un pane di colore quasi bianco.
Un'amica di Catania mi ha detto che anche le semole che trova lei sono pallide, forse perfino più di quelle che trovo qui.
Quelle che usi tu come sono? e a parte il Timilia che varietà usi?

Purtroppo non riesco a fare foto decenti :sad:.
Il colore è più chiaro e non giallo.
Utilizzo una semolarimacinata di grano duro per la panificazione, con unidità del 15.50% , che acquisto direttamente al molino crisafulli.
Immagine

Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioni QUI
Avatar utente
Rossella
AMMINISTRATORE
 
Messaggi: 12648
Iscritto il: 4 ago 2006, 8:13
Località: Caltagirone

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda titione06 » 18 feb 2013, 14:03

Luciana_D ha scritto:Chiedo a mia nipote che si e' trasferita in Calabria.
Fanno il pane in casa :wink:

anche io Chiederò ai miei cugini
vivono in Aspromonte in Calabria
Christiane
titione06
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 25 nov 2010, 18:04
Località: BIOT in FRANCIA

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Luciana_D » 19 feb 2013, 9:54

Mia nipote mi ha detto che usano la semola rimacinata della Divella :?
E io che credevo un prodotto locale :lol:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda nicodvb » 19 feb 2013, 9:57

Luciana_D ha scritto:Mia nipote mi ha detto che usano la semola rimacinata della Divella :?
E io che credevo un prodotto locale :lol:

sicuro:-)
Comunque il colore dipende anche da quanto il pane lievita. Più lievita meno è denso e meno è giallo.
Che mondo sarebbe senza ricotta?
file excel con le ricette dei grandi lievitati: http://dl.dropbox.com/u/69660061/lievitati.xls
Avatar utente
nicodvb
 
Messaggi: 3048
Iscritto il: 23 dic 2008, 12:34
Località: Bologna

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda Patriziaf » 19 feb 2013, 10:25

nicodvb ha scritto:
Luciana_D ha scritto:Mia nipote mi ha detto che usano la semola rimacinata della Divella :?
E io che credevo un prodotto locale :lol:

sicuro:-)
Comunque il colore dipende anche da quanto il pane lievita. Più lievita meno è denso e meno è giallo.

insomma non si può avere tutto dalla vita! :P
Patrizia
Avatar utente
Patriziaf
MODERATORE
 
Messaggi: 2621
Iscritto il: 22 lug 2012, 20:15
Località: Cisterna di Latina

Re: Pane semintegrale con timilia e semola di grano duro

Messaggioda anavlis » 19 feb 2013, 11:14

Ti posso fotografare la semola che ho a casa e che proviene da un molino dello Jato. Ha certamente un colore che tende al giallo. Domenica ne ho utilizzato 300 gr per fare i busiati e l'ho impastata con solo acqua, senza uova - viene più callosa e a noi piace così - sale ed un cucchiaino di olio.
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10416
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Prossimo

Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee