pane semintegrale con metodo no-knead

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Sandra, Luciana_D, Clara, Donna, Patriziaf, anavlis

pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda ameliorosso » 30 apr 2010, 21:36

pane1.gif
pane semi-integrale metodo no-knead
pane1.gif (93.04 KiB) Osservato 215 volte


Salve a tutti...ricordando sempre che sono un neofita e che quindi il mio margine d'errore è assai ampio ;-)) , vi posto il risultato di stasera ottenuto sperimentando per la prima volta il metodo no-knead (tra l'altro conoscendolo pochissimo!) e inventando un po le dosi.
Vi illustro a grandi linee com'è andata la storia:
Ho trovato questa farina biologica 2 semintegrale di grano tenero molinata in pietra...la prendo!(anche se 1 kg/ 2 euro :|? )

dunque le dosi sono state:

poolish la sera prima(12 h Tamb.):
500gr. Farina semintegrale
500 gr acqua
2-3 gr. Lievito

Rinfresco la mattina seguente
150 gr. della stessa farina del poolish
100 gr. acqua
20 gr.sale


Ho inserito il sale nel poolish la mattina e poi ho aggiunto acqua e farina restante lavorandola nella ciotola con la mano fino ad ottenere un impasto un po' troppo idratato, appiccicoso e non troppo liscio.
Ha lievitato la mattinata per 4 ore poi ho fatto una piega del tipo 1(Adriano docet!) verso le 12 e una seconda alle 16, il tutto lasciandolo in un canovaccio infarinato e fermato per non far collassare troppo l'impasto.
alle 20 ho infornato nel mio forno a gas senza segnalatore di temperatura alcuno e su una pietra refrattaria fino a che non abbia raggiunto un "colore" e un "suono"(tamburellandolo!) convincenti!!! :oops:

Sono pronto a ricevere tutti i consigli da voi esperti e vi ringrazio anticipatamente!!! :fiori:
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda susyvil » 30 apr 2010, 21:55

Io non sono un'esperta, ma quel pane (specialmente quei buconi :lol:) a me piace tantissimo!...bravissimo Amelio! :clap: :clap: :clap:
Assunta
" Cucinare è un modo di dare"- ( Michel Bourdin)
http://www.lacuocadentro.com
Avatar utente
susyvil
 
Messaggi: 2790
Iscritto il: 25 ago 2009, 17:29
Località: Villammare (SA)

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda Luciana_D » 1 mag 2010, 6:56

Perdonami se inizio con l'invitarti di elencare l'H2o con il suo nome volgare,ossia acqua, e non con la sua formula chimica :wink:

L'aspetto del pane e' ottimo ma non capisco come sei riuscito a infornarlo ,vista l'elevatissima idratazione (quasi 100%),senza una forma !?!?!
Il classico no-knead viene appunto infornato in un contenitore rovente e coperchiato.

Mostraci la tua tecnica :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda ameliorosso » 1 mag 2010, 8:48

Buongiorno a tutti!Io a fine lavorazione l'ho fatto lievitare prima in un contenitore ermetico piccolino e poi l'ho calato su un piano infarinato e l'ho messo in un canovaccio altrettanto infarinato dove l'ho costretto in uno spazio unico con degli oggetti vari, poi piega e poi così ancora per quasi una giorata...quindi penso che la lunga lievitazione compattata mi abbia permesso di gestirlo meglio...Poi si, ho visto che usano dei contenitori per la cottura, anzi, ne approfitto per chiederti di che materiale siano fatti!?!! ;-))
In ogni modo grazie e correggerò le mie future acque!!!
Dimenticavo: Ho visto che in un video circa il no-knead la farina nel canovaccio era nera, io ho pensato a farina di semi di lino perchè la crusca, almeno quella che trovo qui, è molto poco raffinata e polveriforme. Pensate che sia lino quello con cui tra l'altro conferiscono quella crosta scura scura?Grazie e di nuovo buona giornata a tutti!!!
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda anavlis » 2 mag 2010, 19:18

: WohoW : bella presentazione! mi piacciono i pani molto idratati che fanno questi buconi. Grazie!!! :saluto:
silvana


L’ironia è una dichiarazione di dignità, un’affermazione della superiorità dell’uomo su ciò che gli capita. (Romain Gary)
Avatar utente
anavlis
MODERATORE
 
Messaggi: 10425
Iscritto il: 8 apr 2007, 8:38
Località: palermo

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda Luciana_D » 2 mag 2010, 19:38

ameliorosso ha scritto:Buongiorno a tutti!Io a fine lavorazione l'ho fatto lievitare prima in un contenitore ermetico piccolino e poi l'ho calato su un piano infarinato e l'ho messo in un canovaccio altrettanto infarinato dove l'ho costretto in uno spazio unico con degli oggetti vari, poi piega e poi così ancora per quasi una giorata...quindi penso che la lunga lievitazione compattata mi abbia permesso di gestirlo meglio...Poi si, ho visto che usano dei contenitori per la cottura, anzi, ne approfitto per chiederti di che materiale siano fatti!?!! ;-))
In ogni modo grazie e correggerò le mie future acque!!!
Dimenticavo: Ho visto che in un video circa il no-knead la farina nel canovaccio era nera, io ho pensato a farina di semi di lino perchè la crusca, almeno quella che trovo qui, è molto poco raffinata e polveriforme. Pensate che sia lino quello con cui tra l'altro conferiscono quella crosta scura scura?Grazie e di nuovo buona giornata a tutti!!!

I contenitori per la cottura sono generalmente in ghisa anche se io l'ho cotto in una pentola di acciaio :lol:
Per quanto riguarda quella che tu chiami polvere nera non e' altro che del cruschello.

Provero' la tua tecnica :wink:
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda ameliorosso » 2 mag 2010, 21:12

Luciana_D ha scritto:
ameliorosso ha scritto:Buongiorno a tutti!Io a fine lavorazione l'ho fatto lievitare prima in un contenitore ermetico piccolino e poi l'ho calato su un piano infarinato e l'ho messo in un canovaccio altrettanto infarinato dove l'ho costretto in uno spazio unico con degli oggetti vari, poi piega e poi così ancora per quasi una giorata...quindi penso che la lunga lievitazione compattata mi abbia permesso di gestirlo meglio...Poi si, ho visto che usano dei contenitori per la cottura, anzi, ne approfitto per chiederti di che materiale siano fatti!?!! ;-))
In ogni modo grazie e correggerò le mie future acque!!!
Dimenticavo: Ho visto che in un video circa il no-knead la farina nel canovaccio era nera, io ho pensato a farina di semi di lino perchè la crusca, almeno quella che trovo qui, è molto poco raffinata e polveriforme. Pensate che sia lino quello con cui tra l'altro conferiscono quella crosta scura scura?Grazie e di nuovo buona giornata a tutti!!!

I contenitori per la cottura sono generalmente in ghisa anche se io l'ho cotto in una pentola di acciaio :lol:
Per quanto riguarda quella che tu chiami polvere nera non e' altro che del cruschello.

Provero' la tua tecnica :wink:



Oi Luciana allora fammi sapere come andrà!!! :D
Comunque non oserei mai dire polvere nera :ahaha: ho detto che era una farina nera(che poi magari ho sbagliato lo stesso!!! |:^:^\ )
vabbè...comunque grazie!!!:) Io qui ho una pentolina in ghisa!magari ci provo questi giorni, dopo aver finito la pagnottina semintegrale.
Grazie per i complimenti comunque, ne sono onorato!
che poi stasera mi sono pure depresso data la pessima riuscita di una pizza al piatto con metodo diretto...avevo fatto pure le foto per fare un articolo da postare qui... :sigh: ma andava solo mangiata in silenzio!!! :-$ o :$
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda Luciana_D » 3 mag 2010, 7:59

Oi Luciana allora fammi sapere come andrà!!! :D
Comunque non oserei mai dire polvere nera :ahaha: ho detto che era una farina nera(che poi magari ho sbagliato lo stesso!!! |:^:^\ )
vabbè...comunque grazie!!!:) Io qui ho una pentolina in ghisa!magari ci provo questi giorni, dopo aver finito la pagnottina semintegrale.
Grazie per i complimenti comunque, ne sono onorato!
che poi stasera mi sono pure depresso data la pessima riuscita di una pizza al piatto con metodo diretto...avevo fatto pure le foto per fare un articolo da postare qui... :sigh: ma andava solo mangiata in silenzio!!! :-$ o :$


Il pianeta Pizza e' un mondo a parte :lol:
Complimenti per l'avatar.Ma sei tu? :D
Luciana
In tutte le cose e' la passione che fa la differenza.
Testarda




Lo scambio è sempre produttivo e ci piacerebbe che fosse reciproco, trovo sia giusto riconoscere il lavoro di chi si impegna in un progetto. Metti anche tu il nostro logo sul tuo blog, lo troverai nella stanza dedicata alle presentazioniQUI
Avatar utente
Luciana_D
MODERATORE
 
Messaggi: 11824
Iscritto il: 10 apr 2008, 18:24
Località: Pendolare tra Kuwait City e Velletri

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda ameliorosso » 3 mag 2010, 8:30

Buongiorno!!!Si si sono io con dei denti che mi mordono la testa!!! ;-))
Diciamo che il mio cammino è iniziato con la pizza e con l'amore per questa, amore che ancora persiste tra l'altro, solo che quando senti la farina tra le mani senti un impulso creativo, come un bambino con un pennarello e un foglio bianco!!! :ahaha:
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda Donna » 7 mag 2010, 6:59

Ciao Ameliorosso!
leggo con poca attenzione il forum che mi era sfuggito questo tuo pane!
Scrivi dall'Abruzzo? eddai che bello! Io abito a Francavilal al mare! :saluto:
"Voglio un cibo educato. Un solo aggettivo, che non ha bisogno di tante parole di contorno. Così ci riprenderemo il diritto al cibo, e non il suo rovescio. Questo è quanto (basta)". ´
Andrea Segre´(Cibo)
Avatar utente
Donna
MODERATORE
 
Messaggi: 3322
Iscritto il: 30 gen 2007, 14:02

Re: pane semintegrale con metodo no-knead

Messaggioda ameliorosso » 7 mag 2010, 9:40

Donna ha scritto:Ciao Ameliorosso!
leggo con poca attenzione il forum che mi era sfuggito questo tuo pane!
Scrivi dall'Abruzzo? eddai che bello! Io abito a Francavilal al mare! :saluto:


Ciao Donna!!!Eheheh si si sono abruzzese di Avezzano, ma vivo a Teramo causa università(ecco perchè abruzzo :D )!Verrò a lavorare vicino le tue parti domenica, al ristorante dove lavora la mia ragazza!!! ;-)) Buonagiornata allora e ci risentiamo!!! :cin cin:
"...quando le giornate s'accorciano e le lampade multicolori s'accendono tutte insieme sulle porte delle friggitorie, e da una terrazza una voce di donna grida:uh!,viene da invidiare quelli che ora pensano d'aver già vissuto una sera uguale a questa e d'essere stati quella volta felici." (I.Calvino "Le città invisibili")
Avatar utente
ameliorosso
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 1 apr 2010, 15:32
Località: abruzzo


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee