pane della penisola sorrentina

Pane e Lievitati - Il club dei Panificatori

Moderatori: Clara, Sandra, Luciana_D, TeresaV, anavlis

pane della penisola sorrentina

Messaggioda ddaniela » 7 feb 2007, 21:12

sul forum del gamberorosso hanno chiesto le ricette di pani tipici della penisola sorrentina, io non sapevo nemmeno che esistessero. :(

Qualcuno ne sa di più?
Grazie
Avatar utente
ddaniela
 
Messaggi: 421
Iscritto il: 25 nov 2006, 17:03

Messaggioda robertopotito » 8 feb 2007, 11:26

:( boh non saprei!!!
forse il pane cafone potrebbe essere fra quelli.
Roberto Potito
Finchè la barca va tu non remareee...finchèla barca va...lasciala andareee..(Orietta Berti)
robertopotito
 
Messaggi: 449
Iscritto il: 28 nov 2006, 7:38

Messaggioda ila » 8 feb 2007, 13:46

Ci sono un sacco di pani sconosciuti in giro...tipo il pane abruzzese delle simili che sembra non sia tipico abruzzese, pani tipici sorrentini che probabilmente sono conosciuti con tutt'altro nome... si potrebbero fare delle ricerche chissá che verrebbe fuori...
Avatar utente
ila
 
Messaggi: 717
Iscritto il: 12 dic 2006, 15:09

Messaggioda elisabetta » 8 feb 2007, 14:24

Dani, non credo esistano pani particolari, nati qui, ma il solito pane che trovi a Napoli:il palatone, il pane cafone, il tortano di Pasqua(pane a ciambella), le ciabatte che trovi ovunque.C'è qualche piccolo panificio che ha una produzione di nicchia, che fa un ottimo pane con lievito madre, ma tipi di pane particolari, tipici di qua, non ne conosco.Chiedo a mio fratello se ne sa qualcosa, lui spesso va in giro per panifici per cercare del pane fatto in maniera artigianale.
Avatar utente
elisabetta
 
Messaggi: 1243
Iscritto il: 26 nov 2006, 17:02
Località: vico equense


Torna a Chi va al mulino...s'infarina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

About us

Panperfocaccia.eu, è un forum di cucina ricco di ricette e procedimenti, qui troverete tante persone come voi che hanno voglia di imparare e condividere.

Nelle prime forme di vita urbana dell’Homo sapiens, così come nei laboratori degli scienziati del XXI secolo, passando per le vivaci città rinascimentali, le nuove idee nascono sempre attraverso lo scambio di informazioni e il confronto fra individui.
È proprio questa circolazione “liquida” di conoscenza che permette di esplorare nuovi orizzonti e di creare innovazione. Quando si condivide una comune cultura civica con migliaia di altre persone, le buone idee tendono a riversarsi da una mente all'altra, ecco che si verifica Uno scambio di buone idee!

Steven Johnson - uno scambio di buone idee